...CONTENTI?

lunedì 17 giugno 2013

IIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIGNORANTIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII!


Questo tempo è inclemente.
Pioggia mefitica per mesi e ora un caldo orrido e torrido.
Un sole che pompa calore da forno, un blindato che travolge tutto.
Un sole spietato sulle piante, demoralizzante per le ultime rose che raggrinziscono e s'incendiano come fiori in diavolina.
Nessuna siepe resiste a giorni così, non così per quel cazzo di finto gelsomino appestante le italiche città.
Il rincospermo, e non chiamatelo gelsomino!



A proposito di rincospermo e rincogl*****:
L'ACCADEMIA DEL PROFUMO, nome TROMBONE, cosa ci combina?

MA PORCA PUTTANAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!
E' oltre un anno che ve lo diciamo, correggete! Quello NON E' GELSOMINO! 
L'ACCADEMIONA promuove cultura (dice di sé), riunisce tutti i soliti, profumieri e produttori, sotto il capanno dell'ARTE della PROFUMERIA!
ARTE?

MA NON SAPETE NEMMENO COSA SIA UN GEL-SO-MI-NOOOOO!!!?!
Il rincospermo è TOSSICO, e nemmeno gli insetti gli vanno a rompere le palle, è velenoso e puzza di bianco fior di pattume con drydown pescheria.
Il gelsomino ha un incedere elegante, i suoi fiori non sono pale eoliche ma impronte di baci angelici, ma è delicato, ha bisogno di ombra e non di sole e asfalto, ma vale di più un gelsomino di 4 fiori in vaso che 8000 metri di rincospermo, non ci piove.
Il gelsomino è antidepressivo, attira e proietta positività e pare cantare la gloria di dio.
Il rincospermo rutta e tuona, come bestemmie di gente con l'alitosi.
Il rincospermo è diffuso,  perché tenace, infestante e stronzo come chi lo mette a dimora per poi farlo arrivare fino alla siepe dell'ultimo vicino di casa della via, ma andate giù di diserbante!
E allora l'unico vantaggio del sole spietato e far fuori le siepi immonde di questo fiore di merda!
La maggior parte delle piante cercano la luce e l'ombra.
Solo i rettili necessitano di tempi di esposizione al sole, una o due ore al giorno.
Poi ci sono gli ebeti umani che si stendono per abbronzarsi.
Praticamente tutti tranne noi, beh anche noi abbiamo un deficiente in seno in questo senso.
Jicky 2.0 è al 75% contrario all'esposizione alla luce solare diretta.
Nessuno di noi, nemmeno ragazze a carico, ha il rincospermo, bastano i vicini a ricordarci quanta ignoranza ci sia nel mondo. Molta più della fame.
E il bello è che mentre una persona su due dice convinta "è gelsomino" (lo dice con tanto di foto l'ACCADEMIA), l'altra metà dice "sono fiorri proffumatti che si arrampiccano e fanno gazzarra"...
Hey, lo scorso anno abbiamo avvisato Acqua di Parma, i Montezemoli, beh?
Dite che hanno corretto le foto del sito?
Naaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa...
Rincospermo anche là!




Padre, PERDONALI PERCHE' NON SANNO QUELLO CHE CHE FANNO...

Abbiamo capito una cosa, che se un bambino crede che i formaggini li faccia la mucca dal culo è in buona compagnìa.

Trachelospermum in fiore. E smettetela di chiamarlo" GELSOMINO"...


Abbiamo, sì o sì, il diritto SACROSANTO di incazzarci?
Lo sfogo è finito, andate in pace.

Il diserbante costa circa 20 euro al litro, se a base di glifosate.
Alternative ecologiche sono sale e aceto. Anche il sapone di marsiglia va bene. La candeggina è potente e rapida quasi come il glifosate ma inquina enormemente, meglio andar di glifosate.

Se invece volete procedere senza impeto, rimuovete il rincospermo segandolo via, e sostituite la siepe con del Bosso, se proprio vi serve una siepe coprente. Quindi nel vostro cortile o giardinetto, cercate uno spazio protetto dalla luce diretta, o createlo all'uopo, un luogo dove non via siano forti correnti d'aria è preferibile. E lì piazzate 4 piante di gelsomino vero, controllate la specie botanica prima dell'acquisto.
Vero Gelsomino
Al momento della fioritura benedirete noi per i meriti dell'Altissimo.

