...CONTENTI?

domenica 23 febbraio 2020

Tutto (o quasi) sull'influenza cinese (Covid-19).


I coronavirus ci son sempre stati, come quelli influenzali, delle bronchiti nei bambini, etc. Ci sono tanti coronavirus, e sono molto piccoli. Diamo un ordine di grandezza per i virus così riusciamo a immaginarli dimensionalmente? Sono 10-100 mila volte (e fino a 1 milione di volte) più piccoli della cellula. E il virus fuori dalla cellula è quasi come non esistesse, non fa nulla, prende il reddito di fannullanza. Ma quando per sua conformazione riesce ad entrare e poi deflagrare (con la liberazione del capside virale a nucleo elicoidale e bla bla bla) all'interno della stessa, è lì che fa paura.
Ma la gente ha fretta, non vuole sapere niente, si fida e vuole il vaccino. O che almeno, dato che si passerà qualche tempo in più in casa per ragioni di sicurezza, che trasmettano alla televisione dei programmi interessanti in chiaro...
Quando arriva questo vaccino? E' lunghetta, bisogna dopo l'identificazione esatta del virus (in questo caso sarà il cinese chiamato, nel nome del politicamente corretto, Covid-19, senza prefisso China), farne una clonazione, spezzettarlo, formare e capire la dose anticorpale efficace e ovviamente testarlo, per farlo ci vuole del tempo e molto denaro, senza dubbio ai ricercatori preme più la seconda parte che la prima, il tempo sanno prenderselo ma i soldi subito li dovranno cacciare i governi e l'industria (che spesso sono indistinguibili). Guardiamoli al microscopio, non i ricercatori! i Coronavirus!
Da dove viene il Covid-19? Sembra si tratti di un salto di specie*. In particolare potrebbe essere migrato all'uomo da pipistelli e rettili che vengono consumati come cibo in certe regioni della Cina (Wuhan).
La forma icosaedrica (sotto membrana) è molto spesso presente in questi tipi: 20 facce e 12 punti, che rendono la struttura del capside virale molto dura... Ecco, le antenne che spuntano sono le emoagglutinine e le neuraminidasi (endo-alfa-sialidasi), chi non le ha presenti? Se vogliamo un vaccino... si prendono queste estroflessioni, di solito da clonazione e si arriva agli anticorpi, il sistema di identificazione. Quando il virus entra nella cellula e la obbliga a lavorare per lui, poi la fa collassare ed entra in altre e lì forma il sincizio (dalla fusione di più cellule una massa plasmatica multinucleata), un tessuto biologico che viene cioè incasinato. Il danno di una infezione virale non è identico per tutti, dipende da quanto riesce a moltiplicarsi: tanto virus non è come poco virus infatti. Anche al clou è inutile insultarlo, tanto non capisce niente, infatti non è una creatura ma una codifica del dna (il coronavirus è un rna a singolo filamento, tipo una striscia di telegramma di merda che reca una notizia cioè schifosa). La cellula infettata dichiara pericolo tipo quando arriva una lettera da equitalia (cioè ancor prima di leggerla), a quel punto partono le cellule specializzate, le Natural Killer (linfociti NK) dell'organismo, poi lasciano spazio alle cd8+ (linfociti T) sempre killer, quando questi si alzano la curva del titolo virale comincia a calare. Questa sequenza di azione è abbastanza standard. L'influenza (che è una infezione virale) ha infatti un ciclo, di circa 5 giorni. Ma nel microscopico come nel macroscopico ci sono gli stronzi: il sistema immunitario è così impegnato che può subire l'aggressione di batteri che profittando della confusione entrano dichiarando magari di scappare da qualche guerra, insomma furbi e opportunisti; e profittano del sistema indebolito. Le Natural Killer (hanno licenza di uccidere) e le cd8+ sono cellule molto