...CONTENTI?

mercoledì 19 giugno 2013

E' LUI. Il profumo maschile che consigliamo oggi: è un fantastico Molyneux del 1975 (è la fragranza che indossiamo con le più grandi soddisfazioni negli ultimi mesi)!


Ante Scriptum (2015 May 15):

Per recuperare la versione orginale del 1975, di cui si è tanto argomentato in questi mesi, inseriamo oggi 15 maggio 2015 il seguente link verificato e autorizzato dal Blog:



Muschio di quercia (a lot of) e verbena o erba luigia (lippia citrodora), limone, coriandolo, noce moscata, foglia di violetta, rosmarino, patchouli, zibetto, sandalo indiano, un gran bel tabacco doré, chiodi di garofano, lavanda, muschio, tonka e una hint di vaniglia.

L'idea del lancio del profumo viene concepita nell'ultimo anno di vita di Edward Molyneux (il Capitano), al quale viene dedicato.

Il design del flacone è affidato a Pierre Dinand (geniale creatore di flaconi celebri come Eau Sauvage di Dior e Opium di YSL).

I flaconi giusti e meglio conservati sono un prezioso intreccio di  godibili Qualità, Storia e Rarità.


Captain Molyneux è Bellissimo.

 E' tutto quello che, oggi, in profumeria, non si può più avere né fare.

Captain Molyneux, first formula (1975-1980) è un fougère molto frizzante. Gli ingredienti sono amalgamati tra loro in modo sorprendente, è difficile scomporre questa eccezionale fragranza, perché abbondano i naturali e mancano all'appello alcune molecole chimiche a cui oggi siamo abituati. Per dire: sentire vero legno di cedro virginia al posto dell'iso e super (brevettato nello stesso anno del lancio di Captain, il 1975), è un reset implacabile. Un tuffo nel naturale che è anche un arretramento dal chimicume contemporaneo.

Captain è un profumo del passato? La risposta è no, per niente.
 La struttura di Captain di Molyneux è trasversale rispetto agli stili e ai generi: è elegante come Patou Pour Homme, dinamico e squillante come uno Chanel Sport contemporaneo, ed è bello rotondo: le concentrazioni percentuali di fragranza nel profumo finito erano, come noto, molto più alte in passato di quelle a cui oggi siamo abituati.

Senza Captain di Molyneux, non avremmo avuto una florida discendenza; tra gli altri, degni di citazione sono Green Irish Tweed di Creed (1985) e Cool Water di Davidoff (1988).

Captain è stato riformulato ed alterato nei primissimi anni '80, e di nuovo negli anni '90, diventando il fantasma di quello che era.

L'analisi grafica corretta è questa (in pratica i Captain con la Vela sono i riformulati):

A), la prima versione: immenso successo internazionale per la V1:


1974-75/1982 ORO PURO 
RATING: 5/5


B): riformulazione e depressione per la V2:


1982-1990 DECLINO e PORCHERIA:
RATING: 1/5


C): Trauma commerciale e pausa.

Anni '90 fino ad oggi.
LA MONNEZZA:
RATING: ZERO



24 commenti:

  1. Complimenti per la meraviglia della descrizione... la curiosità è tanta, ma... c'è un ma... a cosa servirebbe acquistare un esemplare, innamorarsene e poi rimanere "vedovi" perchè un'ulteriore acquisto sareppe impossibile...? Lo stesso motivo che mi ha fermato dall'acquisto del Patou Homme... è come vivere una storia d'amore a tempo determinato. D'accordo mi direte, basta viverla... No, con i profumi è un po' diverso. Si ha la necessità che ti siano sempre accanto. Oramai lo sapete, sono un decadente ortodossissimo... :-)

    P.S.: intanto ho trovato l'amatissimo primo Knize Sec del 1985 ( scatola rossa con caratteri dorati)... nulla a che fare con l'attuale. Vivi per ore immerso nel cuoio incensato, nel labdano tabaccoso... quello attuale è una comica ( eppure ha successo con le donne rispetto al vecchio, mah! misteri)... la prima nota è simile a quel sintetico che si avverte quando s-cellophaniamo un mazzo intonso di carte da gioco: plasticosa, simil-resinosa... boh... poi pallori di ricordi d'incenso. Durata (del nuovo intendo): 20 minuti! Vergogna!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao,
      se ne trovano. Ed è per quello che per sicurezza ne abbiamo almeno due a cranio. Retate in mezza Europa.
      Esistono poi dei 120 ml e dei 240 ml, come dire un paio ed è "a vita".
      J!

