...CONTENTI?

domenica 24 maggio 2020

PERLES D'YQUEM JICKIEL®. Haute Parfumerie à Venise. OFFICIELL PRESENTATION.


På de glada färgerna på en smakfull solnedgång av triumfer, genom gatorna i den omfattande forskningen om vinets många olika frukter, har vi kommit till vår exklusiva ... bas ... Sauternes! Specifikt en syntes av de luktande aspekterna av de unga jetsna, av buntarna med olika mognad, av de extraordinära vinframställningsprocesserna som leder till Chateau d'Yquem, mogna (dvs från trettio års åldrande). Basen för överfulla skönhet.
Tack vare användningen av Headspace Technology (tillämpas inte i Paris utan bara några meter från Gironde-vinstockarna) har vi reproducerat dessa tre dimensioner, vars totipotenta syntes och verkliga essens ligger i den ovannämnda "Sauternes-basen". Vad ... Det är grönt, skarpt och färskt med dagg. Madida av lindablommor. Spännande som en kyss på läpparna. Och där krydda nibblar, medan den slöjan glider ner och slingrar en aprikosskinn som att säga oemotståndlig, är alltid minst sagt ... Vanilj i bär, kanelhjärta med likör och karamelliserade aspekter ...
Och om välbefinnande serveras när näsan förblir så behagligt impregnerad, är det också sant att vi vetenskapligt har infört formeln (just för att Jickiel® och inte andra kan begäras mer i säkerheten att få den) kända essenser, båda aromaterapi, som i den interna forskningen av företag som räknar med vår konst, just på grund av de vitaliserande effekterna på hela kroppen och mycket fördelaktigt för humör. Gator av parfymeri med stora bokstäver, den som hindras från de bedövade minuterna. Grundläggande nivå som nås bortom skönheten, där man tycker om och förälskas. Som hjärtlagens lagstiftning dikterar, när man invaderas av den osäkra säkerheten om att vara subjektet och inte objektet, av de kärleksfulla uppmärksamheterna från någon som tänker för att bättre ta hand om vår bien et bien-etre...



Bubbla citrusöppning mellan geometriska ljuslinjer, med innovativa fruktiga aspekter (voilà c'est la base sauternes) och spännande marina bidrag, graciös blommigt konsistens, mycket färskt med vita jasminknoppar av Grasse just öppnade, nästan den fina strukturen på en skjorta i silke. Genom att flyta längs tonicvenen hos de ädla skogen når vi den ihållande och rena bakgrunden, upplivad av närvaron av den berömda, sensuella och exklusiva naturliga anteckningarna av spermaval bärnsten och hjortmusk. Strålande och spännande helt nya feromonal-kit tillagd. Fångande titillanter. 


Bergamotto
Limone

Yuzu
Cedro
X
Petitgrain
Kumquat
Cardamomo 
X
Eau de brouts absolute
Geranio Bourbon
Sauternes base 
Natural rosewater essence (damascena)
Gelsomino (100% Grasse) absolute
X
Legno di cedro viriginia
Legno di rosa
Guajaco
Paradisone
Cepionate 
X
X
Sandalo Mysore
Orris absolute (tit. 75% irone)
Ambra grigia
Muschio di cervo
Rex Pherox (blend feromonale)
Cetalox
Cosmone
Captive 1
Captive 2
X
Captive 4
X
Vaniglia Madagascar absolute


Förnya ditt förtroende för detta solida och allt mer solida varumärke, som härrör vitalitet från din tillfredsställelse och från ditt applåder, och som du kan sätta det i Shakespeare of the Anglist, "till slingers och dart av upprörande förmögenhet" tar inte ett steg tillbaka , men avancerar otänkbara och tapper. Skäm bort dig själv med lyxen av en doft som kostar eftersom det verkligen räknas, och inte att "det är värt" bara för att det kostar... 

PERLES D'YQUEM Jickiel®: 

Eau de Toilette,
 Extrait de Parfum.

Contacts: <jicky2.0@gmail.com>

sabato 23 maggio 2020

Belouis Some. Imagination (Uncensored) 16:9



Imagination.

She lit a cigarette
both hands behind her back
thought she was hungry
lack of choice saw to that
only you can try to see
what i’m really like
she said
only you can understand
the way i feel tonight
she blamed excesses
on the ‘merican dream
so seldom witnessed
never seen
hah hah hah hah hah
imagination
could make a man of you
imagination
could make me love you too
imagination
is all i want from you
she lost her virtue
before she could write
i lost mine too
on my very first night with you
you’ll have to guide me
these impossible schemes
you make me steal
unstealable things
she blamed excesses
on the ‘merican dream
so seldom witnessed
never seen
hah hah hah hah hah
imagination
could make a man of you
imagination
could make me love you too
imagination
is all i want from you
and
she blamed excesses
on the ‘merican dream
so seldom witnessed
never seen
hah hah hah hah hah
imagination
could make a man of you
imagination
could make me love you too
imagination
is all i want from you...

giovedì 21 maggio 2020

PERLES D'YQUEM. JICKIEL®. Haute Parfumerie à Venise. PRESENTAZIONE UFFICIALE.