8 commenti:

  1. Mauro ha lasciato un nuovo commento sul tuo post "IIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIGNORANTIIIIIIIIIIIIIIIIII...":

    condivido e vi posto un link interessante:
    http://www.XXXXXXXXXX.it/
    una collezione di gelsomoni da invidia... e vendono
    online

    Capiamo l'intenzione pulita ma sarebbe pubblicità, link commerciali niet.
    Blog pulito, nemmeno il donate-paypal.

    HALO,
    J!

    RispondiElimina
  2. devo ammettere, cari signori di Jicky (c'ho messo mesi a capire che era il nome di un profumo, perdonatemi se potete!) che quando ci andate giu' di mannaia (ovvero, quasi sempre) mi divertite molto, ed è questo uno dei motivi per cui vi seguo assiduamente..Faccio ammenda di aver piantato due rinchospermum jasminoides, ma almeno ero consapevole che NON si trattava di veri gelsomini (il cui profumo, sentito in Tunisia dove i giovani li portano addosso a mazzetti, è un'altra cosa). Per penitenza, ho poi piantato 32 varietà di rose. Non arriverò a diserbarli, ma riconosco che il loro uso ubiquitario e qualunquista dimostra abbastanza come siamo un popolo pecorone e scarsamente fantasioso..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. God bless You for that roses.
      Ciao!
      J!

      Elimina
    2. grazie.
      grazie x togliermi veli di ignoranza...sono di Torino e anche qui ci sono diversi rinco..parecchi!!!allora domando (data la mia iNIOranza):
      ma quel soave profumo che mi inebria del tutto e che io trovo -opinione personalissima- paradisiaca,sarà veramente il tiglio?!?qualsiasi cosa esso sia ditemelo vi prego,con o senza la signora Maria!tutti dicono sia tiglio comunque e,beh,ne siamo invasi,l'aria ne è intrisa!

      Elimina
    3. La fioritura del tiglio a Torino potrebbe essere di queasti giorni e certo più soave del rinco, parimenti potrebbe trattarsi della fioritura dell'Osmanto o Olea Fragrans, con nota agrumata e dolce leggermente di pesca.
      Il rincospermo a distanza e in certi momenti del giorno può apparire sweet (in altri sweat), non lo è molto se posti sono i fiori vicino al naso. Ma non è profumo di gelsomino.
      Purtroppo.
      J!

      Elimina
  3. Trovo che il profumo del rinco sentito nell'aria sia un odore molto gradevole a parer personale. Annusato da vicino è decisamente un'altra storia...
    Ma sentito nell'aria è figo!
    Sul Lago di Garda in questa stagione ne si sente parecchio... Si miscela bene con gli altri profumi circostanti.
    Ci trovo in questo mix sfumature che vanno dalla verbena al miele...
    Che ne pensate?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto dipende dallo stadio di fioritura.
      Poi occhio ai mix con altre varietà mimetiche come il caprifoglio.
      Per il rinco la verbena proprio no, tra i mieli forse il millefiori sul tarassaco e colza; in distanza come detto non è fetido, tagliato con lo smog è quasi interessante, ma non è un odore proprio fine.
      Chi coltiva rose a perimetro di casa fa un bel più alto servizio alla comunità. Infatti noi si ha l'abitudine di depositare entusiasmo nel saluto a chi ha giardini di rose.

      Elimina
  4. L odore del rinco è sgradevole....nelle roventi sere d estate ricorda la puzza difensiva del millepiedi nero....da estirpare sicuramente....

    RispondiElimina

Nous sommes ici pour révérer l'affection que nous recevons, avec dévouement et engagement. Nous voulons accompagner les amis sur le chemin de la beauté avec les compétences et la loyauté qui nous différencient, dans un monde de menteurs et incompétents. Tempo da perdere con approfittatori e perditempo ne abbiamo sempre meno: francamente, non ne abbiamo più.

Possono commentare liberamente solo gli amici e sostenitori. I quali hanno accesso all'under-Blog ed ai contenuti più esclusivi, ricevono sempre risposta e hanno precedenza su tutti gli altri.

I messaggi contenenti link pubblicitari, o comunque non autorizzati, vengono eliminati da sistemi automatici.

J!cky 2.0