...CONTENTI?

lunedì 2 dicembre 2013

Gloria a Gloria di Cacharel. POST INEDITO.

Pubblichiamo un post di 13 mesi fa che non abbiamo mai messo online prima perché non potevamo parlarne sino ad oggi... Riguarda un profumo eccezionale, mentre prepariamo l'aggiornamento 2013 pigliatevi questo:

Oliver Cresp, 2002


Ha creato Angel di Mugler, Midnight Poison, Valentina di Valentino...
Oliver Cresp è un profumiere di diamante, competente e di talento.
Sa usare la migliore energia dei naturali (scremati di ogni impurità da aziende come la Robertet) e sa usare i più innovativi tra gli aromachem.
La sua passione per il norlimbanolo crea la follia collettiva di D&G Light Blue, ma anche il Black XS di Rabanne.



Gloria ci era subito sembrata una fragranza eccezionale, un oggetto da possedere in più formati, ma era già scomparso dai negozi.
Pochi mesi e il prezzo era proibitivo anche per noi (il 100 ml viaggia sui 200 euro), alla fine si trovano, profumi come questi, profumi che si pagano e si godono.
Gloria è un'opera sinfonica completamente riuscita.
Ciliegia, amaretto, vaniglia, mandorla, tonka e pepe rosa confettoso.
Bellissima base di semi di ambretta, identica a quella nel fondo di Dior Homme Intense.
Grandiosa la parte fiorita: attorno ad una scintillante assoluta di Rose Bulgare ruotano fiori bianchi come satelliti, a contornare una rara qualità di rosa stupenda nella resa, rotonda e soave.
Ambrato e muschiato, con note di legno di cedro e resinoso styrax.
Più aggraziato di Baiser du Dragon di Cartier...
E' un profumo che induce profondo senso di gratitudine per chi l'ha creato.
Hanno detto somiglia a... oppure somiglia a...
Non è vero, è facile maldicenza di asini, giacché a noi non tornano queste "somiglianze".
Gloria è un capolavoro, non ci arriva Guerlain oggi a raggiungere vette come queste per meno di 185 euro.
Sillage magnifico, si sfoglia come una fiore, è un profumo che evolve, non statico, non lienare.
E lunghissima durata, drydown a la Guerlain.
E' un unisex.
Superlativo, possiamo ben dire sia un EDT con prestazioni da EDP.

Rating: 5/5

PS: il post è stato scritto nel mese di ottobre 2012


Ma siccome abbiamo deciso di calare qualche altra "carta" da far tremare il tavolo... ecco a voi un ASSO (se è possibile ancora più sorprendente del magnifico Gloria). Un Profumo divino, sul quale abbiamo molto ma molto meditato (almeno 2 anni):
1992Françoise Caron

J. mi daresti il migliore Vetiver là fuori?





15 commenti:

  1. Buon giorno, grazie per questi post. Son veramente felice di avere la possibilità di sapere cosa c'è dietro il profumo. Fino a quando ci saranno persone come voi, così appassionate ed entusiaste di quello che fanno abbiamo ancora speranza. La bellezza è come una religione a cui pochi sono ammessi a celebrarne i riti. Il profumo nel suo mistero fin dalla notte dei tempi avvolge e accompagna l'uomo, non dimentichiamoci lo splendido episodio del vangelo dove la Maddalena lava i piedi di Cristo con un profumo talmente prezioso da far gridare allo scandalo ai farisei. Grazie Jicky per quel po' di eternità che riesci a trasmettermi. Vin

    RispondiElimina
  2. ottimo come al solito ... ma perche' non potevate fare uscire questo post? la premessa mi ha incuriosito: portate pazienza,,,

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il commercio online, ci legge e prende pezzi del blog a proprio uso e consumo, non solo, adatta i prezzi in alcuni casi soprattutto alla pubblicazione dei post. Ci sono siti che fanno questo e nemmeno ti scrivono un ciao grazie...
      Poi però di alcuni profumi non è bene parlare se si è in disaccordo, sempre occorre prevedere gli effetti che possono sorgere, soprattutto tenendo presente che complessivamente lavoriamo come pazzi spendendo patrimoni per ricavare/guadagnare materialmente... ZERO.

      Jicky 2.0

      Elimina
    2. beh: essere i trend setter della profumeria non solo nostrana mi sembra una bella soddisfazione pero'... Frequento diversi forum e quando dici jicky... scateni il panico! O l'entusiasmo: dipende dall'interlocutore ;-)))

      Elimina
    3. ah: se posso votare : per me givenchy.

      Elimina
    4. Sì, siamo talmente tanto conosciuti che in profumeria le commesse a volte raccontano la storia del muschio di cervo che hanno letto su un blog bellissimo e tutto issimo che si chiama... E noi annuiamo, anzi uno di noi se lo è fatto persino scrivere dalla cassiera del Sephora...
      Non si sa mai, con le crisi di identità ad esempio.
      Ci leggono anche dall'estero, se li traducono i post, uno la settimana scorsa ha mandato i ringraziamenti... dall'Irlanda!
      Siamo sorpresi del successo MERITATO ma inatteso, e il bello è che il Blog "espelle" solo il 10% del nostro pensiero, e del nostro "lavoro" sui profumi e sulla profumeria.
      Givenchy d'epoca, basta che non sia della serie Les Parfums Mythiques e sarà certo un vetiver ottimo.
      Il Guerlain d'epoca è molto complesso e dark, meno easy to wear del vellutato Vetyver Givenchy de Hubert.
      Bien Bien Bien...
      J!