specializzate, non ne abbiamo moltissime, ma sono altamente efficenti e per fortuna i magistrati sono ignoranti e non guardano nei microscopi, altrimenti interverrebbero per rompere le balle anche lì. Per arrivare alla vittoria i bravi killer devono uccidere cellule umane, in velocità. Insomma, per uccidere il virus si devono uccidere le cellule infettate, le stesse dell'organismo. E' un intervento delicato, le cellule infettate esprimono l'interleuchina 4 (IL-4) che rallenta la capacità replicativa e dice al sistema immunitario: non ne posso più, colpiscimi. La tempistica del sistema immunitario deve essere più rapida dell'azione moltiplicativa del virus, oppure vince il virus. Si stima che il coronavirus cinese possa colpire il 60% della popolazione, cioè 4 miliardi e mezzo di persone. Speriamo abbiano sbagliato le stime e si possa soffocare senza danni eccessivi.
Le mascherine? servono a poco perché il virus entra anche dal vaso lacrimale degli occhi, infatti se vedete allo Spallanzani, hanno gli occhiali davanti. E le mascherine del dentista non servono perché sono fibre rade e il virus ci passa attraverso.
Possiamo fare quindi cosa? Aiutare il terreno: fare in modo che l'organismo, il sistema immunitario, sia rapido nel bloccare la moltiplicazione del virus.
Poi. Cosa succede, se arriva in quel ***** di casino che è il continente di Cam?
In africa ci sono 30 milioni di cinesi, che viaggiano... Se scoppia là qualcosa è un problema che finalmente farà usare gli eserciti in modo sensato (punto interrogativo). Evitiamo qui di parlare del filovirus innominabile o diciamo solo il suo nome e poi facciamo finta di niente? Ok, non parliamo dell'ebola...
Questo Covid-19 in Italia ha la possibilità di infettare il 60% della popolazione, secondo le stime, cioè 40 milioni di malati, con mortalità dell'1-2% che vuol dire 600 mila morti! L'esercito italiano nella II° guerra mondiale ha perso 330 mila soldati...
La Cina (la dittatura cinese) sta blindando tutto tardivamente, non si capisce se per reale convincimento o se per far contenti i governi occidentali.
Avremo una epidemia? Questo virus è meno pericoloso della sars ma è molto più trasmissibile. Si devono evitare gli assembramenti. Come i locali pubblici, bar, etc. Speriamo si possa circoscrivere e contenere, come dice lo studio di UBS per i mercati finanziari, di qualche giorno fa, entro metà marzo.
Come mai l'Italia è particolarmente colpita? Siamo un paese *********. Ma occorre anche dire quello che i media non vogliono dire, e cioè che l'Italia è il primo paese dell'Unione Europea per abitanti cinesi. Sono 300 mila (più irregolari) mentre in Germania ad es. sono solo 100 mila. I cinesi a noi piacciono molto, il problema è che hanno complessivamente un brutto carattere, non salutano e se ne fregano delle leggi e degli abitanti dei paesi che li ospitano. Sono maleducati e incattiviti, per colpa della diabolica dittatura dalla quale provengono, che è una cosa insopportabile: infatti gli americani programmano una enorme guerra entro il decennio corrente per eliminare il Dittatore Xi Jinping (che i media occidentali servili e scemotti chiamano "Presidente") e tutta la tirannide che tanto male sta facendo ai cinesi e al mondo.
Perché i primi casi in Veneto, Lombardia e Piemonte?** La principale relazione del nostro paese con la Cina è commerciale. Sia di italiani che di cinesi in Italia da e verso la Cina. Il PIL regionale spiega poi tutto (o quasi) il resto... Anche le rotte turistiche, abbastanza note, evidenziano la maggiore frequenza di contatto e quindi il maggiore rischio di trasmissione. Quasi la metà delle attività commerciali a Venezia è in mano ai cinesi, in Veneto fanno quello che vogliono, e ci risulta sia lo stesso anche in Sicilia (per dire), non va bene così. Non si sa nemmeno quanti siano. Ma vale per tutti gli stranieri in Italia, perché il nostro non è evidentemente un paese serio e rispettabile, se gli stessi cinesi ci chiamano ormai "baizuo" (e ridono allegramente di noi)...