Sulle tinte liete di un tramonto sapido di trionfi, per le vie dell'assai esteso lavoro di ricerca sui tanti diversi frutti della vite, siamo giunti alla nostra, esclusiva... base... Sauternes! Che è nello specifico, una sintesi degli aspetti olfattivi dei giovani getti, dei grappoli a diversa maturazione, degli straordinari processi di vinificazione che conducono agli Chateau d'Yquem, maturi (cioè dai trent'anni di invecchiamento). Base di straripante bellezza.
Grazie all'impiego di Headspace Technology (applicata non a Parigi ma proprio a pochi metri dai vitigni della Gironda), abbiamo riprodotto queste tre dimensioni, la cui totipotente sintesi e vera essenza è nella citata "base Sauternes". Che... E' verde, croccante e fresca di rugiada. Madida di fiori di tiglio. Emozionante come un bacio a fior di labbra. E là, mordicchia piccante, mentre quel velo scivola giù dis-velando una pelle d'albicocca che dire irresistibile, sempre è dire poco... Vaniglia in bacca, cuore cinnamico dagli aspetti liquorosi e caramellati... 
E se il benessere è servito quando il naso ne rimane così piacevolmente impregnato, è vero anche che in formula abbiamo scientificamente inserito (proprio perché a Jickiel® e non ad altri si può chiedere di più nella certezza d'ottenerlo) essenze note, sia all'aromaterapia che alla ricerca interna alle aziende che contano nell'Arte Nostra, proprio per gli effetti rivitalizzanti sull'organismo tutto e assai benefici sull'umore. Vie della Profumeria maiuscola, quella preclusa allo stordito minuto popolo. Livello fondamentale a cui si accede superata la bellezza, là dove si gode e ci si innamora. Come la legge del cuore impone, quando si è invasi dalla indubitabile certezza di essere il soggetto e non l'oggetto, delle amorevoli attenzioni di qualcuno che si strugge per curarsi al meglio del nostro bien et bien-etre... 



Spumeggiante apertura agrumata tra geometrici fendenti di luce, con aspetti fruttati innovativi (voilà c'est la base sauternes) e intriganti apporti marini, leggiadra texture floreale, freschissima di bianchi boccioli di gelsomino di Grasse appena dischiusi, quasi la fine texture di una camicia in seta. Scorrendo lungo il nerbo tonico dei legni pregiati si giunge al fondo persistente e pulito, vivificato dalla presenza delle rinomate, sensuali ed esclusive note naturali d'ambra di capodoglio e muschio di cervo. Brillante e brioso nuovissimo corredo feromonale aggiunto. Captive titillanti.

Bergamotto
Limone
Cedro
X
Petitgrain
Yuzu
Kumquat
Cardamomo 
X
Eau de brouts absolute
Geranio Bourbon
Sauternes base 
Natural rosewater essence (damascena)
Gelsomino (100% Grasse) absolute
X
Legno di cedro viriginia
Legno di rosa
Guajaco
Paradisone
Cepionate 
X
X
Sandalo Mysore
Orris absolute (tit. 75% irone)
Ambra grigia
Muschio di cervo
Rex Pherox (blend feromonale)
Cetalox
Cosmone
Captive 1
Captive 2
X
Captive 4
X
Vaniglia Madagascar absolute 


Rinnovate la vostra fiducia in questo marchio solido e vieppiù solido, che trae vitalità dalla vostra soddisfazione e dal vostro plauso, e che per dirla con lo Shakespeare dell'Anglista, "alle frombole e ai dardi dell'oltraggiosa fortuna" non arretra di un passo, ma avanza indomito e valoroso. Concedetevi il lusso di una fragranza che costa perché veramente vale , e non che "vale" solo perché costa...


PERLES D'YQUEM Jickiel® è disponibile 
nelle concentrazioni seguenti: 

Eau de Toilette,
 Extrait de Parfum.

Contacts: <jicky2.0@gmail.com>

 

mercoledì 13 maggio 2020

JICKIEL® PERLES D'YQUEM (venit).

Retrouvez chaque jour votre moment de bien-être,
dans la nouvelle et précieuse cologne Jickiel®:

gliched animated gif 4 JICKIEL® PERLES D'YQUEM

glitched artwork JICKIEL® PERLES D'YQUEM I

glitched artwork JICKIEL® PERLES D'YQUEM (not/0)

glitched artwork JICKIEL® PERLES D'YQUEM II

glitched artwork JICKIEL® PERLES D'YQUEM III
 
glitched artwork JICKIEL® PERLES D'YQUEM IV

glitched artwork JICKIEL® PERLES D'YQUEM V

 

JICKIEL® PERLES D'YQUEM (c'est aussi la faute de Marcel Proust)...

martedì 12 maggio 2020

JICKIEL® PERLES D'YQUEM (c'est aussi la faute de Marcel Proust)...


Cène sociale ; de sorte qu’en peu de dîners j’assimilai la connaissance de tous les amis de mes hôtes, amis auxquels ils me présentaient avec une nuance de bienveillance si marquée (comme quelqu’un qu’ils auraient de tout temps paternellement préféré), qu’il n’est pas un d’entre eux qui n’eût cru manquer au duc et à la duchesse s’il avait donné un bal sans me faire figurer sur sa liste, et en même temps, tout en buvant un des Yquem que recelaient les caves des Guermantes, je savourais des ortolans accommodés selon les différentes recettes que le duc élaborait et modifiait prudemment. Cependant, pour qui s’était déjà assis plus d’une fois à la table mystique, la manducation de ces derniers n’était pas indispensable. De vieux amis de M. et de Mme de Guermantes venaient les voir après dîner, « en cure-dents » aurait dit Mme Swann, sans être attendus, et prenaient l’hiver une tasse de tilleul aux lumières du grand salon, l’été un verre d’orangeade dans la nuit du petit bout de jardin rectangulaire. 


On n’avait jamais connu, des Guermantes, dans ces après-dîners au jardin, que l’orangeade. Elle avait quelque chose de rituel. Y ajouter d’autres rafraîchissements eût semblé dénaturer la tradition, de même qu’un grand raout dans le faubourg Saint-Germain n’est plus un raout s’il y a une comédie ou de la musique. Il faut qu’on soit censé venir simplement — y eût-il cinq cents personnes — faire une visite à la princesse de Guermantes, par exemple. On admira mon influence parce que je pus à l’orangeade faire ajouter une carafe contenant du jus de cerise cuite, de poire cuite. Je pris en inimitié, à cause de cela, le prince d’Agrigente qui, comme tous les gens dépourvus d’imagination, mais non d’avarice, s’émerveillent de ce que vous buvez et vous demandent la permission d’en prendre un peu. De sorte que chaque fois M. d’Agrigente, en diminuant ma ration, gâtait mon plaisir. Car ce jus de fruit n’est jamais en assez grande quan-

giovedì 7 maggio 2020

JICKIEL® PERLES D'YQUEM (Prossimamente)!