      Elimina
  2. Questo Post è magnifico, il vostro stile, il vostro gusto estetico sono incantevoli. Mio padre ha nella sua collezione un Captain di Molyneux ed è fiero di quella fragranza, per lui la migliore mai creata per un vero uomo di classe.
    Io la trovo brillante, legnosa, polverosa, dolce, strana. In poche parole unica e bellissima, e sono contenta di scoprire che anche voi ne siate estimatori.
    Vi ammiro, siete ferrati in tutto e stata facendo un grande lavoro.
    Grazie di esistere!
    Magica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, lavoro di equipe.
      Lieti di trovarti in sintonia col nostro entusiasmo per Captain, sinceramente se non trovavamo questo Molyneux ci soffocava la depressione, le novità sconvolgenti scarseggiavano, sia nel nuovo che nel vintage.
      Grazie delle belle parole e del supporto.
      J!

      Elimina
  3. Bellissimo modo di spiegare profumi e moda.
    Parole chiare, molto stile.
    Complimentoni, siete i migliori!

    RispondiElimina
  4. Ciao Jicky,
    l'ho provato! Ora che inizia a fare fresco mi piace ancora di più, così avvolgente e morbido nelle note di cuore! Così naturale! Oakmoss bellissimo, agrumi e spezie che sembrano appena colti, è molto profondo e non ha gli odori sintetici a cui oggi ci hanno abituato.
    Per gli anni che ha il mio flacone prezioso penso sia un miracolo, è bellissimo e ricevo un sacco di complimenti, nessuno lo riconosce, e suona poi esclusivo e fico dire Molyneaux....

    Magica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il primo Captain è un profumo della stessa pasta del Patou Pour Homme, buongustaia!
      ;)

      J20

      Elimina
  5. Ciao Jicky, ho appena visto il tuo link per chi fosse interessato ad un acquisto da un rivenditore sicuro. Ha tre formati, come sai; 125ml e 250ml, ma dai dialoghi soprastanti, tu citi formati in circolazione da 120ml e 240ml. Quindi esistono versioni originali leggermente in surplus quantitativo. Prima di acquistarlo vorrei potessi alleggerirmi dal dubbio. Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Ciao Guendalina,
      fiuuu, tra noi si fa la gara di memoria.
      Mah, è una svista, i formati sono 60, 125 e 240.
      E' facile sbagliarsi perché si ragiona di logica, di solito ci sono 60-120-240, ma se uno ti fa 125 devi moltiplicare per 2 e fare 250.
      Se però il vetro è una opera dell'artista Pierre Dinand, quello di Opium, Eau Sauvage, Obsession, quell'ansa e quella piega possono dirsi più adatte per altro riempimento e così ecco 60 125 e 240.
      E' la stanchezza...
      Al momento, dicendolo sottovoce, non esistono falsari che operino su profumi così vecchi... ma ssssss.
      CMQ all'indirizzo che ti abbiamo dato noi, c'è uno serissimo e scrupoloso, non corri il minimo rischio, è certificato Jicky-Friend.
      Ciao!
      J!

      Elimina
  6. Grazie, spero vorrai perdonarmi se spacco il pelo in quattro, ma sono diventata diffidente. Ora, con il tuo placet non più. Abbracci super sinceri, come il vostro modo di operare e riferire.