Come difendersi dal virus? Igiene massima, "campana di vetro" può andare bene... Ricordate che oltre alla trasmissione diretta vi è quella sugli oggetti! Dagli studi scientifici recentemente consultati, detto virus risulta essere parecchio appiccicoso, quindi pare abbia aderenza alle superfici di contatto particolarmente ostinata (in ogni caso pare che all'aria non possa vivere più di 24-48 ore). Poi. Potenziare le difese immunitarie, che è quello che stiamo facendo già per la normale influenza, per noi stessi e i nostri tanti anziani. Spingere i sapientoni dei vaccini a lavorare (ma lavorare veramente) anche di notte, anche a spintoni, purché producano entro l'autunno 'sto cazzo di vaccino. Obbligare a dimissioni il governicchio incapace attuale entro pochi mesi e votare con la testa alle prossime elezioni (che è quello che in Emilia Romagna e soprattutto nella rossa e accoglionissima Bologna, in maggioranza, non hanno fatto). Salvini non ci piace per niente, (molte sue posizioni e molti suoi slogan sono ridicoli) ma quando allinea i suoi pochi neuroni non c'è gara, in questo momento l'offerta politica in questo paese è terrificante, soprattutto a sinistra. Se si evita di guardare ai fronzoli, si comprende che l'Italia non può andare lontano se persevera nell'errore. La plastica ad es. è uno straordinario presidio igienico, non ha senso insistere con l'allarme che riguarda questo materiale amico e non nemico. Non c'entra un cazzo l'ambiente con la sofferenza mentale e fisica che le persone stanno subendo in questo mondo immensamente stupido e forse proprio per questo "globalizzato". L'Italia è una Repubblica oligarchica e non democratica, questa stortura va corretta.
E dall'Europa si deve trovare rapidamente il modo di uscire! Si può e si deve, c'è modo di ritrovare ricchezza e benessere facendolo, senza che gli italiani ci perdano un euro, o una lira.
Per quel che riguarda la profumeria, ricordiamo che i profumi in genere hanno un potente effetto antibatterico e, a seconda della composizione, anche antivirale. C'è ampia letteratura scientifica sull'argomento.
Infine cercate di evitare lo stress, e la paura (che è uno stress particolarmente debilitante)***. I giornali vanno sempre letti con molto senso critico, perché operano per fini diversi dal vostro e nostro interesse. In generale si dovrebbe, stando a quanto è noto, chiamare "influenza" l'attuale oggetto delle nostre preoccupazioni, perché, seppur ostinata, tale è.
Ai nonnini che sentiamo/visitiamo ogni giorno, non abbiamo fatto parola di quanto accade, nei termini mediatici, per non preoccuparli inutilmente, al momento tutto per loro è normale (fortunatamente dopo i 90 anni l'interesse per le strobazzate dei telegiornali si azzera), però per difenderli da eventuali contatti virali provvediamo integrando la loro dieta con cibi specifici e rimedi collaudati ed efficaci, spiegando che fuori c'è una forte influenza, che in particolare quest'anno evolve in polmonite facilmente. Finite le pillole magiche torniamo a ragionare creativamente di altri temi tutti molto importanti. Raccogliamo eccezionali testimonianze storiche, facciamo profumeria ed arte e se con qualcuno c'è da recitare il rosario lo recitiamo volentieri, perché anche pregare con persone di profonda fede è... veramente bello.

