...CONTENTI?

sabato 18 agosto 2018

Ambarabà Ciccì Coccò... Coco Mademoiselle Intense... Pfff...

2018, Oliver (fu Jacques) Polge. Forse. 
Sembra che secchiate di frutta di plastica siano precipitate sull'Ambarabà Ciccì... Coco Mademoiselle, una roba da sterminare la residua voglia di andare in profumeria. 

Non mancano base cassis ed etilmaltolo. Non è dichiarato ma c'è. Il vecchio Coco Mademoiselle, è rovinato. Questa versione è una strage, un dispetto. Dà fastidio. E' un segnale di retromarcia. Uno scacciamaschi, e forse in questo un tributo a quella grave malattia che sembrava debellata ed invece è tornata con il suo carico di scarampane e sceme assortite: il femminismo. Ma è una cosa già arrivata a destinazione. Ma come? Appena partita, e la corsa è già finita? Eccerto.

Troppi i muschi nitro-identici impiegati. Troppa la cumarina (non tonka), scelta assurda perché in un femminile dove il patchouli è già troppo presente. Un'arancia... che ti balla (che ti balla), nella pancia (nella pancia), etilvanillina da stufare un anosmico, finzione floreale turbo-hedionica (HC). 

Brutto Chanel, rifare! Sembra un profumo di min... sembra un profumo di nicchia. Fino a qualche anno fa c'erano i profumi di min... di nicchia, si erano nicchiati da soli, poi nessuno li nicchiava e finivano nei posti più sfigati del mondo a prezzi stracciati. Finì che boh, come le mode insulse un giorno finì. Siamo nel 2018, la gente ha mangiato la foglia. Il gatto mangia il topo. La vecchia pizzica. Da morir dal ridere, a parte le narici da lavare con la fisiologica: triste chimica impregnante.

Rating: ZERO

PS: Consigliati rimangono Chanel Coco Mademoiselle EDT ed EDP.

giovedì 16 agosto 2018

Mediocrismo (FREAK) e Profumeria.

Viviamo in tempi davvero disgustosi. Tempi paradossali dove ad ogni livello il brutto è imposto in luogo del bello. Il male è imposto in luogo del bene. Specialmente nei centri di ammaestramento pubblici: dall'asilo all'università ormai è tutto un dare la zampa, saltare nei cerchi in cambio di noccioline e ripetere a memoria cagate (per compiacere l'autorità ed ottenere vischiosi buoni voti e promozioni verso i più alti livelli della deformità). Dove le nozioni e le informazioni (manipolate, radicalmente deformate) abbondano ma l'intelligenza è repressa o mortificata [...], solo la gente d'abbindolo, gli scarti e gli scarafaggi vengono favoriti alla riproduzione. Delle carni dei migliori tra di noi fanno scempio. Il genio viene sistematicamente vessato, isolato, avviato alla distruzione o al supplizio di sé sui binari del solito via via di automi a perdere.


E' questa schifosa epoca in cui viviamo il Mediocrismo o Mediocrismo Freak, come lo chiamiamo tra di noi... con riferimento ai Freak Show (secoli XIX/XX).


L'energia propulsiva del Mediocrismo è il globalismo. Il globalismo è un progetto planetario elitario, di omologazione e sottomissione delle masse ad un unico gruppo di poteri transnazionali. La facciata dell'uguaglianza è più falsa del peccato originale, ma copre il vero volto del demonio. Il globalismo vuole masse geneticamente mediocri, deboli, spiritualmente azzerate. Vuole che la gente sia stordita ed obbediente e si incastri perfettamente nei cunicoli della morte che sono i tanti ruoli che il sistema prepara per i moderni zombie digitali, gli inconsapevoli schiavi che popolano la terra. Ma è necessario, da qui, circoscrivere ogni questione. Il sistema "educativo" occidentale è il primo nemico del cittadino: cerca in tutti i modi di appropriarsene ancora prima del concepimento, esige obbedienza contro la verità, contro la capacità del cittadino di intendere gli eventi in maniera autonoma. Alla resistenza impone l'isolamento e la morte. E' la sorte che tocca agli spiriti illuminati, al materiale genetico migliore, ai quozienti intellettivi più alti (i più pericolosi per il sistema). E' la sorte che tocca ai ribelli. L'Occidente non è mai stato così pericolosamente avvelenato (e non ci riferiamo a ciò che è comunemente inteso come "inquinamento"), e il futuro si annuncia da incubo [...].

