...CONTENTI?

martedì 10 dicembre 2019

VETJVER JICKIEL®. Haute Parfumerie à Venise. Тому що ти ще нічого не бачив!


Піднесіть жебрака із землі, щоб посадити його серед правителів свого народу.


Parce que tu n'as encore rien vu...


لأنك لم تر شيئا بعد

Піднесіть жебрака із землі, щоб посадити його серед правителів свого народу.

domenica 8 dicembre 2019

OLFATTINA. Dove dichiariamo ufficialmente decaduto il termine "mouillette" (per la lingua italiana).


Non è tollerabile, che in europa (scritto così) si imponga quel solito idioma tronco a scapito delle altre lingue ed in particolare a scapito della nostra solenne e melodiosa lingua. Oggi è ...domenica, siamo dentro un fine settimana, eppure molta gente non lo chiama come dovrebbe chiamarlo, perché lo chiama week-end... Se vi volete bene, lo chiamate fine settimana. Se invece vi odiate ed odiate questo paese, chiamatelo pure week-end. Anche in profumeria la fanno da padrone i termini stranieri, soprattutto francesi. In molti casi si dice, non c'è alternativa. Spiacenti, ma si tratta di giustificazioni di limitatezza e di resa. Il nostro paese non può continuare a darsi via così: non c'è amore di gruppo, nè amor proprio. A noi non va. Non è per niente giusto. 
In Italia non si fanno più figli. E' un fatto allarmante sul quale è sempre utile riflettere. [...] similmente i linguisti notano che nella nostra lingua non si creano nuovi termini da troppo tempo, in favore di adozioni terminologiche spesso astruse che di fatto ci annientano. Così, l'autodistruzione in atto galoppa verso il finale che possiamo immaginare, e a noi non va. Non è giusto per niente. Tagliamo qui [...], il preambolo.

Il termine che stiamo per presentare ci appare molto valido. E' la sostituzione del termine francese "mouillette", ed avrebbe più di una semplice ragione per riuscire a scalzare quello. 
"Mouillette" è il pezzo di pane oblungo che s'usa inzuppare nell'uovo... scottato o semi cotto (detto tanto per farci del male "alla coque"). O in altro liquido, altro pezzo allungato di pane, etc. 
"Mouille" in francese è bagnato, inzuppato, intinto. 
Cioè a dire, se ragioniamo sul termine "mouillette" capiamo che è un termine migrato dalla cucina (francese) alla profumeria, senza troppi sforzi di adattamento logico, in quanto l'oggetto inzuppato nel termine muore, è bagnato, fine. Che ne fai se è bagnato di qualcosa? Lo metti in bocca? Lo butti? Lo annusi? Non si sa... Il termine non ha nessun riferimento all'olfatto.
C'è poi un problema fonetico, le vocali "o" e "u" in successione sono terribili, perché tendono a suscitare disgusto. Ci sono studi sull'argomento, ma vogliamo essere brevi. Vi basti pensare alle onomatopee fumettistiche. Le due vocali indicate, sono tipiche in successione ("ou"/"uo"), delle onomatopee che stanno per il vomito, nel suono di rigurgito, o per il boato di schifo da stadio, etc. Non è il migliore dei termini possibili, e non è nemmeno italiano. Se ci riferiamo a quella lingua rapida (non sempre in verità) e praticona, da commercianti e canzoncine che è l'inglese, troviamo "paper-strip"... "Striscia di carta", è alquanto demente (e non ha nessun riferimento all'olfatto). 
Per non parlare di cretinate composte lunghissime come "Scent Blotter Strips" o "Fragrance Tester Strips"... Però l'italiano non ha niente di meglio... Si dice, e fino ad oggi è andata così... Di solita rassegnazione. 

La nostra proposta è specifica, si adatta esattamente alla profumeria e non sembra avere i difetti della rigida concorrenza. In più giochiamo 9 lettere contro 10 e 10. In questo modo, non rimane nemmeno la scusante della preferenza, in una società molto veloce, per la brevità lessicale...

Proponiamo di sostituire il termine "mouillette" (e "paper-strip"), con il termine (assolutamente inedito): "olfattina". 

Olfattina: s.f. strisciolina di carta usata per testare i profumi (s.f.pl. "olfattine").

