...CONTENTI?

giovedì 21 giugno 2012

Ambra Grigia. Tutta la Verità, nient'altro che la Verità. Riflessioni.


L'ambra grigia è una fragranza antica e misteriosa, dal carattere forte e seducente. E' una sostanza odorosa prodotta dal capodoglio (Physeter Macrocephallus) e resa magica ed irripetibile dal sole e dall'azione dell'acqua salata. E un materiale sulla bocca di tanti ma in verità sconosciuto. E' oggetto di assurde polemiche, accresciute dal suo essere al tempo stesso onnipresente ed assente. 
Eccola, dopo i molti mesi di galleggiamento a depositarsi sulle spiagge del Madagascar o dei paesi sudafricani... E' reperibile anche in Australia o Nuova Zelanda,  ove però il suo commercio è severamente regolamentato.
I grossi ammassi di questo materiale che spiaggiano possono cambiare la vita di chi li avesse a trovare, questo ricercatissimo materiale è venduto in tutto il mondo a prezzi molto elevati. A volte gli oceani sono più generosi di una grande lotteria...
L'ambra grigia migliore non richiederebbe affatto la morte del capodoglio, anche perchè i fluidi nerastri non espulsi dall'animale non hanno completato la complessa genesi biologica e chimica che porta all'oggetto di questo breve compendio. Tuttavia molti esemplari vengono ancora cuccisi per elaborare la materia grezza dai mammiferi acquatici barbaramente macellati...
Il prezioso materiale essenziero si presenta friabile e ceroso. E' solubile in etanolo, ma il procedimento di estrazione e stabilizzazione dell'essenza necessita di particolari accortezze. In molti si sono provati a lavorare questa materia grezza rilevando non poche difficoltà.
Se l'ambra grezza non viene opportunamente preparata, sminuzzata e quotidianamente controllata può evolvere in forme putrefattive, in depositi o efflorescenze simil-calcarei dovuti alla sua forte salinità e nei casi peggiori in muffe di vario tipo.
Ma torniamo al misterioso profumo. Cosa dice ai nostri sensi questo rimedio millenario? Questo incenso regale? Questa resina animale che le farmacopee di tutti i continenti ebbero ad esaltare?
L'ambra grezza è di colore grigiastro e di odore intenso, di tabacco dolciastro. E' la sua lavorazione e diluizione che ci porterà al suo cuore segreto, al suo profumo antico e meraviglioso. Già, perchè questi ammassi ripuliti e amorevolmente lavorati si schiudono in profumi di muschio maiuscoli, imperativi. La fragranza dell'ambra è forte e sottile, forte per la sua carica di immediata dolce animalità, sottile per la sua tessitura dovuta all'alto contenuto in feromoni capaci di mimare molti feromoni animali ed umani. Similmente ad altri gioielli della natura come quelli dedotti dallo zibetto, dal castoro o dall'ormai mitico e impossibile cervo muschiato dello Hindu-Kush (Caucasus Indicus).
Da oltre un secolo l'uomo cerca di sostituire l'ambra grigia naturale con "ambre" sintetiche, ma l'esito non è sempre dei migliori e i  mercati di tutto il mondo sono invasi da fragranze sintetiche che vanno a creare un archetipo olfattivo artificiale, in luogo della verità.

Ma è vero anche che l'ambra grigia naturale dato il suo status di merce rara e costosa diviene motivo di truffe e contraffazioni quasi sempre impossibili da confutare, mancando ormai i veri esperti.

Anche i sedicenti "tutto naturale al 100%" presentano lati oscuri e lacune: chi può dimostrare l'assenza di sofisticazioni? E qual è la percentuale legittima in un prodotto di profumeria di alta qualità? Perchè se per ipotesi un prodotto di ambra grigia è in soluzione etilica, chi può verificare l'eventuale eccessiva diluizione? Il profumerie beffardo può dire "è la cosa naturale che dura poco..." ma potrebbe invece darsi che la diluizione "omeopatica" a fini di maggior lucrosità renda la composizione o l'estratto evanescente ed ancora costoso "a sangue"...

Il dilemma è pagare una essenza di ambra grigia di sintesi completa di filtri uv 6,5 euro...
o pagare l'essenza di capodoglio "naturale" diluita in alcool... 300 euro (trecentoeuro! avete capito bene)??

In questi tempi di crisi economica e di poche certezze il consiglio è spendete, spendete, spendete,
ma solo se li avete...





LEGGI QUI PER APPROFONDIRE.

4 commenti:

  1. In quale profumo abbastanza recente è possibile sentire la nota ambrata in maniera predominante sul resto? Le ambre sintetiche il più delle volte mi fanno schifo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In nessuno. Questo post dovremo sistemarlo, ne abbiamo fatta di strada da qua ;) Nessuno la usa e chi la usa come ad es. fa Mandy Aftel ne usa talmente poca... In commercio si chiama "nota ambrata" anche la roba pasticciata sul benzoino, è una forzatura, come dire pesce alla carne, ma ormai... la gente così interpreta il pesce, come fosse carne... Jicky 2.0

      Elimina
  2. Allora è un vero problema perchè vorrei capire quale sia il suo vero odore. Ho in mente quella base onnipresente di gomma e mi sarebbe piaciuto andare oltre. Peccato

    RispondiElimina
  3. Non sa di gomma o resina. Semmai vagamente sa di cera, di burro, di tabacco, di animale (se è poco invecchiata/stagionata), di alghe marine e di sale, di cellulosa, in fondo ha un nucleo radiante dolce ambrox. △⊙▷ ne contiene 3 varietà, diverse stagionature. Quando è molto ma molto vecchia diventa polverosa e bianca come la neve, e poi va in polvere... Decenni ma ci va... Jicky 2.0

    RispondiElimina

Nous sommes ici pour révérer l'affection que nous recevons, avec dévouement et engagement. Nous voulons accompagner les amis sur le chemin de la beauté avec les compétences et la loyauté qui nous différencient, dans un monde de menteurs et incompétents. Tempo da perdere con approfittatori e perditempo ne abbiamo sempre meno: francamente, non ne abbiamo più.

Possono commentare liberamente solo gli amici e sostenitori. I quali hanno accesso all'under-Blog ed ai contenuti più esclusivi, ricevono sempre risposta e hanno precedenza su tutti gli altri.

I messaggi contenenti link pubblicitari, o comunque non autorizzati, vengono eliminati da sistemi automatici.

J!cky 2.0