...CONTENTI?

domenica 6 luglio 2014

NEUROSCIENZE: Questo profumo ti fa bella (ma non più giovane). Ricerca Unilever: Profumi per aumentare l'attrattività NON modificano la percezione dell'età.


La rivista Plosone ha pubblicato qualche giorno fa una sintesi di un esperimento condotto su attrattività e profumi. A noi tocca leggere tutta questa fresca letteratura scientifica per via del lavoro infinito che svolgiamo da ormai quasi 4 anni senza interruzioni nella elaborazione di prodotti olfattivi ATTIVI, sarebbe banale, riduttivo, dire che lavoriamo solo all around "feromoni" (un termine avvolto da elettroni ubiquitari dagli innumerevoli significati).

Quanto riferisce la rivista è oggi ripreso da alcuni organi di stampa italiani, ma omettono un dettaglio non trascurabile, che noi non ometteremo. Lo "studio" non è disinteressato, perché figurano tra i finanziatori entità molto note nel commercio di prodotti "profumati", insomma la ricerca in questione fa capo alla prestigiosa Unilever.
E' uno studio sulla interazione tra differenti modalità sensoriali, svolto su una batteria di volti la percezione dei quali è stata sistematicamente modificata, durante intervalli di esposizione rapidi alle variazioni semantiche indotte dalla presenza during perception, di stimoli odorosi differenti. Si è puntata l'attenzione sui giudizi affettivi e cognitivi di attrattività e percezione anagrafica (quanti anni, età).
sono state usate 11 miscele, dalla più sgradevole (odore di pesce cotto 100% fornito dalla Symrise) alla più piacevole (rosa 100% fornito dalla Givaudan), tutto in propandiolo (fornito dalla Sigma A.).
Il test di iso-intensità è stato svolto su un panel di 10 esperti, per avere materiali olfattivi calibrati correttamente in potenza.
Partecipanti 18 (ci sono sembrati un pò pochini ma se va bene allora di studi privati analoghi Jickiel/Jicky 2.0 ne avrà da pubblicare :)...), dei quali 12 donne di età media 25 anni.
Il flusso di aria e odori è stato organizzato da un software (Psychology Software Tools Inc., Pittsburgh, PA) e l'attrezzatura comprendeva boccagli e mascherine.

I volti utilizzati erano 55 di donne tra 35 e 50 anni (ci tengono a farvi sapere che le foto sono state realizzate con una Canon bla bla bla, la scienza e le marchette eh...).


Età media 42,5 ma il panel attribuiva invece una età media di 40 anni, si vede che erano tutte belle signore...


Facce scoperte e niente espressioni sul volto, ricerca di uniformità nella differenza.


Prima dei flussi di odori hanno osservato una linearità tra la percezione di imperfezioni, rughe e attrattività.


Contrariamente a quello che sulla pagine neuroscienze del Corriere della Sera si legge, o su pagine mordi e fuggi canadesi, non è affatto vero che lo studio si possa tradurre in "profumi buoni rendono (percezione) più piacevoli e più giovani": questi giornalisti andrebbero messi in ginocchio sui ceci.
Lo studio dice: 
the effect does not extend to making people appear younger, simply prettier. 

Traduciamo in parole povere per tutti, anche per i giornalisti (PAGATI a differenza nostra) del Corriere:

I profumi piacevoli permettono di percepire chi abbiamo davanti in modo piacevole ma non influenzano l'area del cervello che attribuisce ai volti l'età! Quindi, hai gli anni che avevi ma sei più gradevole o simpatico/a, non più giovane!

I profumi spiacevoli invece creano indebolimento percettivo (o panico?) e la persona non è in grado di attribuire correttamente l'età perché gli fa schifo quello che sente... 
This effect was weakened in the presence of unpleasant odors, so that younger and older faces were perceived to be more similar in age.



PS: COMPRARE IL GENIO di Jicky 2.0?

Dei semi del denaro. 


Noi siamo, a quanto ne sappiamo, i soli al mondo, ad avere in arsenale, ricerche indipendenti e prototipi di prodotti, sulla percezione crossmodale dell'età modificati da molecole inalatorie nei due sensi (invecchianti e ringiovanenti).
Messo giù così sembra il linguaggio censurato recentemente in america di una nota azienda di cosmetica... ma non è il nostro caso, qui niente smargiassate. 
Abbiamo roba da far tremare il c***, a quelli che si assopissero leggendoci...
Ma non conviene spiattellare troppe cose, perché siamo osservati da tutta europa e dalla gente che conta, che risale a noi attraverso il sistema di esche che seminiamo di post in post...
Un cordiale saluto alle varie aziende i cui creativi leggono il nostro Blog e copiano qua e là senza nemmeno ringraziare, non fateci incazzare: quello che vedete è niente.
Per vedere il resto ci si può mettere d'accordo...

Noi possiamo DICHIARARE e DIMOSTRARE, voi che avete tanti soldi ma poche idee potreste COMPRARE "i semi del denaro"...


Le IDEE GIUSTE, i progetti che annunciano VANTAGGI (E GUADAGNI).



Oppure? 





Oppure un poca di pazienza ancora, campo corretto e rastrello, seminiamo e raccogliamo: zucca di campo è meglio di zucca di serra. Meno costrizioni abbiamo più produciamo, (più in alto arriviamo). Ce l'abbiamo sempre fatta da soli...

Nessun commento:

Posta un commento

Nous sommes ici pour révérer l'affection que nous recevons, avec dévouement et engagement. Nous voulons accompagner les amis sur le chemin de la beauté avec les compétences et la loyauté qui nous différencient, dans un monde de menteurs et incompétents. Tempo da perdere con approfittatori e perditempo ne abbiamo sempre meno: francamente, non ne abbiamo più.

Possono commentare liberamente solo gli amici e sostenitori. I quali hanno accesso all'under-Blog ed ai contenuti più esclusivi, ricevono sempre risposta e hanno precedenza su tutti gli altri.

I messaggi contenenti link pubblicitari, o comunque non autorizzati, vengono eliminati da sistemi automatici.

J!cky 2.0