...et en même temps, tout en buvant un des Yquem que recelaient les caves des Guermantes, je savourais des ortolans accommodés selon les différentes recettes que le duc élaborait et modifiait prudemment...

lunedì 27 aprile 2020

Y Live by Yves Saint Laurent Eau de Toilette Intense

2020, Ambarabacciccicoccò.

Perché annoiarsi una sola volta quando ci si può annoiare più volte? Così lo riproviamo, il polso si pente subito. L'olfattina s'ammoscia. Deh...
Y Live eau de toilette intense è una noia salvia e mela, base di schiff tipo aurantiol per fiore d'arancio, in più aldeidato (aldeide c12/c11/c110). Acquatico tipo azurone/ultrazur/scentenal, coriandolo rosmarin-mentolato, ginepro... L'essenza di questo tipo di reiterazioni (flankeristiche) profumistiche è nel non essere niente, nel non dire niente, nel non servire a niente. Tuttavia giungendo sullo scaffale di questo o quel mini market o duty free... qualcosa accade. Essere in vendita lo espone infatti al rischio di essere venduto o rapito dal solito taccheggiatore con la faccia protetta alle telecamere da apposita mascherina all'uopo indossata. Il rischio di finire in un borsone quindi c'è, anche se remoto. Un poco come pigliarsi il coronavirus, e non accorgersene nemmeno...

RATTI QUANTI NE ABBIAMO? ZERO! 

L'angolo di Attilio. 

 

domenica 26 aprile 2020

Dalle cronache della PAGLIACCIATA INFINITA. Se ami l'Italia, LIBERALA!


Piccolo ometto corrotto insicuro malamente imborghesito, tu e i tuoi servi a Noi non vietate una cippa DI NIENTE! Quanto ai prezzolatissimi sedicenti "virologi" governativi che in laboratorio non ce li vogliono perché non hanno mai visto un virus in tutte le loro insulsissime vite... GRRR! Ci odiano perché respiriamo! Non gliene frega un cazzo della nostra salute! Il vero nemico del regime che ci opprime, non è il "virus" ma siamo noi! Non vogliono difendere le nostre vite ma vogliono togliercele! Il virus va dove vuole, siete voi che non andate da nessuna parte! Non siamo schiavi ebeti che fanno tutto quello che si comanda loro di fare: i padroni siamo Noi! Di tutto! C'è poco da girarci attorno, siamo sotto attacco. E' un paese uniformato alla dittatura cinese del partito comunista! E nessuno si erge a difenderci! Robespierre, Danton, Marat! Ma dove siete!?

Paese di vigliacchi (agli arresti domiciliari a tempo indefinito). Università strabordanti di mazzette, boria e merda, questa schiappa di virus è arcisconfitto. La cura ormai è chiaramente delineata e non serve proprio nessun vaccino (ammesso che sia possibile imbrigliare utilmente la schiappa). E' assurdo fare girare la gente con la museruola, una umiliazione inutile, e pericolosa. I numeri dei contagi. Stronzate. 1 italiano su 3 è ormai immune e gli altri si immunizzeranno tanto più quanti più contatti con gli altri avranno nella bella stagione (senza mascherine, senza disinfettanti). Wait. Il babau covid-19 di Wuhan non attacca e non si riplasma solo nelle cellule umane! E non ha forza infinita, non si propaga perpetuo! Tutto ha un suo ciclo, anche una porcheria inchiavabile come la Merkel. Non sapeva di avercelo, ma ce l'aveva! I virus in menopausa... le cose cattive che facevano in gioventù, tendono a "pensarle"... E quando il virus "pensa" di entrare nella cellula ma non ha palle per entrarvi, di solito cerca altri svaghi... Moltissimi tecnici (gli scienziati non esistono) in materia medica, lo sanno ma non lo dicono, perché la poltrona e lo stipendio contano più della verità e dell'onore! Fate schifo tutti! Disonesti e senza palle! Paese di castrati! Siete bravi solo a giocare col mitra fermando anziani tremanti! Pezzi di... Indagini sulla connivenza tra sistema e invasori, case farmaceutiche ed esperti. Nessuno che voglia occuparsene? Governo infame e opposizione ridicola, viene da pensare che siano tutti d'accordo. Perché invece di attaccare quel che resta di questa schiappa di virus si attaccano gli italiani? Chi foraggia chi? Quanto costa un virologo al trancio? Colao/ao/ao, il malvagio stalker calabrambranato con accento milanesepuzzettaro con voce da toporagno, il vile figuro delle molestissime chiamate Vodafone a tutte le ore del giorno, membro del Bilderberg, strapieno di complessi di inferiorità e miliardi, perché non sta in galera insieme al finto "professore" e al finto "virologo" (prezzolato incompetente allergolo tardivo)? Perché la gente più cattiva e pericolosa del mondo sta ai vertici della nostra "res-publica"?

Può tornare il virus in autunno? Non come lo abbiamo conosciuto. Anche se dovesse mutare, è un coronavirus e rimarrà tale, come una patata non diventa una fragola. Le misure che impediscono la libera cirocolazione di quel che ormai resta del virus, per azione della naturale sua evoluzione nello spazio e nel tempo e dell'azione del clima che lo annienta (ringraziamo il sole ed il surriscaldamento globale), le misure di distanzamento sociale, paradossalmente, diminuiscono la possibilità di costruire robuste difese immunuitarie. Volevamo lanciare il gioco dell'estate 2020, tra amici e parenti, sputarsi in faccia in luogo assolato per una completa immunità, ma siete tutti schizzinosi... allora niente. Ma se avete battuto le mani come le foche del circo, o se pensate che questi decretini idioti siano stati giusti e utili, se avete ancora il coraggio di votare gli abbraccioni esterofili anti-italiani alla Zingaretti, allora sputatevi in faccia, ma senza propositi terapeutici. Mattina e sera prima dei pasti aiutatevi con le mani magari (con o senza guanti), se poi cantate "bella ciao" (senza intendere che siete voi i fascisti, voi nemici della libertà)... datevi un ben assestato pugno nello stomaco prima di andare a letto! Non dormite! Purgatevi! Teste di cazzo! E' giusto non votare Lega. Ma per votare in maggioranza come hanno votato a Bologna alle ultime elezioni bisogna essere delle merde malcagate.