J!cky 2.0

sabato 7 dicembre 2019

Del potere della MET®. MicroEncap® Technology By JICKIEL®. Ex tenebris ad lucem.


La MicroEncap® Technology (MET®) è una metodologia tecnica, che permette di incapsulare, secondo gradienti di intensità (Thickness/spessore) variabili, alcune tipologie di "ingredienti", impedendo loro di fondersi nella composizione e di stabilire consueti legami con le alte componenti caratterizzanti il profumo. Il materiale microincapsulato modifica le proprie caratteristiche termodinamiche; per esempio, subisce una riduzione nella tensione di vapore (con rif. variabilità sostanze volatili). Rimane stabile a temperature di conservazione molto al di sopra e molto al di sotto, di quelle che occorrono durante la conservazione di profumi, e prodotti analoghi, nel pre vendita e nel post vendita. Acquisisce maggiori doti di stabilità complessive, in particolare alla luce. 
Ad analisi visiva, ad occhio nudo, l'applicazione della MET® (nel suo range min/max) non è percepibile: la texture del profumo apparentemente non subisce modifiche. Solamente in seguito alla sua erogazione ed applicazione, ovvero nelle condizioni di normale fruizione del profumo, il sottile strato protettivo si dissolve e libera il materiale protetto (in Bloom Delay/fioritura differita), che si unisce così al coro aromatico, in un modo del tutto nuovo e strabiliante. 
Fattori come l'evaporazione dell'alcool e la naturale umidità ambientale rendono possibile la disgregazione dei reticoli conosferici formati dalle nostre microcapsule. 
Grazie alla tecnologia che vi presentiamo, le cosiddette note di testa (ad esempio) pospongono la loro piena manifestazione al punto da estendersi e persino ricollocarsi in qualità di note di cuore. E molte delle cosiddette note di cuore sottoposte allo stesso trattamento di microincapsulamento traslano e prolungano la loro azione nell'area delle cosiddette note di fondo.
Grazie alla MET® possiamo incapsulare, ad esempio, i materiali più fragili o quelli più pregiati, come i nostri molto ambiti, noti e preziosi complessi feromonali, prolungandone e potenziandone l'azione. 
L'impiego della MET® permette di realizzare numerosi effetti sorprendenti (permette di realizzare ad esempio una vera Ghost Fragrance); rende incredibilmente più complessa l'evoluzione del profumo e ne aumenta la persistenza al punto da annullare, in certe condizioni, la necessità di ricorrere ai comuni fissativi.



Non utilizziamo polimeri inorganici. Non utilizziamo resine aminoplastiche/melamminiche. Non utilizziamo siliconi. La tecnologia MicroEncap® è assolutamente ecologica, completamente biodegradabile, atossica; ed utilizza innovativi materiali di origine organica. Tuttavia le nostre capsule conosferiche sono incredibilmente resistenti, affidabili ed efficaci.
Dati i costi molto alti di applicazione, garantiremo il loro utilizzo, in questa prima fase, solo negli  Âme de Parfum®: GOD e Le Diable Amoureux. 

   
Le Nuove Edizioni (aggiornate alla MET®) di GOD e di Le Diable Amoureux sono già disponibili. 
 

venerdì 6 dicembre 2019

Del doblone nel fecciume. Della profumeria meschina senz'anima né poesia, in vaga mestizia.