*Anche il virus della rabbia è un salto di specie, poi... il maiale che dal messico passò al texas e poi dal texas in europa con la prima guerra mondiale diffondendo la terribile spagnola, che gli spagnoli propriamente c'entravano niente, casomai era messicana... 500 milioni di infettati e 15 milioni di morti...

**Infezioni non diagnosticate non sono inesistenti, crediamo probabile che i casi di infezione da Covid-19 siano già riscontrabili in altre realtà italiane, in regioni ad oggi apparentemente non toccate dal problema, e che ritardi di identificazione siano imputabili a inefficienze specifiche, ma anche a strumentalizzazioni politiche e mediatiche. Perciò invitiamo alla prudenza anche chi pensa che il problema non riguardi la propria quotidianità.

***Random. Fare cose piacevoli riduce lo stress, provare piacere da attività o stimoli sensoriali (musica, profumi). Quando sale il testosterone (sesso, immaginato o praticato), scende il cortisolo (che è uno degli ormoni dello stress più stronzi). Ridere o divertirsi. Fare del bene. Dire quello che si pensa ogni volta che si può (la libertà di espressione è infinitamente importante, chi la reprime ammazza la gente e non se ne rende conto). Minimizzare l'uso dei "social" e diffidare dei mass media che ormai sfacciatamente costruiscono le notizie e le organizzano per reprimere le libertà dei lettori e per imporre loro visioni del mondo e convinzioni del tutto dissennate. Cercano di mettere uomini contro donne costruendo assurde trincee, vale anche per le coppie omo che il sistema vuole divise, o per genitori e figli che similmente vengono spinti al conflitto e alla divisione. No? Fino al prenditi sto cazzo di cane e non fare figli per salvare st'altro cazzo di pianeta... Delirio puro eppure, la gente come la metti sta... Ma voi, siete soprammobili!? Generare figli è un comando di natura che ogni donna in salute dovrebbe eseguire per l'immensità di quell'atto d'amore e creatività che la rende così grande e simile a dio... E nessuna cazzo di cultura potrà mai ergersi così in alto, un figlio perfetto è infinitamente al di là, della più grande delle opere d'arte che l'intelletto umano possa concepire. Chi ha convinto le donne che sia più importante di tutto una carriera di qua o di là che avere una bella famiglia, doveva invidiarle ed odiarle profondamente... Chi invece sta imponendo la sostituzione etnica (che riteniamo devastante soprattutto se africana) odia visceralmente ognuno di noi, senza distinzioni di genere: non vedono l'ora di toglierci la voglia di vivere e di sorridere, di sperare e di guardare al futuro... Dobbiamo imparare ad ascoltarci dentro, e non avere paura delle etichette che useranno per cercare di schiacciarci. Noi sappiamo che tutto quello che è stato giusto per millenni non può diventare ingiusto per un capriccioso segno di penna di qualche marionetta dei potentati economici! Dobbiamo parlare come abbiamo sempre parlato e spaccare la bocca a chiunque, tendando di impedircelo, ci volesse depressi e malati e più malati e soli e indifesi! E' ora di dire basta, e di pretendere al potere della nostra comunità qualcuno che non racconti palle ma abbia veramente le palle e dica basta! Aspettiamo l'Uomo della Provvidenza come si aspetta il Messia. Intanto, consapevoli di non avere più utili alternative, ci tocca digerire il capitone... La felicità come la salute si conquistano, ma una volta conquistate vanno difese, con ogni mezzo.

sabato 22 febbraio 2020

The Masque of the Red Death.



"The Masque of the Red Death", in origine pubblicato come "The Mask of the Red Death: A Fantasy", è una storia breve di Edgar Allan Poe, pubblicata per la prima volta nel 1842. 

domenica 16 febbraio 2020

Narciso Rodriguez Fleur Musc For Her Eau De Toilette Florale Pfff...

2020, G. 

Succede al Fleur Musc (2017) la versione DDT. No, cioè... EDT. Noia squadrata numero? Pfff... E' tutta una filiazione da l'eau for her (2004-06-13), for her in color (2011), muschi bianchi col secchio, geranium nitrile, base rosa, patchouli, cacio e pepe. La nuova edizione leggera fa molto lavanda (ma dove?)... vagi... vagito? (ma dove?)... Eh, dove va Mario... va Gina! Alè! (ma com'è?)... E' rosa patatina infiammata, abrasa. Se dolore ti farai, io starò attento a ricucire i tagli senza stringere mai. Va bene birbante... Ma è un profumo da signora o è un profumo che s'ignora? La seconda che hai detto... Visto letto approvato, s'ignora e s'ignori. Così sia!

RATING: ZERO


L'angolo di Attilio. 

 

 

mercoledì 12 febbraio 2020

Nuovino Dior Homme. I'm Your Man. 10 modi per vincere la depressione senza incorrere nella prostatite femminile.

2020, Francesco Demacchio.
Scritto in colla e forbici, di a da e con (la collaborazzione con due zeta di) Attilio Givoldani. 