Non ci fidiamo più di nessuno, terrorizzati dalla follia del mondo che ci opprime. E l'evaporazione della fiducia apre all'analisi dei nostri stessi errori. Dovevamo capire prima quali erano i pericoli! Perciò capiamo e capite ora, prima che sia troppo tardi, che per il bene di tutti dobbiamo difendere tutte le nostre libertà o quel che ne rimane. Dobbiamo pretendere poi (appuntiamocelo a caratteri cubitali nell'ora della speranza) che tutti quelli che hanno sbagliato paghino, anche le massime autorità dello stato, perché tutte ci hanno traditi. E paiono avere violato come mai nessuno ebbe a osare, la "carta" sulla quale avevano giurato. Dovremo inoltre richiedere con forza l'abolizione delle prerogative antidemocratiche di tutti i "pubblici ufficiali", perché non devono esistere! Ovvero nei rispettivi ruoli la Legge sia in applicazione una e una soltanto! Basta con il bullismo di stato! E per quel che riguarda l'Europa dei serpenti, non abbiamo mai votato per entrarvi! Si dovrà chiedere agli italiani se vorranno o meno rimanervi! E basta imbrogli e manfrine! CAZZO!

Vogliate bene agli amici, vogliate bene ai contanti! In labo i virus vivono 2 giorni sui contati, ma 5 sulle carte di credito e sui POS! E 7 sugli smartphone! Non ci sono scuse! La vostra libertà è nella banconota! Perché il denaro digitale è immateriale, lo controllano loro! Il contante è l'amico che vi protegge, via ama e voi dovete amare il contante se vi amate. Al pari della classe dominante, chiunque odi il contante, odia la nostra libertà e dichiara a ciascuno di noi implicitamente guerra! Inventano tutte le scuse più assurde e le giustificazioni più cervellotiche per fotterci! Ma noi ragioniamo secondo gustizia e agiamo secondo il nostro vero utile. Vero?
Siamo vittime di uno stato canaglia, non possiamo concedere altri diritti a questi maledetti. Togliete il saluto a quei dementi che installassero app liberticide! E delle esistenti ancorché "disinteressate", pretendiamo che nessuna app ci tracci! No al riconoscimento facciale. Etc. BASTA!

Post Scriptum.

Intanto 660.000 VILI INVASORI si aggiungono a quanti si sono già stabiliti in questo paese alla faccia nostra, e fanno quello che vogliono. Il governo pentapidiota li legalizzerà profittando della confusione. Mangiano, bevono, spacciano, ci disprezzano, e noi li manteniamo in timoroso silenzio. Per loro non esiste legge né decreto, vanno e fanno quel cazzo che gli pare. E servono solo ai nemici degli italiani, alla sinistra e ai potentati economici transnazionali (gli stessi che tengono su il teatro del coronavirus). Questa marea di stranieri, nello specifico i discendenti di Cam, già maledetti da Dio nel testo biblico (Antico Testamento), è INFINITAMENTE più pericolosa per il nostro benessere presente e futuro di qualsiasi pestilenza! Aivoi e ainoi... Soffrire la certezza che tutti ci daranno ragione, quando sarà inutile darcela, ci deprime profondamente.

sabato 25 aprile 2020

Il 25 Aprile, nei ricordi di Wanda (95) ed Ettore (91), così come appuntati al telefono.


Il 25 aprile? Uscivamo dai rifugi. O almeno lo faceva la maggior parte di noi, civili. I nostri migliori uomini erano in guerra. I partigiani erano dei casinari, a volte dei briganti, come i fascisti, anche perché molti "partigiani" erano fascisti che si erano sfacciatamente cambiati di casacca. I partigiani veri c'erano sicuramente ma saranno stati 2 ogni 100. Gli altri erano tutti ex fascisti, delinquenti o imboscati, disertori! Che la smettano di raccontare balle... Nel dopoguerra molta gente che era nei rifugi con me, raccontava di avere eroicamente combattuto e questo e quello ma io li ricordo nelle buche con noi bambini e donne a tremare di paura quando passavano gli aerei o scoppiavano le granate vicine. Cosa volete... il 25 aprile è solo la fine dei bombardamenti, a noi chi avesse "vinto" non era chiaro. E risentimento non ne avevamo per nessuno. Mussolini come non ci era piaciuto prima, non ci mancava dopo. Durante il fascismo si raccontavano cose meravigliose sul Duce. Dopo il fascismo invece cose mostruose. Come si dice, la verità sta nel mezzo. La storia ognuno se la tira dove vuole, ma io c'ero. I tedeschi erano bellissimi ragazzi, la prima cioccolata ai bambini la davano loro, molti soldati erano giocattoloni, e si divertivano con noi bambini. Li abbiamo difesi dai partigiani come abbiamo difeso gli ebrei dai fascisti. Durante la ritirata molti soldati tedeschi cercavano rifugio nelle nostre case, poi li trovavamo in lacrime disperati, se li avessimo consegnati li avrebbero uccisi, quindi li aiutavamo. All'inizio c'era pericolo ma poi ripristinata la legalità si potevano consegnare in sicurezza, ma molti altri siamo riusciti a farli tornare a casa con altri mezzi. Erano ragazzi educati anche molto istruiti e di buona famiglia, belli che gli americani al confronto erano una tristezza totale, e alcuni di razze che non avevamo mai visto... era più forte di noi, ci obbligavano a chiuderci in casa per la paura! Sono nati invece molti bambini nel 1946, nessuno stupro, era perché c'erano alcune ragazze o donne, anche col marito al fronte, che veramente quei bei giovani tedeschi li desideravano e li cercavano, si può dire che non resistevano... Vennero così al mondo bambini stupendi, bei lineamenti e capelli dorati. Penso che come nazione dobbiamo ringraziare gli alleati perché c'era una grande confusione con Mussolini da una parte ed il Re dall'altra, e non ne potevamo più. I tedeschi erano in Italia perché noi avevamo buttato all'aria tutto, perciò per fermare gli alleati, erano scesi, non certo per farci del male, nelle intenzioni sapevano di essere qui per rimediare al pericolo che risaliva la penisola e anche per difenderci. Poi, se dei briganti, partigiani o meno, andavano a sparargli addosso, chiaramente partivano reazioni feroci, in questo i partigiani erano degli schifosi perché sapevano che le vittime facili delle rappresaglie tedesche sarebbero stati i civili e non certo loro, che scappavano dopo avere messo giù le mine o lanciato le bombe. Le limitazioni alla libertà di cui mi dite oggi, con questo virus, sono superiori a quelle che ricordo di avere vissuto, in questo senso non capisco come il presente possa dirsi migliore del fascismo. Sono due schifi, ma non saprei dire, quale sia lo schifo maggiore... Bella ciao esisteva ma non era popolare. Era una canzoncina dei campi e delle risaie, ma con parole diverse. Era una canzone d'amore anche. Quella parte del testo che inneggia ai partigiani è stata inventata dopo la guerra, è stata diffusa per ragioni politiche, era parte della invenzione comunista e serviva a darsi arie di avere fatto grandi cose, quando non avevano fatto un cazzo... scusate l'espressione. Perché in occasione di queste ricorrenze nessuno cerca i veri testimoni? Perché ormai credono a quello che si dice nelle scuole, alle favole che trovano sui libri e che nessuno può contestare: tutto questo perché a chi comanda interessa il potere, non la verità...

