...CONTENTI?

domenica 13 luglio 2014

Il post di Jicky Michele Agnolo. Se ti perdi questa occasione... (non nostro ma) tuo danno.



La profumeria di oggi è figlia del triclosan, dei deodoranti per ambienti, delle por****** per l'auto, dei detergenti domestici, degli ftalati della plastica... Più o meno tutti sovvertitori ormonali, e dio sa quanto l'olfatto sia influenzato e persino plasmato dalle doti scultoree di alcuni ormoni.
Alla sessualità globalmente depotenziata, inibita, invertita il settore delle fragranze e degli aromi chimici risponde con una sequenza interminabile di prodotti anafrodisiaci. Evitiamo di riportare le liste che abbiamo stilato per non massacrare profumi che già vendono poco o nulla. Ma ci sono in commercio delle gran porc***** che ricordano insetticidi, diserbanti, disinfettanti. Porc***** immonde.
Non vi fate ingannare dal "ricevo molti complimenti" (chi si accorge che siete olfattivamente ingombranti, non è detto sia felice di essersene accorto): quella frase non significa niente... niente di particolarmente bello o di veramente importante per voi.
Se invece dei complimenti ritenete di aver rimediato, grazie alla pozione di profumeria, una serie di gratificanti incontri ravvicinati... allora il discorso è diverso, ma sappiate distinguere la persona vittima di un incantesimo da quella semplicemente affamata o infoiata.
Se un femmina deve piacere a un maschio dovrebbe indossare un profumo che piace a quel maschio.
Se un maschio deve piacere a una femmina dovrebbe indossare un profumo che piace a quella femmina.
Se un femmina deve piacere a una femmina, o se un maschio deve piacere a un maschio, si scovino le rispettive preferenze olfattive, o si chiedano lumi per trovarle. 
Non è cura dei dettagli, è il tentativo di creare un ponte olfattivo: intelligenza applicata al palato dell'oggetto del desiderio, o meglio al mansardato upper floor del palato dell'amato (o dell'amata).



Sembrano cose tanto ovvie? Ma non le fate mai! Comprate in rigoroso egocentrismo, secondo le regole commerciali di questi tempi, che vi vogliono divisi e non uniti, perché compriate di più...
Ecco, e magari andate in giro come caricature di filosofi esistenzialisti incompresi! Poi vi fiondate nei forum, nei siti per la caccia all'anima gemella, o dalla solita imbecille di psicologa che... andavate dal mago spendevate di meno e trombavate di più (ben s'intende, non col mago)...
Le essenze, i profumi, che si sono sedimentati nell'inconscio nostro e dei nostri genitori o dei nostri avi sono infinitamente più attivi delle c**** di molecole nuovissime brevettate ogni giorno, buone solo a fare tanti quattrini, specialmente dopo aver messo nel recinto o in quarantena come appestate, le molecole buone, per far spazio a quelle redditizie e potenzialmente più pericolose di quelle vietate perché sviluppate in tempi troppo brevi per verificarne il reale potenziale "negativo".
Se la profumeria contemporanea produce o accompagna segaioli che gli si stanca prima il bruco del braccio, sgrillettatrici alla ricerca dell'orgasmo perduto (o inesistente, perché non è un evento obbligato dalla fisiologia femminile semmai è una anomalia), se la profumeria accompagna le persone in una opera di sterilizzazione e di isolamento, non ci muoviamo più nell'ambito della vita, della fertilità, della gioia e della condivisione della gioia bensì negli spazi angusti della morte che sono le casse zincate, le urne cinerarie e le fosse (o le automobili o ancora i mini appartamenti, che tanto diversi dalle fosse non sono).
La profumeria così "nuova" da non essere nel nostro DNA (e vale per tutti i pallonari creed-ini con le date farlocche di fondazione o creazione), quella impossibile da condividere perché ristretta, nelle carceri della nicchia, è quella che con il cartellino rosso e il fischio arbitrale dobbiamo mettere alla porta subitamente, non c'è spazio per i profumi sfigati. Ed il ritratto iperrealista di un profumo sconosciuto, che non ha un passato e che è costruito con la m**** chimica e con la tecnologia del presente è sempre quello di un profumo "di nicchia"...
Questo argomento è troppo importante per esaurirsi in un post o in più post ravvicinati...
Sì, vi sorgeranno quesiti: ma le risposte saranno già in questo post che Noi si lascia finito e rifinito nella sostanza ma non così nella forma, insomma... 
un non finito.



