...CONTENTI?

lunedì 12 ottobre 2015

L'allergia (e l'intolleranza) utile.

Quando sentiamo in giro storie di allergie ai profumi, pensiamo a ragione due cose: 


1) sarà qualcuno che è già malato e cioè che ha già un sistema immunitario in panne, 

2) sarà qualcuno che traduce con l'intolleranza i problemi suoi "mentali".


Perché tutto è possibile, ma è rarissimo (e ciò detto in prolusione, affinché quanto segue non pecchi di assolutismo), che una persona "nata bene" sia "allergica" ai profumi e ai belletti.

Piccolo inciso: le persone con tare genetiche, generano persone sempre più vulnerabili, con sistemi immunitari sempre più fragili che, arrivando alla riproduzione incontrollata creeranno problemi alla prole e al sistema di immane tragedia. Occorre una rapida conversione all'eugenetica preventiva.

Ma ufficialmente, "scienza" e "ricerca" cosa ci raccontano?

Ti gà schei?
Il racconto sulle origini dei "mali" cerca fondamento nella vocazione scientifica della medicina, che basa le proprie posizioni sulla "ricerca".

Ma che cos'è la "ricerca"?

E' un gran bordello. I ricercatori dovrebbero ricevere sempre salario minimo a scalare anno per anno (3,2,1,ZERO), da fame, e premi importanti ma solo a risultati utili raggiunti. Allora sì la smetterebbero di vivere di prestigio immeritato, imboscati nelle università a spese dei contribuenti, a trascinarsi scazzati tra la macchinetta del caffé e il primo monitor che capita!

Se il futuro dell'umanità fosse davvero nella ricerca cosiddetta scientifica allora converrebbe comprare ferri di cavallo e cornetti rossi. E' la nostra passione... La metà buona è monnezza di coglioni pagati (sempre troppo) per fare confusione!

Se si passa in rassegna la letteratura sull'argomento del quale maggiormente noi (Jicky 2.0) ci si occupa, fumano le palle per il numero di giri...

Negli anni '70 cospargevano topi per mesi di muschi nitro (e a volte contemporaneamente li nutrivano con gli stessi muschi addizionati al mangime), alla fine morivano, spesso sviluppando tumore. Ne deducevano che i muschi nitro potevano essere cancerogeni. Sulla ipotizzata cancerogenicità sbagliavano, infatti altri studi successivi contraddicevano i primi. Ma non solo: oggi si sa che se il topo viene posto in condizioni di stress continuato, nel lungo periodo sviluppa gli stessi tipi di tumore: il topo dei test con muschi nitro veniva torturato fino alla morte... 

In Cina si osservano problemi ai testicoli e si conclude che la formaldeide induca autofagia cellulare. L'interferenza ormonale che induce riduzione nella riproduzione cellulare era troppo scontata, così inventano una ipotesi, tanto per raccattare soldi per proseguire le ricerche... del cazzo.

Già in tema di sesso, come non fare menzione degli studi vari sul coito allergico, allergia allo sperma... Non si possono leggere quegli studi! Si sparino in testa! La facciano finita! Sono coglionate!

Poi c'è un carretto di studi che viene da tizi che a scavare si scoprono essere tutti israeliani, attivi in un centro dermatologico che giunge a vette di tragica comicità quando si spende nei casi di allergia ai Tefillin (J Am Acad Dermatol. 2005 May;52(5):831-3. Tefillin dermatitis). Non viene in mente a nessuno di verificare lo stato di salute generale dei presunti allergici né di valutare il loro rapporto psicologico (conflittuale) con l'oggetto religioso, niente di tutto questo, ragionieri della chimica cutanea, la pelle per loro è un reagente... Auguri! 

Quali sono allora le cause delle allergie ai profumi e ai cosmetici?

I prodotti ad uso cosmetico ed il materiale da profumeria sono "omologati" per utilizzo su persone "normali" in condizioni di salute "normali". 

Le allergie sono esplose nel '900 (e la causa non è l'inquinamento esterno). 

Le persone allergiche sviluppano un conflitto tra l'organismo e l'ambiente, tra l'interno e l'esterno. L'organismo delle persone allergiche è più debole, il loro sistema immunitario è indebolito, ha per questo meno difese dall'esterno. E soccombe nei fenomeni allergici, a livello cutaneo o respiratorio, etc. Solitamente le allergie ai profumi e cosmetici sono causate da problemi immunitari, gli "allergici" presentano sempre alterazione della flora batterica intestinale, che è di solito causata da errori nella dieta*, che il dietologo medio non sa risolvere perché sa un cazzo come l'allergologo medio (anche se è con quella professione che il "dottore" si paga le ferie, il suv e se va bene la filippina che lava e stira). 