mercoledì 22 aprile 2020

Aiutare i nonni (Arrigo incluso). Schivare controlli insulsi. Lavorar nel labo. Lavorar nel campo. Impollinare i fiori.


Come vi vanno i domiciliari? Nelle intenzioni, i primi mesi del 2020 dovevano servire a ripristinare sonno/veglia, lavorare ai laboratori... far fluire le idee, riprendere volume creativo... Ma senza dimenticare mai (e come potremmo?) chi ha avuto ed ha bisogno di aiuto, e magari non può contare su altri che noi. E invece 'stocazzo di carogna in virus, cinese, ha sbarellato tutto. Ci ha rispedito il cortisolo alle stelle in poche settimane, raccogliere informazioni e provvedere alle misure preventive delle peggiori disgrazie, eventuali. Uno di noi ha avuto un incidente lo scorso anno, e non ci va di parlarne troppo ma la cosa è lenta a migliorare e, di norma ci curiamo da noi, il laureato in medicina l'abbiamo... Di danni ne fa quanti un medico abilitato alla professione, grazie. Poi la cosa per le lunghe, serve almeno una rm, mica possiamo metterti nello scanner, prenota una visita per questa volta... Niente da fare, poveraccio... scattano i blocchi a tutto. Blocchi come blocco, perché noi non possiamo scrivere "lockdown" senza sentirci dei dementi, o un demente più demente tra gli altri, uno a caso... Il virologo (ovvero la testa di cazzo tra le teste di cazzo). Quindi obbligo di far da sé. Per tre o per quattro, e per tutti gli altri che verranno. Avanti Savoia! Chi si ferma è perduto (soprattutto se sta in quarantena)!

Nelle strutture residenziale abbiamo dei nostri cuori, pezzi. Là prima di tutto, perché come poi accadde, chiusero. Tutto apparecchiato, prendi e manda giù. Ma sono troppe quante pastiglie sono? Basta bibita... BEVI! Che non ti devi ammalare! E via poi con gli aiuti ai nonni in casa loro, veneziani, vicentini e padovani. Ettore ha 90 anni passati da un pezzo ma è depresso, non mangia bene. Ti pare che gli compriamo quel "ferrume" di tonno in scatola che chiede per risparmiare? Fascia di prezzo più alta, a polpe invitanti... mandorle in polvere, chiara d'uovo in brick (niente uova intere, lui dice di digerire tutto ma non è vero). Più tutto il resto, abbiamo speso 64 euro e rotti, ci ha dato 20, va bene così. Consegnamo la "sporta" e ci accoglie quello che lui chiama l'incenso di Addis (il nostro Ame de Parfum, God). Siccome la merce è esposta, e tutti toccano, cerca di lavare le mani dopo che hai toccato la roba, prima di mangiare. Non dimenticare le vitamine che ti tirano su (e ripristinano l'appetito). Chiama se hai bisogno. Ciao bello! Si commuove sempre quando ci vede alla porta, ma conosciamo una canzoncina che gli mette allegria e allora ride... Poi, lo sdentato 93enne più bello di Vincenza, ha fatto tanto del bene merita di essere aiutato, e pazientato anche, quando brontola pesantemente. Poi settimanalmente ne abbiamo altri 5 o 6 da servire. Maria a fine marzo aveva spento i caloriferi, c'era umidità! Ci siamo fatti dare i 120 euro per la spesa e la farmacia, e li abbiamo messi in una busta dorata, vedi? Era vuota e ora ci sono i tuoi 120 euro... Quanto spendi in un mese di gas? 200 euro... Son tantini... ma devi scaldare. La busta si sta scaldando... Scotta! Apri la busta che quello lì, mi sa che mi ha fatto uno scherzo... Oi! sono diventati 200? Ma se erano 120? Bona. Vuol dire che facciamo le magie. Sono tuoi. E noi/e noi? A casa siamo pieni di buste dorate... Sei contenta? Ricordaci nelle tue preghiere alla Madonna, e stai bene che non ci serve altro... Solita raccomandazione igienica e, ci sentiamo! Baci a gesti smack/smack. Sempre sorridere e scherzare. Sorridere per trasmettere serenità, e scherzare per sciogliere quei blocchi emotivi che minano la buona salute, nell'anziano come nel depresso (o nell'anziano depresso). Ah! Di striscio abbiamo aiutato Arrigo! Arrigo Cipriani (Mr. Harry's Bar) era in difficoltà con il carrellino, el gavea 'na roea incastrà tra masegno (lastra di pietra) e scaìn (scalino)... Eh, che cari fiòi (ragazzi), ma xe caro anca el to café..: 