Generico profumetto, circonfuso, sconfuso, e legnoso. Pulitino e poveroso (da povero e non da polvere), iso e super/cashmeran. Il coso cosante ed affastiglioso che nemmeno Robert Petting & Son avrebbero mai voluto assentire. Ass da ass. E sentire da pippare alarico alacremente (col tempo inclemente), senza assorbente! Che a flu non fotte! Ambrocenidico ambranatissimo, non un flanker (o un gianflanker) ma proprio messo molassalallillè* (a casso con una esse). Pepe Rosa, laterale di Via Antani (come se fosse Dior Homme), ma non gli somiglia. Mele niente. Pere niente, ecco. Per niente! 

Ratti: ZERO

*Molassalallillè o molassallelillà.


L'angolo di Attilio. 

 



Non perdete nel prossimo numero:

 

I 10 modi per vincere al lotto uno gnu a cui dare del tu.

domenica 9 febbraio 2020

Il pensiero unico e la repressione della capacità critica nell'itaglia che raglia.

 
Il principio filosofico che il potere deve basarsi sul massimo di consenso e sul minimo di repressione si è affermato in Occidente attraverso una certa libertà di pensiero e di critica come valore, ma adesso il sistema mediatico organico ai potentati economici che controllano il mondo, tende a presentare la capacità di critica (dalla quale è nata la rivoluzione scientifica sennò saremmo ancora al sistema tolemaico) in chiave negativa: chi ragiona e chi critica è additato come pericolo pubblico e viene condannato. Represso, perseguitato e persino incarcerato. La restrizione alla libertà di espressione e di pensiero ha raggiunto vette terrificanti, ma la gente ammaestrata ed inebetita non intende l'incubo nel quale stiamo sprofondando tutti. Ci sono una enormità di temi, storici, scientifici, sociologici, culturarli, che vengono imposti ai cittadini schiavi dalla scuola alla tomba. Non si ammettono voci fuori dal coro, tutti devono uniformarsi, ridere quando lo dicono loro, piangere quando lo dicono loro, pensare, parlare, mangiare, bere, curarsi, vivere o morire, come dicono loro.

Il 95% del sistema comunicativo racconta che le fake news verrebbero sparse in rete da misteriosi siti o blog corrispondenti al 5% libero dalle loro tenaglie... ma le fake news più importanti e più pericolose, sono le intere loro visioni complessive, sono il TINA (There Is No Alternative), quel modo di presentare le cose del mondo per il quale non c'è nessuna alternativa a che il mondo non vada come va, cioè? Il solo mondo possibile, il mondo che impongono loro impedendo ogni critica. Ma il mondo è una nostra proiezione! Ma loro dicono NO, è una realtà solida compatta immutabile: devi credere a tutto quello che dicono, e quello che dicono è la fake news principale. Impongono falsità ogni giorno, spingendo la gente a credere alle stronzate necessarie a realizzare i loro obiettivi e a tutelare i loro interessi schifosi, economici e politici, di controllo e sfruttamento delle masse! Il razzismo ad esempio. Discriminare non ha nulla di sbagliato in sé: è ovviamente più elevata facoltà intellettiva che il non distinguere le differenze, ma questo viene negato pervicacemente. Razzista è diventato un insulto ma non si azzardino a tentare di spiegarne il perché. Hanno elaborato etichette per identificare l'intelligente come stupido e lo stupido come intelligente. E siccome la gente vuole sembrare intelligente, assume l'idea che viene presentata come tale. Vale per il cambiamento climatico, i vaccini, il cancro e la chemio, l'olocausto, l'invasione dal terzo mondo, il deforme come modello da tutelare, l'ecologismo, l'ateismo, le razze umane, il nazismo, il fascismo, il comunismo, ma anche per fatti e notizie, o scontri tra individui, dove "intelligente" e "nella ragione" è sempre quello che è omologo al sistema... Se Rita Pavone ha difeso le posizioni di Salvini la massacreranno, mentre se un cretino paraculo insignificante avrà manifestato entusiasmo e sostegno alle ONG... proprio quello vincerà il Festival di quel cazzo che è...
La vita è breve, ma molta gente accetta di perdere le giornate facendo la differenziata convinta dallo stupido eco-bla-bla-bla, pagando peraltro l'asporto rifiuti 5-10 volte più che in passato, e non come sarebbe giusto visto il sacrificio schifoso 5-10 volte di meno. E molte altre assurdità, e ingiustizie.
Non possiamo più uscire di casa tranquilli che veniamo rapinati o troviamo le nostre abitazioni sottosopra per le visite dei ladri. Droga. E gli autori dei reati sono sempre la stessa ****** gentaglia. Li arrestano a volte, per liberarli la sera stessa. Non solo ci invadono e ci costano milioni di euro e infinito disagio e/o disgusto, sfruttano il nostro sistema deridendo la stupidità del paese che li accoglie, liberi di fare quello che vogliono, protetti dagli interessi di una precisa ripugnante classe politica, da leggi assurde, e diritti speciali, fino a privilegi come gratuità in infiniti ambiti che sono totalmente preclusi agli italiani. Agli italiani veri*. Poi vediamo il voto masochista in Emilia Romagna e capiamo che, salvo intervento della Provvidenza, questo paese è sempre più avviato verso il soffocamento, nella merda.