    RispondiElimina
  7. ciao sono duchamp. vi ho scoperti da poco accidenti a voi.
    ho comperato un molyneux da 125. sotto il flacone c'è scritto utif pomezia ???
    è un clamoroso falso ? spero di no !
    ah, il 125 non ha il dosatore spray

    RispondiElimina
    Risposte
    1. H@!o Duchamp.
      No, al contrario, quella scritta era un obbligo imposto dalla dogana, è la licenza sulla vendita di prodotti importati di tipo alcolico.
      Da questo punto di vista, è qualcosa in più e non qualcosa in meno.
      J.

      Elimina
    2. che dire ? siete nei preferiti e ci restate ! grazie !

      Elimina
  8. Odi et Amo...Vi odio e vi amo.. mia moglie vi odia soltanto però..

    A causa Vostra (grazie a voi in realtà) ho acquistato dal vostro satellite (bisognerebbe dare un 5/5 pure a lui..preciso, cordiale, competente e tante altre belle cose..):

    Captain Molyneux 240 ml
    Il primo Red di Giorgio Beverly Hills 100 ml
    Rockford Atkinsons classico 50 ml
    Nino Cerruti (quello del 1978) Schiuma da Barba 150 ml

    Bhè..non ci crederete ma sono più eccitato all'idea del risentire la fragranza del Cerruti e del Rockford che al pensiero che mi stanno arrivando altri due gran bei profumi come oggi non se ne fanno più..

    Se non era per voi .. avrei continuato a ricordare orgasmi olfattivi infantili buttando soldi (non gigliati) alla ricerca del vecchio piacere in nicchie senza sale e pepe...

    Appena arrivano... mi concedo un paio di giorni per fragranza.. e poi magari dopo qualche lacrima di commozione (se mia moglie scopre quanto ho speso le lacrime abbonderanno).. racconto l'incontro con i nuovi e vecchi amici..

    grazie ancora... ;)


    Vale et Valete

    RispondiElimina
  9. Cari Jicky 2.0,
    grazie al vostro blog mi sono imbattuto, da profano, nel Captain Molyneux comprando un 125ml dall’affidabilissimo Pier qui a Venezia (e che consiglio a tutti i cercatori).
    Con Captain tutto cambia, adesso niente può essere lo stesso. E’ incredibile!!

    Inoltre amando oltremodo il vetiver, sono da qualche anno un Guerlain Vetiver “addict” e su suggerimento di Pier e studiando qualche vostro post ho preso anche un Lanvin Vetiver Pour Monsieur fine anni ’60. Ancora nel cellophane e con vari sigilli del produttore e delle dogane, impolverato da anni e anni di giacenza in un seminterrato fresco e rimasto lì per oltre 50 anni. Non vi dico l’emozione nel cercare di aprire chirurgicamente la confezione e poi l’epifania di una fragranza antica. E’ proprio come voi scrivete sempre, la differenza esiste!!!

    Complimenti vanno fatti al vostro lavoro e progetto che mi pare di una portata destinata a grandi cose. Il mio mondo è quello del suono, il vostro lavoro mi ricorda una figura come quella del grande John Cage, tutto dopo di lui è cambiato!
    Buon lavoro a tutti, ed è bello sapere che tutto ciò sta accadendo a Venezia!

    Federico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Federico,

      lietissimi della tua grande letizia! Hai nominato due profumi eccezionali. Del Captain si è detto, è fantastico... ma del Monsieur Lanvin Vetyver dovremo dire, perché (specialmente i primi, come quelli trovati dal bravissimo Pier) si tratta di grandi profumi del passato, che se ben conservati (com'è il caso certamente dei tuoi) arriva tra le nostre mani come un dono dal cielo. Sviti, e volano fuori cori di angeli... Profondità e sfaccettature di tradizioni perdute, di materiali a volte letteralmente scomparsi. Pensiamo alla rosa di grasse, ma vale per un sacco di altri naturali, e per molte basi di profumeria che si sono smarrite con la chiusura dei laboratori che le creavano. Se fosse algebra, quante volte ci starebbe il Vetiver di Guerlain attuale (che è ancora un buon profumo) dentro la tua recente conquista? 3-4 volte? più di 5? Sono altri sistemi compositivi, altri pianeti.