Per girare servono pacchi di permessi, ma quel che si deve fare va fatto, fogli o non fogli. Noi siamo quelli che "Giacomo hai la patente per il ritorno (dalla Svizzera)"? ..."No". "Hai almeno la carta d'identità, che saremmo all'estero"? "No". "E se ci fermano"? "Gli spiego chi sono, come l'anno scorso... Mal che vada chiamo il comandante (Stefano)"...

In Veneto c'è un caldo boia, per fortuna... Perché dove non arrivarono virologi e governatori arrivò la stagione che le influenze porta via (perchè il COVID-19 è solo una cazzo di tosta influenza, il resto è psicosi). Oggi e ieri 27 gradi. A "Chateau Salamandre" 2 di noi, e 1 a Venezia per sbrigare gli ordini radi per il panico/paura e per le fisime del parentado suo [...]... Ma dài...
Al castello delle salamandre abbiamo zappato (zappetta, non zappone) per giorni. Messe giù iris (moltiplicazione di rizomi), e molto altro. Erbacce, terra da rivoltare, aprire e riordinare le serre dei limoni... Là non c'è anima viva, tutto attorno è campi, la proprietà si estende per migliaia di metri quadri recintati, è un paesetto quasi [...] che superato il cancello ti senti altrove, l'unico assembramento a cui abbiamo partecipato era quello di api sui fiori di prugno, voi non ci avete mai visti vestiti a strisce gialle/nere a fare bzzz mentre impolliniamo...

Mascherine? De carneval? Ma dài... 

16 marzo - 22 aprile 2020

martedì 21 aprile 2020

"LURSULA IN FABULA", J!cky 2.0 Featuring Attilio Givoldani (in quarantena).


Perso tra il leone e lo gnu,
a Dio provo a dargli del tu...

Scusi? La strada per andare in mona...
Ursula Bordeline. Merkel Culona.

Via, le mani legate dietro.
Christine, Lago Lagarde.

Cosce de prosciutto, verzure flosce,
Puttanone bionde, ma chivveconosce?

China China China.
Trump Trump Trump.

L'Australia incolpa i cinesi da mattina a sera.
L'Europa si fa sditalinare dalla giardiniera...

Tanto va la gatta al lardo,
che je s'arza er colesterolo...

Da dove vieni? Dal Tronde.
In provincia? Di Wuhan.

DD più!
DD tì...

China China China.
Boom. Boom. Boom. 

Non conta un cazzo il re,
cosa vuoi che conti un conte...

Modulo, libretto e moschetto.
Modulo, patente e libretto.

Multe non pago, il diritto conosco,
ti senti interdetto, mi guardi fosco...

Ma te, come te la senti te? Moi?
Bubusettete tette, e te?  Te toi!
 
Vacci sì. Vacci no. Il virus è il vaccino.
Vacci tu, perché dovrei andarci io?

Al presidente fai il sedere,
se ti rimane sulle pere...

Una mattina, mi sono alzato,
ed ho imprecato (...).

E' anticostituzionale grancazzo!
Ma non si dica. Chiamate i periti.

Solo? Facci qualcosa ragioniere.
Inventi contagiati, morti e guariti.

Se tanto mi dà tanto,
tu dammi tanto di più.

Giornale unico del virus:
dare la zampa o perdere la zampa.

Or siamo, nel Covid-1984.
George! Or bene. Or Well...

Fiori di plastica, Ursula.
La tua buca, ricoperta.

Danza di tarantola. Occhi di pidiota.
Costola di cane. Lingua di lucertola.

Sono una maschera dotta e sapiente,
chiacchiero molto, concludo niente!

Risolvo il coronavirus col latinorum,
per omnia saecula saeculorum!

Buffone. Almen fossi nato muto.
Virologo. Ti mastico e ti sputo.

Là contano contenti contanti.
Qui vaccinano nani raglianti.

Snip! Una morte per niente chic.
Bip! Microcefali in microchip. 
 
Fondi dittafonici: 

All'altare di satana/ così comunicavano tra loro/
i comunisti prima di comunicarsi.

Batte la lingua dove vuole/ abbi coraggio.
smettila/ battono le mani le battone.

Io non capile taliano/
ma gilati che tinculo.

Gli scarafaggi in strada prendono il sole beati, sai che ridono di te/
che a loro tutto è concesso.
Tu subisci e fai subire/ la tua famiglia in miseria e museruola/
e ti chiudi a piangere sul cesso...

E ti conosco mascherina, sì ti conosco/ 
ti riconosco mascherina, ti riconosco sì... 


domenica 19 aprile 2020

La sinfonia dei topi.


Scienziatelli musicali
Studian cornamuse anali
All'interno delle proprie
Ricerche personali
Producendo disgustosi
Festival delle interiora
Dove cercan di insegnarti
Che a soffrire si migliora... 

giovedì 16 aprile 2020

Il virus in faccia: accerchiati.