*A nostro avviso dovrebbe essere italiano solo chi ha almeno un genitore italiano, o chi è stato legalmente adottato, indipendentemente dalla razza di appartenenza. Il matrimonio dovrebbe dare diritti che però siano provvisori fino al 10° anno di matrimonio (contro le frodi). Lo ius soli è un furto ai veri italiani, non è ammissibile e potrebbe essere concesso solo su approvazione popolare (dei cittadini italiani), tramite referendum periodici. E' poi evidente che certi immigrati sono felicemente assorbibili mentre altri no, questi ultimi pesano e peseranno come ipoteche sul nostro futuro per secoli, in quanto non avranno possibilità di fondersi con la popolazione italica e quanto più saranno numerosi tanto più arrecheranno problemi. Gli stranieri nati qui dovrebbero mantenere la nazionalità dei genitori, pagare una tassa di permanenza per i costi dei servizi, in qualità di non aventi diritto agli stessi, e votare alle elezioni degli stati d'origine, non certo di quello che li ospita magari controvoglia. In Cina non basta sposare un cinese per diventare cinese. E in Cina non si entra senza permesso e sono periodicamente verificati i requisiti richiesti, se non si serve più si torna da dove si è venuti. E si riga dritti, e quello è una ***** di paese. L'Italia è (era) un paradiso e potrebbe tirarsela fino al cielo, niente. Non ha l'autostima sufficiente a liberarsi dalle briglie eurocratiche, si flagella, e nel tempo libero si cosparge di letame... E tutti zitti. Ammaestrati al silenzio dai quotidiani di regime e dalla diffusa tirannia omologante.

mercoledì 5 febbraio 2020

Decostruzione dell'Artwork Animato di "WOTAN SHOCKING LEATHER", JICKIEL®. Com'è fatto? Le 23 immagini nella GIF animata...
























Siamo felici che la nostra grafica sia tanto apprezzata e vogliamo aiutare tutti a leggere l'ultima, che ci è valsa una fantastica email da uno studio molto importante, che realizza cose molto sofisticate per importanti marchi di moda. Lavoriamo col Paint... nemmeno sappiamo usare Photoshop! Eppure ci dicono, il risultato è straordinario... Mmm... Grazie! 

Orbene. Queste sono le 23 immagini che scorrono negli occhi quando si osserva l'animazione di WOTAN SHOCKING LEATHER. Ci sono voluti giorni. Come funziona? proviamo e riproviamo finché tutto è perfetto. Ogni cosa che facciamo opera (anche) nel subliminale, ma in questo caso, finalmente si capisce (forse si capirà), quanto. Di vertigine, profondità. 23 livelli, e in ognuno? molti altri, simultanei. Per inciso, è salubre. Fa bene! Quella? è una storia d'amore moderna, nella quale, alla fine delle contorsioni, e vissero tutti felic_issimi e content_issimi. No davvero, non manca niente. E' grandioso. Ed è un profumo sconvolgente. O come dice l'ottimo Francesco (di Genova): "è un profumo fighissimo che mi fa sentire benissimo". Tutto quello che fa bene e che fa stare bene, per noi va bene. E se poi fa sentire benissimo, è la volta che ci commuoviamo. Perché adoriamo il massimo, e incessantemente fatichiamo tanto, per ottenere proprio quello.