6 commenti:

  1. Lo dicevo a quei cassoni di commessi e a quelle puffane di commesse....sento plastica bruciata, sento gomma fritta, sento deodorante da bagno, sento detersivo da 2 euro....mi ridevano in faccia perchè nei profumi di nicchia ci sono solo essenze naturali coltivate sullo yatch dei propietari dei relativi marchi di minchia. Mi sono detto più volte che il mio naso non era " buono ". Quello che più mi fa incazzare è che loro ( i sedicenti intenditori del casso ) vendono cose che NON conoscono. Io faccio pizze e so com'è strutturata una pizza, tu vendi detersivi di gomma spacciandoli per alta profumeria e mi ridi addosso se il mio naso " inesperto " carpisce segreti di gomma???? Andate a fare in cuculo pezzi di me....Ho una bella collezione di merda a casa, chi fosse interessato può contattarmi. P.s. se vi avessi conosciuti prima avrei probabilmente tutti quelli che chiamate " capolavori " . Oggi ho le palle demolite e mi accontento di qualche profumo commerciale più che decente o qualche by kilian che a quanto pare non dispiace così tanto nemmeno a voi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. H@!o (si legge HALO) mauripizza.

      Lascia perdere anche i By Kilian, ce ne sono solo uno o due che meritano, e nell'entusiasmo si rischia di portare a casa anche il resto del carretto, la roba che non la rivendi nemmeno agli albanesi che puzzano, se mai intendessi dopo incauto acquisto tentare di recuperare due pezzi da 10 (di euro).
      Quei commercianti che partecipano alle truffe sono truffatori loro stessi, più o meno consapevoli. Devono mettersi nella zucca che nel commercio ci sono regole e garanti del corretto svolgimento della pratica commerciale, e che non è ammessa ignoranza delle regole, o wannamarchismo...
      E non partecipino alla vendita di prodotti che millantano date di fondazione, materiali pregiati impiegati, premi ricevuti, che NON ESISTONO e che NON SONO IN GRADO DI DI-MOS-TRA-RE!

      With love,
      Jicky 2.0

      Elimina
  2. Grazie del vostro operato, un vostro assiduo lettore e compagno di insulti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. H@!o mauripizza
      noi insultavamo da piccoli, adesso mettiamo gli asterischi :)
      Siamo cresciuti, così tanto che ormai, se solo li guardiamo storti, loro chiudono.
      ;)
      J.

      Elimina
  3. Un blog così competente non l'ho mai visto, io vi stimo una cifra raga :) siete i NUMERI UNO, senza nessun dubbio, e seguo solo i vostri consigli, tutti d'oro.
    Grazie!
    Ah, vi ho mandato una PM ;)

    RispondiElimina

Nous sommes ici pour révérer l'affection que nous recevons, avec dévouement et engagement. Nous voulons accompagner les amis sur le chemin de la beauté avec les compétences et la loyauté qui nous différencient, dans un monde de menteurs et incompétents. Tempo da perdere con approfittatori e perditempo ne abbiamo sempre meno: francamente, non ne abbiamo più.

Possono commentare liberamente solo gli amici e sostenitori. I quali hanno accesso all'under-Blog ed ai contenuti più esclusivi, ricevono sempre risposta e hanno precedenza su tutti gli altri.

I messaggi contenenti link pubblicitari, o comunque non autorizzati, vengono eliminati da sistemi automatici.

J!cky 2.0