«Dilexit veritatem».
Stavamo osservando il panorama "umano" generale e specifico, le sue peculiarità miserrime. Cioè a dire il triste mondo là fuori, che è genericamente, uniformemente, talmente falso, che a giocare la sincerità in un mare di falsità si rischia uno tsunami, o valga ad es. l'immagine di scompaginare la mestizia tagliando i fili ai burattini di un mondo teatro immondo. Nella Profumeria se possibile c'è ancora di peggio! Infatti quando noi diciamo una cosa importante, nel consesso dei farabutti e delle farabuttone che si arrabattono per vendere (non profumi ma contenitori di profumi, forma e non sostanza), quelli sono talmente abituati all'iperbole e alla coglionata, che credono che anche noi si coglioneggi come loro... Cioè, similmente a quello che di loro stessi fanno, sono spinti a ridere di noi fraintesi, nella convinzione superficiale ed erronea che noi si sia come loro... E ancora capita, di questo gettar la maschera, anche ai massimi livelli, a Parigi. Di fondo c'è un humus di falsità, una consuetudine alla menzogna e all'ipocrisia. E' molto triste perché è dappertutto basta pulirsi gli occhi e la si può vedere: una fra tutte la consuetudine alla menzogna, vale anche per la cosmetica (ma quando mai una cazzo di crema antirughe è davvero antirughe? eh), la moda, etc... Questa consuetudine da taluni è stata persino elaborata o "intellettualizzata", condimento quasi poetico, c'è un... non facciamo il nome... stimato, che dice, che la Profumeria vende il sogno, l'illusione... e quindi dice, è giusto che incarti tutto di fandonie, che dica balle, tanto... di cosa sono fatte le illusioni? E il sogno è forse realtà? Così. Diceva. Quello. Ridendo. Ma a noi, veniva da vomitare allora, e viene da vomitare oggi. Noi non riusciamo a dire questo è fatto così, oppure noi abbiamo fatto questo e quest'altro, se la cosa non è vera. Non ci riesce. Non siamo capaci di mentire. Fa schifo? Siamo fatti così. Diciamo cose che indipendentemente da quello che possono suscitare, sono vere. Bizzarri? Eh... Dovete sapere (o ricordare se già lo sapete) che noi siamo stati fottuti, agli inizi, da un sacco di pallonari (bestie, bulli, sorci e soci gli uni degli altri)... Eh, se permettete, avremmo preferito non essere ingannati... E' accaduto ed è stato molto doloroso. Potevamo anche gettare la spugna disgustati ma abbiamo preferito lottare, e vincere. A volte il Bene trionfa sul Male. Ebbene, per quale motivo dovremmo fare al nostro prossimo qualcosa che abbiamo vissuto come devastante, ed altamente lesivo della nostra fiducia negli altri? Infatti, noi non diciamo balle. Cerchiamo sempre di essere sinceri, trasparenti. Se ieri sera uno di noi è caduto di faccia per il sonno inciampando sul gatto, non vi diremo che sia caduto a Cortina sciando! Non ci riusciamo. Non siamo capaci di dire una balla. O taciamo, o diciamo la verità! Se diciamo che un profumo è straordinario, vuol dire quello. Cioè vuol dire che è al di sopra dell'ordinario, che è così altamente desiderabile che noi stessi ci vestiamo di quello. Non è buono perché lo abbiamo fatto noi! Dovreste vedere gli occhi rossi insonni e le mani che tremano quando, dopo giorni di prove, siamo allo sbaglio numero... 10/20/30 e i flaconi di gelsomino sono vuoti, come quelli di castoreum, come quelli di civetone, e lo sguardo vede i vuoti e nel cervello la calcolatrice fa il totale, e ti ritrovi una schifezza di slambrotto in cui 1600 euro si sono mischiati così al fastidio, che vorresti spaccarti la testa contro il muro e piangere a dirotto! Poi si riposa coi sonniferi, con gli antidepressivi, e si va avanti. Un poco come Edison. Se oltre tutti gli sbagli finalmente si giunge a qualcosa di valido, e lo si perfeziona, capirete che lì invece la soddisfazione consola. Quando la consolazione diventa esaltazione... abbiamo un profumo JICKIEL. Ma il successo nel nostro caso non viene da paraculate, flaconi omaggio in cambio di recensioni, regalini, bocchini, e chi più ne fa più di vomito rimetta. La nostra riuscita, è sempre preceduta da infinita fatica e sofferenza e trova il suo trionfo non in quanto si percepisce in vil danaro ma in quanto si accoglie nel proprio cuore in gratitudine, lodi, soddisfazioni, amicizia. 
In profumeria tutto questo è incompensibile. Del cliente, a chi fa profumi, non gliene frega un cazzo. Se raccontiamo queste cose, di sacrificio, impegno ed esposizione economica immane (per il bene vostro) a chiunque ne produca, ci ridono in faccia. Loro i profumi li odiano. E odiano anche i clienti, tutti i loro clienti, senza eccezione. Se andate in profumeria con sguardo smaliziato, leggerete il fastidio che hanno per voi, loro_non_vi_vedono! Per loro siete solo forma ideale di banconota, che fluttua nello spazio. TUTTI. Fanno dei corsi di viscida persuasione, di intortamento, quello che volete, è verissimo. FINGONO. Vi sembra giusto? Abbiamo rifiutato i loro sporchi soldi, la loro appiccicosa "amicizia", ci siamo tirati addosso per questo valanghe di odio, risentimento e invidia. Ci siamo isolati per preservare la nostra integrità, ci siamo isolati per non farci contaminare dallo schifo che d'orrore loro rappresentano! 
Noi abbiamo combattuto per anni, per formaci al meglio del meglio, per mettere le mani sui documenti originali, le materie prime esclusive, etc. Togliere il fuoco sacro agli dei per ricondurlo a voi! Così facciamo dell'artigianato che aspira all'assoluto, applicando alle nostre creazioni, il meglio che la nostra ideale Profumeria e la forza della Tecnica ci offrono. 
I nostri fidatissimi conoscono tutto il resto, che non è spendibile (giustamente) pubblicamente, ma tutti gli altri fuori dalla grazia... Di grazia. Santo Dio, gli altri spesso sono veramente una croce. Arrivano, criticano senza ratio, non hanno rispetto per loro stessi figuriamoci per ciò che è altro da loro, non capiscono il valore delle cose, il valore delle persone (che col cazzo è lo stesso per tutte)... Se gli neghi un campione... ti insultano, e vanno di rancore, che nemmeno gli zingari cui neghi una moneta arrivano a tanta cattiveria... Satanassi. Volpi sceme che non arrivano all'uva. E si truccano. E spendono stipendi per somigliare a delle/dei clown terrificanti, ma quale Stephen King!? Viviamo in un mondo di pagliacci da film horror, questa è la verità, specialmente in profumeria, quella minuscola (che alla fine è un po' tutta), fatta di ruffianeria, imbrogli (o che dir si voglia nicchieria), taccheggio e cattiveria. Quella coi faretti ed i putti pitturati più delle puttane che vi prendono in giro lodandovi al bancone prima di mandarvi a fare in culo (a scontrino battuto), quella schifezza insomma... fatta di tester e di teste di cazzo. Che non è la nostra.