      Un abbraccio fortissimo, e grazie dei complimenti e delle gentili parole ;)

      Jicky 2.0

      Elimina
  10. Cari Jicky 2.0,
    grazie al vostro blog mi sono imbattuto, da profano, nel Captain Molyneux comprando un 125ml dall’affidabilissimo Pier qui a Venezia (e che consiglio a tutti i cercatori).
    Con Captain tutto cambia, adesso niente può essere lo stesso. E’ incredibile!!

    Inoltre amando oltremodo il vetiver, sono da qualche anno un Guerlain Vetiver “addict” e su suggerimento di Pier e studiando qualche vostro post ho preso anche un Lanvin Vetiver Pour Monsieur fine anni ’60. Ancora nel cellophane e con vari sigilli del produttore e delle dogane, impolverato da anni e anni di giacenza in un seminterrato fresco e rimasto lì per oltre 50 anni. Non vi dico l’emozione nel cercare di aprire chirurgicamente la confezione e poi l’epifania di una fragranza antica. E’ proprio come voi scrivete sempre, la differenza esiste!!!

    Complimenti vanno fatti al vostro lavoro e progetto che mi pare di una portata destinata a grandi cose. Il mio mondo è quello del suono, il vostro lavoro mi ricorda una figura come quella del grande John Cage, tutto dopo di lui è cambiato!
    Buon lavoro a tutti, ed è bello sapere che tutto ciò sta accadendo a Venezia!

    Federico

    RispondiElimina
  11. E va bene ! Poche storie ! Qui siamo oltre, l'impatto è da stordimento.
    Occorre resettare e ricominciare da zero, come quando da bambini si sentivano per la prima volta certi odori.
    Dopo lo stordimento iniziale comincia a cucirsi sulla pelle una delle fragranze più chic e sexy che si siano mai posate su di me. Impossibile non passare qualche ora continuando a sniffarsi. C'è il rischio di sentirsi too sexy !!
    Che altro aggiungere se non un sentito ringraziamento per la gentilezza e disponibilità ricevuta tramite mail ed un abbraccio a Nic che mi ha permesso di ricevere una scatola dove Il Capitano era circondato da HH, Ted e Cofee.
    Non è ancora giunto il loro momento ! Dovranno aspettare! LOL
    Per me è iniziata una nuova avventura!
    Lunga vita al blog
    Grazie jicky !
    F.

    RispondiElimina
  12. Arrivato oggi sotto una fredda pioggia scrosciante di maggio...un qualcosa di veramente fuori dagli standard attuali,questo miscuglio frizzante/morbido...si, PRESENTE e non prepotente come tanti altri cui ho preferito riporre negli scaffali dopo una assordante smorfia(ormai le commesse della zona mi odiano),avevo deciso da tempo di non prendere più schifezze sintetiche attuali (consiglio tuo) e X questa estate volevo qualcosa di veramente esclusivo e adesso è lì,un 120ml edt nella rara versione vapo,a tener compagnia ai suoi amici altisonanti (M7,GUCCI RUSH,ANTAEUS vintage,NINO CERRUTI pour homme...)...grazie ancora ragazzi.

    RispondiElimina
  13. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi adesso fate anche i Captain a Caserta? L'arte di arrangiarsi o l'arte di fare fessi gli altri? Non qui grazie. Auguri!

      Elimina

Nous sommes ici pour révérer l'affection que nous recevons, avec dévouement et engagement. Nous voulons accompagner les amis sur le chemin de la beauté avec les compétences et la loyauté qui nous différencient, dans un monde de menteurs et incompétents. Tempo da perdere con approfittatori e perditempo ne abbiamo sempre meno: francamente, non ne abbiamo più.

Possono commentare liberamente solo gli amici e sostenitori. I quali hanno accesso all'under-Blog ed ai contenuti più esclusivi, ricevono sempre risposta e hanno precedenza su tutti gli altri.

I messaggi contenenti link pubblicitari, o comunque non autorizzati, vengono eliminati da sistemi automatici.

J!cky 2.0