      Elimina
  3. Ho trovato un sant'uomo che vende scorte di gloria a prezzi ottimi, tipo 78€ il 100ml, e 55 € il 50ml, ma la provenienza è SOTTO la linea maginot. Vado lo stesso? Mi avete convinto con la rosa bulgara e il fondo di dior homme intense, che amo e metto regolarmente. Purché non sia una specie di loukhoum di km, che ho in versione soir ( un tester a prezzi stracciati che nessuno voleva) mi piace , ma francamente immettibile fuori da casa, a meno che non voglia odorare come un pasticcino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. H@!o Peocionoir

      Sotto la Maginot (o Molyenux) non ci sono santi, se hanno siti online o negozi ebay...
      Pagalo il doppio ma prendilo sopra la linea da qualcuno che sappia cosa vende, o in Germania dove gli appassionati di profumi sono più fissati dei francesi.
      Siamo tempestati di segnalazioni di roba alterata, Gloria è molto fragile, sarà l'indolo o saranno i solubilizzanti ma un flacone in fase lo abbiamo purtroppo visto e veniva dal caldo. Stiamo raccogliendo dati per spiegare cosa accade nelle regioni più calde attraverso i lustri e i decenni ai flaconi di profumeria e cosmetica.
      Purtroppo il commercio se ne frega del fattore tempo, e le aziende si giustificano dicendo che per loro dopo 3 anni dalla consegna al dettagliante il prodotto non è più garantito. I profumi vogliono temperature costanti, non gelide ma fredde.

      Jicky 2.0

      Elimina
    2. Sì infatti, ho visto!! I tedeschi hanno scorte di tutti i profumi dismessi del cosmo più uno, ma ti fanno pagare pure l'aria che c'è nei flaconi. Giustamente, dirai, in cambio di correttezza e garanzia, per carità..ma boia se riesci a fare tu un affare con loro, non li freghi mica mai! Non c'è un profumiere sprovveduto, chessò , perso in un bosco della bassa sassonia con cui fare l'affare, no! Se voi domani mattina cacciate fuori alle 10 una recensione a caso da 5/5, alle 10.01 loro hanno già provveduto a decuplicare il prezzo. No anzi, loro la gemma l'avevano probabilmente scovata pure prima, ecchecchezz.. Ma hanno i nasi fini o è spasmodica ricerca di mercato?? ho capito, salta il mio affare unter der Molyneux-Linie. grazie

      Elimina
    3. H@!o Honey :)

      Le ragazze e le signore vogliono sempre spendere poco con i profumi, perché hanno da comprare rossetti, ciprie, fondotinta, struccante, rimmel, matite, contorno questo e quello, idratanti, ma sbagliano.
      Se lo fanno per loro sbagliano perché la vita non si svolge allo specchio e solo il profumo dialoga con loro stesse e merita rilievo.
      Se lo fanno per gli altri dovrebbero capire che a un uomo non piace il rossetto, il colore di qua e di là, e l'inganno dei trucchi.

      In Germania il collezionismo di profumi è iniziato 40 anni fa, quando il marco era forte. Ed oltre a questo vantaggio, mediamente sono più attenti e studiosi di altra gente che invece tiene i profumi (come abbiamo verificato in Puglia e nel Lazio) in box per la ghiaia o ripostigli di lamiera, per poi rivendere a casaccio o a peso.
      Quando il prezzo di un profumo d'epoca raddoppia in un periodo vuol dire che è piaciuto e piace e che gli si riconosce universalmente un valore.
      Quando un profumo eccezionale è vicino a scomparire non ci accorge che il suo valore dovrebbe meritoriamente decuplicare, ma non accade mai.
      C'è un profumo di 40 anni fa, spaventosamente bello, che raggiunge in tutto il mondo cifre a flacone superiori ai 1000 euro, l'abbiamo provato e ne scriveremo appena ci riprenderemo dallo shock perpetuo in cui siamo precipitati, perché pagato noi 500 capiamo chi lo paga 1000.

      C'è un sito americano che vende i decant, che questo qui lo dà via a 35 dollari per 1 ml. Sono tanti, ma fatto il giro e ritornati al punto, ci sta. E non è una moda, dura da quando lo hanno interrotto la caccia a questo capolavoro, dalla Russia all'Australia: replica dispersiva, troppe parole. Cheers!

