...CONTENTI?

giovedì 21 giugno 2012

2012. Profumeria di "nicchia" e CRISI ECONOMICA. Prospettive cupe.


La crisi sta tagliando fuori le spese per il superfluo e il necessario è intaccato.
La grande distribuzione arranca, profumi se ne vendono ma sempre meno.
Come sta la nicchia e come starà?
Secondo i nostri calcoli e ragionamenti con commericanti, profumieri (veri e farlocchi, italiani e stranieri), le prospettive sono terrificanti.
La concorrenza è esagerata, la gente non ha voglia di lavorare e a fare un profumo ormai sono capaci tutti, vedi il parrucchiere ***** amico di Francesco , (TVB, ridi che noi abbiamo trovato i profumi buoni e col BIP che lo andiamo a scrivere adesso che ci divertiamo coi pezzi museali).
Dicevamo, la profumeria di nicchia è in seria difficoltà. Come un poco ogni facitore di acque profumate tutti sono andati razionalizzando, diciamo pure risparmiando, nelle formule dal 2000 a oggi, dalla prima botta sulla fine degli anni '90 le cose si sono fatte sempre meno redditizie nel campo dei profumi e della cosmesi.
2001 Torri Gemelle, guerre, bolle speculative. 2008 crollo dell'equilibrio bancario e successivamente crisi dei sistemi valutari e nazionali, nel senso più ampio.
Oggi siamo nella merda, e la profumeria sta vivendo il suo '29 BIS.
La CRISI ha già chiuso e ridotto al fallimento molti laboratori, e chi resiste credendo sia un nuvolone ha capito male, se non è una tempesta tropicale sono i giorni dell'apocalisse. Tra invenduti e impossibili da vendere i grossisti inciampano e bestemmiano, non vi meravigliate se vi tocca la scatola ammaccata, non è il corriere è una calcio molto a monte.
Non è un caso che Tauer esca con un profumo costruito sull'economicissima molecola del Pink Sugar (l'ethilmaltolo) proprio quest'anno. Ed ha usato astuzia nel proporlo a un prezzo pompato proprio per confondere il consumatore, vedi costa un botto non mi chiedere quanto costa fabbricartelo, costa tantissimo (sì, 3 euro con la boccetta?).
La CRISI non colpisce tutti allo stesso modo, ci sono ricchi ed evasori ed evasori mooolto ricchi. Sono pochini però, e spesso vale la regola di fondo: un profumo vale per ciò che rappresenta, e per ciò che si comunica.
Oggi la gente che può spendere vuole nomi che siano invidiabili, sussurrare sadicamente alla donna delle pulizie Chanel fa sempre effetto, ci siamo capiti? Vagli a sussurrare: "MMMM questa Mona di Orio" alla cameriera! Crederà che non di un profumo ma di una bizzarra avance mista a torpiloquio si tratti.
La gente che potrà comprare vorrà essere riconoscibile.
Quei 4 ***** che si annusano tra loro con profumetti scemotti pagati centinaia di volte il loro valore la smetteranno di fottersi stipendio e cervello in st*****te minchiose (o nicchiose) quando i licenziamenti saranno il rintocco quotidiano.
Mouillettes o rastrello nel futuro dei malati di nicchia?
Quando rimarranno a casa a convertire le aiuole di sassi in orticello e rapanello nell'occhiello della casacca da lavoro. Allora certuni faranno un uso meno perverso delle carote, e le preferiranno lesse a crude. E i cetrioli faranno doppio lavoro!

Buona parte dei profumi di nicchia oggi ancora traballanti sul mercato stitico delle botteghine coi putti in cartongesso,
(e la commessa milf) spariranno. E sapete una cosa, saremo ad accorgercene sulle dita di una mano.
In fondo chi mai ci sarà stato laggiù dopo Amouage e Serge Lutens? Nessuno.

Nessun commento:

Posta un commento

Nous sommes ici pour révérer l'affection que nous recevons, avec dévouement et engagement. Nous voulons accompagner les amis sur le chemin de la beauté avec les compétences et la loyauté qui nous différencient, dans un monde de menteurs et incompétents. Tempo da perdere con approfittatori e perditempo ne abbiamo sempre meno: francamente, non ne abbiamo più.

Possono commentare liberamente solo gli amici e sostenitori. I quali hanno accesso all'under-Blog ed ai contenuti più esclusivi, ricevono sempre risposta e hanno precedenza su tutti gli altri.

I messaggi contenenti link pubblicitari, o comunque non autorizzati, vengono eliminati da sistemi automatici.

J!cky 2.0