...CONTENTI?

martedì 3 marzo 2015

Les Exclusifs de Chanel, Misia & Pfff...

2015, Olivier Polge (?)
My inspiration for this fragrance wasn't Misia herself as a person, but her role as a turning point in the life of Gabrielle Chanel. With this fragrance, I wanted to convey the atmosphere of the Ballets Russes and the smell of makeup from that time.

Segaiolo! Tu c'eri? tra le ballerine a pippare il loro makeup? Come si chiamava l'ultimo Zar di Russia? Quand'è caduto il muro di Berlino? Sai farti il letto da solo? Compri le scarpe col velcro perché non puoi girare con la domestica che te le allacci?

Olivier Polge è il FIGLIO di Jacques. 
Jacques Polge è un profumiere potente, è come il titolare di una cattedra... Anche quando non c'è è come ci fosse, ed ogni mese... incassa. E Jacques è il naso "ufficiale" di Chanel, ma non è il creatore di ogni fragranza da lui firmata... Non fateci dire di più. Dài, va bene così.
Olivier Polge è sabbia negli occhi, quanto brutto è Valentino Uomo?
Si vede che è il FIGLIO? Certi FIGLI non son pezzi di cuore, sono pezzi di...
Ma è sabbia negli occhi, soprattutto perché, noi crediamo che Dior Homme (2005) non sia una sua creazione, e rimarremo dell'avviso sino a prova contraria diversa dalle "belle balle in rete"...
Fine della polemica per oggi...

Misia è un profumo (oddio!), riparte la polemica? Misia è un'opera di riciclo, riciclare è conveniente. E a Chanel, come in tutta la profumeria di questi tempi, quando si può... Si fa. 
Misia è la cartaccia rimasta in fondo ai cassetti, negli studi di progettazione che hanno realizzato Chanel e Dior. Abbiamo scritto: Chanel & Dior, tenete a mente, per il futuro...
Negli ultimi... beh, ormai... Lustri.

Certuni hanno detto, vedere i cassetti della Grojsman, no amorini belli: un'amica del figlio di Polge, non la sua maestra.

Misia è l'iris che non c'è, una idea irreale di iris, la nota "rossetto" (noi la chiamavamo cipria, 10 anni fa, ma ormai vada per rossetto), privata degli aspetti reali della materia prima, data dal rizoma di iris. Son tutti iononi, gli ironi presenti sono a dose omeopatica, più un fatto di coscienza che di consistenza. Orivone, e giù da quella parte della collina...
Rosa, di "Grasse" e Turca. Considerando che, i campi di Chanel a Grasse sono estesi quando quelli modestissimi nostri (Jickiel), facevano prima a dire Turca, e anche troppo, o magari ciao...
N°19 Poudré, Ombre Rose (original, Brosseau), Lipstick Rose (Malle), French Kiss (avanzo de La Petite Robe Noire Project).
Iris sintetico (viola, polvere talcata, semi di carota, due palle), hedione, ido e super, zuccherato con nota caramello tonka, rosa ai frutti rossi aspri. Muschi sintetici q.b.

Alcuni di voi ci hanno chiesto, vale la pena? La risposta è no.

Rating: 1/5


Chanel purtroppo, sta maturando idee terribili di cessione. E noi non ci sentiamo tanto bene... 
Perché a noi le panzane su Gabrielle Chanel e su Marilyn Monroe, fanno lo stesso effetto di quelle di Creed sui suoi mort* c@ni (e mai esistiti). 
Ma alla famiglia Werthemier, a loro sì, noi vogliamo bene... 
Wertheimer è Chanel e Chanel è Wertheimer. 
Se non ci fosse stato Pierre Wertheimer, col ca*** Gabrielle Chanel sarebbe sopravvissuta agli anni '30!

Nessun commento:

Posta un commento

Nous sommes ici pour révérer l'affection que nous recevons, avec dévouement et engagement. Nous voulons accompagner les amis sur le chemin de la beauté avec les compétences et la loyauté qui nous différencient, dans un monde de menteurs et incompétents. Tempo da perdere con approfittatori e perditempo ne abbiamo sempre meno: francamente, non ne abbiamo più.

Possono commentare liberamente solo gli amici e sostenitori. I quali hanno accesso all'under-Blog ed ai contenuti più esclusivi, ricevono sempre risposta e hanno precedenza su tutti gli altri.

I messaggi contenenti link pubblicitari, o comunque non autorizzati, vengono eliminati da sistemi automatici.

J!cky 2.0