giovedì 5 dicembre 2019

Remember: Ice Age is Coming 1978 Science Facts

"...according to some climatologists within a lifetime 
we might be living in the next ICE age"...
Il "Global Cooling" degli anni '70. Video.

mercoledì 4 dicembre 2019

"Chypre 100". The Great Fragrance! The Astonishing Success! By JICKIEL®. Haute Parfumerie à Venise. HOP HOP ;)


Signore e Signori... Il migliore chypre al mondo in produzione. All'orecchio perché è 1) IL 2) MIGLIORE 3) CHYPRE 4) AL 5) MONDO 6) IN 7) PRODUZIONE!!! Ultramegasupersfavillantestrapiaciuto. Noi stessi prima di indossare Chypre 100 ci inginocchiamo e ringraziamo Dio tra lacrime di dolorosa gioia per questo MIRACOLO, ripesato e disponibile in un lotto da urlo. Non ha venduto, ha stravenduto. Ce ne chiedono di giorno e di notte, d'inverno come d'estate. Perché una cosa esageratamente bella non ha stagione né tempo! Non stanca. Causa dipendenza. Ricco, persistentissimo, esageratamente NATURALE. Lussuosissimo. Produrne ci costa uno sproposito. La volta che ne ripesiamo di più, prima rimaniamo senza. Diversi di voi si sono abbonati, chiedono di essere informati appena torna disponibile. Privatamente. FATTO. Al punto che, briuciati i pezzi su prenotazione mesi fa, ESAURITO era anche inutile scriverne. Il messaggio di questo post è che da qui alle feste natalizie abbiamo nuova disponibilità limitata e la NOVITA' è che offriamo ORA di Chypre 100, un formato più contenuto ed abbordabile. Abbiamo considerato "trotto", e invece l'andatura è da "galoppo". 

Gloria in Altissimis Deo, per omnia saecula saeculorum. 

Amen.

"CHYPRE 100", JICKIEL®. Haute Parfumerie à Venise: "Opération Coty".


"CHYPRE 100", JICKIEL®. Haute Parfumerie à Venise. PRESENTAZIONE UFFICIALE.



Il RITORNO di Ambre Antique F.C. 1905! JICKIEL® Haute Parfumerie à Venise!!!