Sulla fine del mese scorso, il virus cinese è penetrato nelle residenze per anziani di nostra pertinenza... La preoccupazione per i nostri cari ed amici, quasi centenari, è salita alle stelle con gli aggiornamenti, dei giorni successivi. Ricorderete, degli smartphone e telefoni speciali che comprammo per non farli sentire soli... "a prescindere", già diverse volte, nei mesi e negli anni passati. Se con la chiusura di tutto, questi strumenti di comunicazione erano divenuti estremamente preziosi, ora con il pericolo concreto malauguratamente là insidiatosi, tutto diventava ancora più importante. Di giorno in giorno apprendevamo di qualche morto, di sempre più allettati tra gli ospiti e temevamo, che prima o poi toccasse anche a loro, di rimanere obbligati con la stramaledetta influenza o peggio (costringendoci ad agire secondo piani di azione estremi). Sembrava una selezione, il cerchio del covid-19 si restingeva sempre più, colpendo anche il personale [...], e il giornale unico del virus e tutti gli altri media terroristici, creavano attorno alla nostra percezione dei fatti atmosfere spettrali e sempre meno reali, a tratti orrorifiche, complici stanchezza estrema, fatica e devastante insonnia.
Inoltre, e sia detto fuori dai denti, non ci giocavamo (e non ci giochiamo) solo l'Amore per loro, ma anche quello che in essenza noi siamo, il rispetto per quello che facciamo, aspetti che pensiamo sia giunto il momento di esplicitare. Noi, e qualcun altro, abbiamo un gruppo di ricerca e studio, con una sua sede a Parigi, dove si concentrano studi sul "prolungamento della vita"... All'IDRA facciamo anche altro, ma uno dei nuclei di lavoro è questo: la Life Extension... Il progetto parte con il nostro "vècio" bambino, più o meno nel 1995 (era una farmacia con labo per i galenici)... Ma stringiamo bene, per precipitarci nuovamente al presente: abbiamo applicato tutte le nostre conoscenze, in questi anni, per aiutare molte persone, mature o anziane a progredire nella vita mantenendo la salute e/o risolvendo problemi preesistenti, spalancando per loro porte che a tutti (ma non a noi) sembravano chiuse. Ecco, credete e sperimentate voi stessi: nuova vita nella luce risplendente dell'avvenire. Ovvero...
All'inizio della stagione invernale soprattutto (ma con un centenario la stagione di sfida all'organismo è "ogni anno l'intero anno"), abbiamo speso tempo e cifre notevoli per provvedere a strutturare al meglio [...] organismo e spirito, attendevamo a che nessuno dei nostri si ammalasse. Di niente (perché non si ammalassero di niente), non ce ne frega molto dei vaccinetti antinfluenzali, perché esistono moltissimi altri pericoli ad es. batterici, o come poi è capitato con questo cazzo di covid-19, nuovi e poco prevedibili (soprattutto quando ci si trova, come in Itaia, in balia di governi di dementi, invasi da vampirici interessi stranieri).
"Se questo virus cinese manda i nostri KO, la sconfitta per noi c'è tutta, perché questo virus è una schiappa"! Inoltre per ragioni di vero amore familiare, 1OU aveva già detto, da febbraio: "se finisce in ospedale io vado da lei, non me ne frega niente di virus o personale medico o forze dell'ordine, io non mi fido e vado, costi quel che costi"... Ci siamo detti: qui finiamo male se qualcosa va storto... Se.
Ad oggi la cosa che ci tiene in angoscia è il fatto che, il cerchio del contagio nella principale delle strutture dove sono i nostri stringe, la situazione vede [...] il seguente quadro: tutti allettati gli ospiti tranne 3 persone (su 106!), ci sono stati anche alcuni morti, l'ultimo la notte scorsa. Colà, le 2 persone nostre... sono nelle 3, negative ed in buona salute. Ritenute dai medici... "fortunate" (sic!)...  Noi però, conosciamo la Verità... Già sottoposti a tampone due volte, i nostri sembrano immuni al virus e non hanno avuto durante l'inverno nessun raffreddore. Li sentiamo due volte al giorno in voce, più alcune videochiamate [...]. 
Tensione che rimane altissima. Dei meriti non ci interessa molto (anzi niente), delle medaglie ancora di meno, la loro vita è la vera vittoria, ed è tutto quello che conta. In vero, ci basta essere amati dai giusti, piacere a Dio e percepire la sua approvazione. Ma non c'è vittoria che non sia totale, occhi spalancati : sensi tesi, corde di violino. 


mercoledì 15 aprile 2020

Third Eye. E.A.P. Un appunto (ferrogallico).


Scansione di note, da labo V. a labo P. 
A penna, inchiostro (ferrogallico) e calamaio, 
su strappo di calendario.

venerdì 3 aprile 2020

Prodromes (in Francisco Goya) Of "The Prolapse Of The Reason" By J!cky 2.0




"Il prolasso della ragione" è la fuoriuscita della ragione dalla sua sede nelle più alte facoltà dell'intelletto, per le vie dell'espulsione e della consunzione. L'artificialità di un giorno al contrario, di vite al neon stinte non dalla luce, ma dalle tenebre. J!cky 2.0 materializza l'incubo del reale per esorcizzarlo. La rappresentazione quindi è la cura: non solo l'ardere nel pathos, bensì l'atto chirurgico teso a riposizionare il reale.

 

An Artwork: "The Prolapse Of The Reason", J!cky 2.0

giovedì 2 aprile 2020

An Artwork: "The Prolapse Of The Reason", J!cky 2.0


You let me violate you
You let me desecrate you
You let me penetrate you
You let me complicate you


Help me
I broke apart your insides
Help me
You've got no soul to sell
Help me
The only thing that works for you
Help me get away from yourself


I wanna fuck you like an animal
I wanna feel you from the inside
I wanna fuck you like an animal
Your whole existence is so flawed
You stabbed the West in the back! 

mercoledì 1 aprile 2020

Nebbie di Cornovaglia. Un appunto (ferrogallico).


 
Scansione di note, da labo V. a labo P. 
A penna, inchiostro (ferrogallico) e calamaio, 
su strappo di calendario.

lunedì 30 marzo 2020

COSA VOGLIONO CHE TU PENSI?


