...CONTENTI?

giovedì 21 giugno 2012

Perché la profumeria non è mai stata (né mai sarà) l'ottava arte?


La lista delle arti stilata nel '23 da Ricciotto Canudo venne ampliata negli anni '60 dal critico francese Claude Beylie che vi aggiunse radio-TV e fumetto.
Il caro amico Octavian sostiene lui solo, che la profumeria sia l'ottava arte. E' una licenza entusiastica che a lui accordiamo, ma a lui solamente.
Il guaio è che molti babbani si azzuffano con favolette come queste. Abusando di terminologie loro non proprie; "arte": come riempie la bocca, e come agisce sugli intelletti più fragili e sugli sprovveduti. Ma semmai fosse possibile esplicitare un talento artistico nell'ambito della profumeria questo non avrebbe il carattere ridicolo e imitativo che è il distintivo di oltre il 95% di quello che da nord a sud, da est a ovest si fabbrica e si vende come profumo.
Francamente non si ravvisa come una pratica artigianale come quella di confezionare unguenti o profumi possa discostarsi dal comune denominatore di molti altri ambiti di artigianalità come l'intreccio di cesti di vimini, la costruzione di calzature partendo da pellame e suole, o la pasticceria.
Ogni artigiano applica una conoscenza, si parla infatti non mai di arte tout court ma di arte applicata, che è un nobilitare l'impegno (e l'ingegno talvolta) di uomini e donne indaffarati a creare per vendere.
La profumeria non può sovvertire la sua stessa storia, non ha forze e significati tali da soppiantare posti occupati. E perciò potrebbe al massimo sgomitare per occupare posto liberi in fondo alla lista, dopo il numero 12.
Ammesso che qualche ennuyé decidesse infine per il 13° posto, speriamo almeno ciò non accada di venerdì. Le cose vanno così male in profumeria che, inimicarsi la sorte appare la disgrazia della quale fare volentieri a meno.

Nessun commento:

Posta un commento

Nous sommes ici pour révérer l'affection que nous recevons, avec dévouement et engagement. Nous voulons accompagner les amis sur le chemin de la beauté avec les compétences et la loyauté qui nous différencient, dans un monde de menteurs et incompétents. Tempo da perdere con approfittatori e perditempo ne abbiamo sempre meno: francamente, non ne abbiamo più.

Possono commentare liberamente solo gli amici e sostenitori. I quali hanno accesso all'under-Blog ed ai contenuti più esclusivi, ricevono sempre risposta e hanno precedenza su tutti gli altri.

I messaggi contenenti link pubblicitari, o comunque non autorizzati, vengono eliminati da sistemi automatici.

J!cky 2.0