      Jicky 2.0

      Elimina
    4. Parli di the perfumed court, vero? Ogni tanto sbircio e sogno di portarmi via qualche goccetta di alcuni vintage guerlain o chanel, per quanto mi riguarda 20-30 euro per 1 ml di après l'ondée, li spenderei volentieri ad esempio, tanto per sognare per un giorno o due, mentre 2-3mila € per una bottiglia è un investimento potente che, purtroppo, personalmente nn mi posso permettere. Visto che i decant provengono dagli US, c'è il solito problema con la dogana, o si riesce a bypassare in qualche maniera ordinando su questo sito? Sempre che sia questo, il sito a cui ti riferisci. Grazie

      Elimina
    5. H@!o
      Sì, ce l'hanno anche là, e a parità di concentrazione purtroppo sembra costare più dell'apres l'ondee vintage. Quando appare su ebay il profumo ancora non nominabile assistiamo a cose terribili, aste con 50 rilanci su flaconi spray mezzi vuoti. Persino il case venduto come reliquia, e come detto non parliamo proprio di un profumo antico, ma di un vintage anni '70.
      Tutte le ipotesi e i discorsi si sono fermati quando abbiamo sentito due flaconi distinti e perfettamente conservati, tra l'altro un edt estremamente potente, come era di quegl'anni, quasi quanto l'edp.
      L'estratto esiste ma deve essere di una potenza micidiale.
      Recentemente ne abbiamo parlato con una autorità mondiale (che non abbiamo cercato noi, ma che è spontaneamente venuto a farci i complimenti) in materia di profumeria, che ha integrato il nostro stupore di nuova linfa.
      Ed ha anche aggiunto cose turche su un profumo che abbiamo recentemente apprezzato, e che pare sia lo schema compositivo con i materiali e gli accordi esatti con cui pochi anni dopo fu realizzato Nombre Noir.
      Ammettendo come ha ammesso che il modello di Nombre Noir era molto più riuscito e ricco di Nombre Noir.
      Come dire quando rispolveriamo qualcosa e saltiamo su con la banda per l'entusiasmo, non è mai suggestione...

      Jicky 2.0

      Elimina
  4. Be', da queste parti non è che si sia mai risparmiato molto in profumi, ma da quando è arrivato jicky 2.0, rossetto anche come blush, mascara economici e niente fondotinta. :)
    Sul resto sarà fatta opportuna riflessione... ;)

    RispondiElimina
  5. Mi hanno detto che Yodeyma ne propone una copia (yodeyma n 53), che ne pensi?
    Mi piacerebbe molto sapere cosa ne pensi in generale di queste nuove "marche bianche" del profumo. Il fatto che loro propongano fragranze molto simili a prezzi notevolmente inferiori potrebbe indurre le grandi case a puntare sulla qualità?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dicono tante cazzate in rete... A cos'altro servono i forum? (non che blog come quello del sordomuto siano tanto meglio)...

      Le imitazioni di profumi a 10-20 euro, sono possibili in termini di riuscita, solo quando il profumo imitato è veramente una merda. Chi imita, non è un benefattore, di solito è un delinquente. Le gascromatografie hanno gradi di complessità tra il minimo e il massimo con cifre che per la stessa analisi vanno da due pizze a una casa. Sono mediamente tutte cialtronate. Nel caso di Gloria e di molti altri profumi imitati hanno problemi di impossibilità di ri-creazione, perché molti materiali sintetici e naturali non sono disponibili per chi alza la cornetta, non basta pagare... E poi ogni decennio, i materiali naturali e sintetici scompaiono (o vengono a modificarsi per cicli produttivi, diverse impurità, etc). Come dire, volere fare un profumo di 20 anni fa, esattamente com'era costerebbe 5-10-XX volte in più. Altro che 20 euro...
      Gloria imitato fa ridere...
      Come fa immensamente ridere pensare che si possa solo immaginare, che aziende sgangherate di robaccia possano minimamente influenzare chi alla fine comanda anche loro. Non danno fastidio, perché sono ridicoli. Diversamente li avrebbero già chiusi. Non esistono "marche bianche", sono nell'animo infinitamente peggio dei marchi famosi. E non è vera la balla di FM là... che otterrebbe le formule bla bla bla... se si osserva il loro inesistente quasi giro di "merce" imitata, si capisce perché li lascino liberi. La profumeria "mainstream" vista dal di dentro è infinitamente più sofisticata della "nicchia" e di quanto si possa immaginare da fuori. Ma un naso allenato non ha bisogno di queste osservazioni. Se fosse possibile ancora a realizzarsi, una imitazione di Gloria di Cacharel fatta bene, verrebbe a costare molte ma molte volte più dell'originale. Se si vuole Picasso quello è Picasso. Se ci si accontenta di una fotocopia senza toner, è altro paio di maniche :/

      Jicky 2.0

      Elimina

Nous sommes ici pour révérer l'affection que nous recevons, avec dévouement et engagement. Nous voulons accompagner les amis sur le chemin de la beauté avec les compétences et la loyauté qui nous différencient, dans un monde de menteurs et incompétents. Tempo da perdere con approfittatori e perditempo ne abbiamo sempre meno: francamente, non ne abbiamo più.

Possono commentare liberamente solo gli amici e sostenitori. I quali hanno accesso all'under-Blog ed ai contenuti più esclusivi, ricevono sempre risposta e hanno precedenza su tutti gli altri.

I messaggi contenenti link pubblicitari, o comunque non autorizzati, vengono eliminati da sistemi automatici.

J!cky 2.0