Meno di 24 ore fa in prima pagina sul [...] c'era questo articolo, ora declassato per fare posto ad altra martellante propaganda. [...] Tutti i media di massa sono ormai controllati da poteri economici sovranazionali [...] decidono i confini dei pensieri [...]. Vogliono che la gente accetti di essere controllata, spiata in ogni momento, limitarne sempre più le libertà e le capacità di comprensione e di reazione [...] obbligando a cure anche estreme, compresa, tra le "cure", la morte. UCCIDI LA NONNA [...]. A questo istiga il vigliacco "giornalismo" globalista oggi, con metodi peggio che nazisti e per finalità infinitamente più ignobili, nell'articolo ripugnante che vorremmo tutti i nostri lettori leggessero. [...]. LINK RIMOSSO**. 

**Se al link ti chiedessero soldi di abbonamento, non dargli un cent, scrivici una email che l'articolo (salvato) te lo mandiamo gratis.

* [...] se sono anziani, dice il Corriere, che cazzo perdiamo tempo coi respiratori? Del tuo passato e del tuo futuro al globalismo e all'immigrazionismo, non gliene frega un cazzo! Già tu non avrai figli! Pigliati sto cazzo di cane e passa le tue vacanze con lui! Che problema c'è, dice più in giù la stessa propaganda di deformazione sull'informazione, i figli li fanno i negri! Non hanno altro da fare, tv e divano, assegni di mantenimento a pioggia dal comune e leggi speciali pro sostituzione etnica [...] ma negano gli stessi a molti nostri coetanei in difficoltà, colpevoli di essere bianchi e peggio ancora maschi (molti dei quali, disperati, si ficcano sotto i treni ed i giornali, in piccoli trafiletti di disinteresse, a lordare il loro supplizio devastante perché causano ritardi al viavai)! Loro invece beati, [...] Fanno quel moscio cazzo che gli pare, ed invece di ringraziarci risolvono ogni casino ridendoci in faccia, insultandoci con quel taci! Racistah! Mentre le sinistre si accapigliano per regalargli cittadinanza e diritto di voto... in quel renderli cittadini solo per incamerarne il consenso! Ed usare quel consenso artificiale proprio contro di noi! Chi ci governa intanto ci lavora ai fianchi: se la prende con le nostre radici, nella carne e sangue di chi ci ha consegnato questa realtà (e non quella che le università di regime inventano!) questa terra e questi corpi! E tu? Sei forse crollato ai tentativi di metterti contro tuo padre e tua madre? Credi alla ridicola teoria del giovanilismo uber alles? Ma vedi... Tra qualche anno... non sarai più utile né giovane... E di questo passo, non avendo né figli né nipoti, nell'ora in cui fuffy ti avrà già dimenticato per correre dietro ad un diverso distributore di crocchette, i discendenti di quelli a cui qualcuno regalò diritti per toglierli a te, ti faranno ciao ciao con la manina, e ti disperderanno nel retro del più totale loro chissenefrega... Se continueremo ad accettare questo inferno come perfetti stolti e vigliacchi, il tuo e nostro futuro sarà questo: sali minerali per le ortensie! 


Amicus Plato, Sed Magis Amica Veritas.

Noi non abbiamo paura [...]. Ed anche se la vulgata circolante vuole che tutto lo schifo in cu siamo precipitati come paese, sia una sorta di destino ineluttabile, noi crediamo di riconoscere [...] che è in fondo agli occhi di questo popolo rassegnato e mesto, in fondo vittima della propria viltà. Sono anni [...] mimetizziamo quello che soffriamo, cerchiamo di trovare rifugio in quello che rimane di nobile e di sublime. Di proteggere il bello dagli spruzzi di fogna del mediocrismo, di difendere la realtà dall'inquinamento della sistematica falsificazione "scolastica" (leggasi di regime). Cerchiamo ogni giorno di fare la cosa giusta, e di trattenere solo i tanti amici che come noi amano penetrare ciò che si dà ai nostri sensi e al nostro intelletto, perché non sia frivolo il nostro rapporto con il mondo, come uno svolazzare sulla superficie delle cose senza tangerle mai. Ci si confida solo con chi si rispetta profondamente, si disarmano i propri sentimenti quando ci si sente sicuri di poterlo fare; in fondo tutto quello che facciamo, lo facciamo anche per te, e per i santi che verranno. 

Difendici se ci attaccheranno, finché noi saremo in piedi [...] e non sarai mai solo.   

domenica 29 marzo 2020

Novità? Il secondo "incredibile" servizio RAI (2020) sulla manipolazione cinese del coronavirus (da pipistrelli) per fini di ricerca.


Secondo video "shock" integrale dal TGR Leonardo, sul Coronavirus e gli incidenti nel laboratorio di Wuhan, 17 febbraio 2020. Altro che leccate di culo dei mass media di regime (per gli intrallazzi più che interessi, in quella squallidissima "via della seta"), per un paio di tonnellate di spazzatura mandata dalla schifosa dittatura cinese come piazzata generosista (turboparaculista), dopo il disastro che hanno causato con la loro endemica cialtroneria e la loro colpevole disonestà nel non comunicare, ai paesi dove i loro cittadini scorrazzano, il pericolo che già in novembre si diffondeva in Europa! La Cina (la Dittatura Cinese Comunista), se come appare, ampiamente responsabile nella genesi e diffusione di questa porcheria di virus, DEVE rimborsare i paesi colpiti, anche a COSTO DI SVENDERSI [...] alla coalizione che ne avrà ragione. [...] noi siamo favorevoli a che il pericolo cinese sia risolto in tempi rapidi (entro 5 anni o non sarà più possibile fermarli), principalmente per evitare la peggiore delle catastrofi, quella nucleare.
Sono come i bambini... E i bambini non devono giocare né con i giocattoli per i grandi né con le armi atomiche...

Al seguente link trovi invece il servizio TGR Leonardo del 2015, prodromo a questo:

L'incredibile servizio RAI del 2015 sulla manipolazione cinese del coronavirus (da pipistrelli) per fini di ricerca.