Sta verificandosi un fatto strano ma logico, [...], la bassa scolarizzazione premia gli intelletti geneticamente brillanti: meno coercizione educativa (indottrinamento acritico), più spazio all'intelligenza. Università non ha mai risuonato con stupidità così forte in rima quanto oggi. Uno sbrodolamento della scuola superiore tra inetti (che altro è un insegnante di massa se non un fallito vanaglorioso, un incapace obbligato dalla propria incapacità ad aggrapparsi a titoli professorali senza merito né vera sostanza?). L'insegnante è quasi sempre (e solo) colui il quale non sa o non sa tradurre in pratica, è uno scarto e per questo insegna, insegna per esistere. E quali allievi formerà un cretino? Dei cretini. Noi non manderemmo mai un figlio in nessuna scuola omologante in nessuna latrina con la campanella e gli stupidi compiti a casa, meglio portarsi la famiglia tra i monti, o dove la deficiente legge sa fermarsi ed estinguersi su quel tratto rosso fuoco rosso sangue, che segna l'inizio invalicabile della proprietà privata e del diritto all'autodeterminazione del singolo.

Viviamo nell'epoca che esalta il deforme, lo stupido, il mediocre, lo sgraziato. Si esalta ciò che si butta e non è buono nemmeno per i vermi, si esalta ciò che si getta via, il torsolo nel bidone dell'umido, mentre si disprezza il trionfo della mela nella sua polpa rigogliosa sull'albero. Se sei perfetto devi lasciarti sabotare, devi spezzarti, divenire scarto [...]... sì, perché se funzioni senza difetto, se capisci ciò che non dovresti capire [...] per loro dovresti morire. Diventi un ostacolo al progresso nel regresso. Il Mediocrismo ti punterà come una preda e non potrai reagire che fuggendo, perché a muso duro contro il Mediocrismo si muore. Dovrai fare come con gli orsi tra i boschi, fingerti morto, e pregare...

Il nemico numero uno del Mediocrismo ha una forma, è identificabile... è il maschio bianco occidentale in età riproduttiva con un corredo genetico promettente (intelligenza, longevità, resistenza alle malattie, caratteristiche antropometriche ed estetiche).

[...]. Etichette. Hanno inventato etichette per silenziare le persone che non si adeguano al globalismo. Il Mediocrismo è bullo ma attacca le sue vittime chiamandole bulli. Il Mediocrismo è falso ma accusa il nemico di esserlo. Il Mediocrismo è razzista ma attacca le sue vittime chiamandole razziste. Il Mediocrismo è fascista ma dà del fascista all'oppositore. Il Mediocrismo impone alle masse la bruttezza in luogo della bellezza. Il Mediocrismo esalta la malattia e la sofferenza. Combatte la salute e l'aspirazione alla felicità. Diffonde una falsa conoscenza e una scienza ancora più falsa, minuscola e vile, corrotta ed imposta dagli interessi delle élite che governano il mondo, quelle dei grandi capitali.

Una volta un bambino difettoso veniva aiutato ad andarsene in fretta, e ai genitori si diceva andate e cercate di farne uno più sano. Oggi se nasce un mostro o la sua metà... tutti i soldi, le risorse, le attenzioni, sono per lui. Attrazione per il nuovo circo che è il mondo di oggi? No, modello! Il bambino sano non produce la stessa ricchezza, è colpevole della sua salute, non c'è enfasi per le sue qualità. E' sano e forte, è bello e intelligente, per questo è COLPEVOLE.
Per questo fa schifo al Mediocrismo Freak ed ai suoi miasmi. Se sei perfetto devi corromperti, ammalarti, morire persino (perché tu non generi ancora perfezione nella riproduzione). Se sei bello devono trovare il modo di sfregiarti, perché il Mediocrismo FREAK è diabolico ed alleva mostri, animali, esseri deformi e lividi, e non c'è spazio per la perfezione né per la divinità [...].

Il Mediocrismo nella moda rende ridicoli, abiti, atteggiamenti e trucchi e tatuaggi da clown da circo...

Il Mediocrismo in profumeria vuole donne che odorino di materiali cheap e anafrodisiaci che siano in orrore agli uomini (tra le ultime novità femminili e una corona di aglio non c'è una grande differenza in termini di sex appeal o gradevolezza). Ma le riviste femminili, i media, etc, sanno come lavare bene via dalle reti neuronali le capacità critiche e riflessive. Al maschile è quasi la stessa cosa. Cioè, "maschile" per quel che resta del maschio, s'intende...

Quello che noi possiamo fare è avere coscienza dell'epoca menzognera e malvagia nella quale viviamo. Smettere di credere a quello che ci viene imposto dagli oppressivi sistemi coercitivi nazionali e sovranazionali, consapevoli della loro forza motrice antidemocratica, disumana, materialista e perciò diabolica. Dobbiamo credere ai nostri istinti più profondi e radicali e cercare di liberarci dalle sovrastrutture che ci vengono imposte, se una cosa ci fa schifo ci fa schifo e basta, dobbiamo combattere la loro volontà che ci violenta perché ci piaccia.

Opporre allo squallore ripugnante del malvagio Mediocrismo (Freak), il culto per la perfezione, per la qualità superiore e per i valori assoluti che esaltano l'anima umana e non la reprimono e non la deprimono [...].
Da qui si serra ancora, circoscriveremo nuovamente l'argomento. Un piccolo giro di compasso per disegnare la perfetta isola dell'essenze più nobili e nobilitanti [...].

Noi concepiamo [...] profumi che valgano, e trasmettano valore.

Che meritino e diano meriti a chi li indossa.

Quando vogliamo qualcosa? Vogliamo così intensamente che l'otteniamo sempre e, i soldi cercano noi (per essere funzionali all'ottenimento della cosa che così intensamente vogliamo). Per questa unica ragione formuliamo i migliori profumi al mondo. Senza nessuna ristrettezza. Operando inversamente a come opera il resto del mondo, a maggior gloria di Dio [...].

Que le Très-Haut accepte les prières et les offrandes de ses plus humbles serviteurs, les protégeant et les récompensant maintenant et toujours, selon le juste mérite et la justice divine. Ses grâces et ses bénédictions descendent abondamment du ciel, de sorte que même les élus parmi les peuples puissent en jouir. Amen.

Non commentate per cortesia, non condividete, tenete questo post solo per voi, fedelissimi. Se lo intenderete ne avrete grande beneficio, lo abbiamo pubblicato con questa speranza. Grazie.

Non è un post per tutti, è pieno di censure, tagli e super tagli, enigmi e apparenti stranezze o ingenuità, invece è adamantino. Perfettissimo. 

Di quello che ne intenderanno o non ne intenderanno empi e miscredenti, (bah) frega poco, (puf) frega niente.

lunedì 13 agosto 2018

Dolce & Gabbana Light Blue Italian Zest Pour Homme

2018. Di: Pallino Pinco. Dirige il Maestro: Lindo Mastro.

Deh, oooh! 

(Siete caldi? Forza, tutti in coro):

...che brutta saponetta, che brutta saponetta, 

non piove che disdetta, che brutta saponetta, 

è plastica che brucia, è agrume nelle orecchie, 

che schi** si prospetta, fra tutte 'ste fetecchie...



RATING: MENO DI ZERO

mercoledì 8 agosto 2018

Givenchy. Live Irresistible + (NEW) Live Irresistible Blossom Crush.

2015 + 2018. Disgrazie attribuite a D. Ropion.
Abbiamo trovato Live Irresistible Blossom Crush nella cartella SPAM. Così abbiamo riesumato gli appunti del Live Irresistible 2015, e unica fascina ne abbiamo fatto una fo... una foca da traino, una fossa comune... un coso! Oppure? una ca... una casseruola, una nicchia, insomma un loculo.
Due pere cotte. Pane vecchio. Questa è la cena. La recensione nel vivo, coi cosi in mano (i flaconi!) è peggio...
Etilmaltolo. Scusate ma serve un sacchetto per il vo... tipo per il volo, ma cuciture rinforzate. Cooough! Ne serve un altro!!!
Note fruttate shampoo. Lacrime. La versione 2018 è la versione 2015 addizionata di peony acetonitrile e hedione hc. Scusate ma c'è un gattino sulla Sephora. Noi si va con la scala a tirarlo giù poi ci si rivede, se non cadiamo dalla scala battendo rovinosamente la testa sull'asfalto.

Abbiamo cambiato idea: tiriamo giù la Sephora con la motosega.

Rating: ZERO al coso 2015 e ZERO al coso 2018.

martedì 7 agosto 2018

Giorgio Armani (L'Oréal). Acqua Di Gio Absopfff...

2018, Givaudan.

Per la serie: "costi il meno che si può"*, L'Oréal è (quasi) lieta di presentarvi,
la sua nuova ciofèca acquadigiosa duemiladiciottosa.

Rispetto all'originale Acqua di Giò PH, questo è
stomachevole fruttato, ricorda 1 million, ma anche il bidone dell'umido in una casa vegana,
botta ambrocenidica, palle... cheppalle!

RATING: ZERO.

E' come il sushi. In che senso? Nel senso del sushi, se lo conosci.
E che senso ha? Senso... Come un senso... di nausea...

*alla produzione