Cosa devo fare se sono allergica/o ad un profumo o a un cosmetico?

Chi è allergico o sviluppa dermatite a seguito della applicazione di prodotto che nella maggior parte delle persone non produce affatto simili effetti, deve ringraziare. Ma per ringraziare deve capire.

Se il tuo corpo ha reagito male al contatto con un materiale che per tutti gli altri non è di alcun fastidio, devi capire che il tuo organismo non è sano come quello degli altri. Dentro te c'è qualcosa che non va: tra te e l'esterno c'è qualcosa che non funziona come dovrebbe. Ma la soluzione non è nelle competenze dell'allergologo medio. 
Se pensi che i problemi si risolvano allontanando gli allergeni ti prendi per il culo, perché se non ripristini una buona condizione immunitaria, inevitabilmente incorrerai in altre sofferenze, in patologie altre, anche molto gravi.

* lo stomaco va KO per via di quello che si assume (cibo, farmaci, etc), ma anche per riflessi del sistema nervoso: occorre ricordare che lo stomaco è il nostro secondo cervello. Poi c'è gente che ragiona coi coglioni, OK ma è un altro discorso...

2 commenti:

  1. Jickissimi, voi sapete tutto! Numeri 1! Io ho tutta la famiglia ripassata dal dietologo. Risultati? Tutti obesi, tranne me che seguo i vostri consigli sbaciucchi. E mio fratello!!!??? Anni e anni di vaccini, e rush test dal medico allergologo, tanti ma tanti soldi spesi e come sta!???? Prende cortisone. E' peggiorato. Io mi cospargo di profumi e sono la più sana, mi è passata l'asma da quando sniffo vintage :)) Gh gh gh! Bacini a tutti voi! Vi adoro! Pubblicatemelo eh!
    :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. H! Magica, è evidente che la medicina oggi soffre di eccessiva parcellizzazione e svogliatezza patologica (ma quando mai si aggiornano e si correggono le conoscenze dimostratesi errate?), ma vale anche per altre specialità universitarie, si creano corsi tenuti da docenti non sempre degni dell'incarico che ricoprono, che autorizzano altre persone mediocri e/o impreparate a svolgere funzioni sociali che finiscono per essere di intralcio al bene comune. Molti disturbi, molte patologie, non richiedono medici soprattutto non richiedono medici che si credono "preparati" ma che nei fatti, non hanno preparazione minima e sufficiente per risolvere i problemi che vengono sottoposti loro.
      Il grande medico non si forma nelle università. E aggiungiamo, sarebbe ora che, come in Svizzera, si lasciasse la gente LIBERA di curarsi come crede! Sostenuta in pari diritti dal sistema sanitario. Le lauree poi... Almeno andrebbero verificate ogni 10 anni, con test di verifica di competenza! Ma se facessero quiz ed esami a tutti i laureati nelle rispettive discipline dopo 10 anni dal conseguimento del titolo... Quanti di essi supererebbero le prove di minima competenza nei rispettivi campi!? E allora? L'amore per la conoscenza e le università non sembrano andare d'accordo, poco ma sicuro.
      La società si deve difendere dai titoli e diritti che vengono concessi, con verifiche puntuali. Chi non sa e non ricorda, non può mantenere titoli, incarichi e ruoli. Così si può innalzare il livello di reale preparazione dei vari "professionisti" , ma il livello della offerta si eleva anche mettendo nuovi rivali contro quelli esistenti, medici di campagna e persino guaritori, in questo caso. Libertà deve diventare una parola piena di significato, e non una barzelletta!
      Ah ah, usa i profumi d'annata come profumi, e ritrova ogni tanto il gusto dell'aria pulita da ogni possibile interferenza.
      Bacini ricambiati e molto graditi.
      Love, Jicky 2.0

      Elimina

Nous sommes ici pour révérer l'affection que nous recevons, avec dévouement et engagement. Nous voulons accompagner les amis sur le chemin de la beauté avec les compétences et la loyauté qui nous différencient, dans un monde de menteurs et incompétents. Tempo da perdere con approfittatori e perditempo ne abbiamo sempre meno: francamente, non ne abbiamo più.

Possono commentare liberamente solo gli amici e sostenitori. I quali hanno accesso all'under-Blog ed ai contenuti più esclusivi, ricevono sempre risposta e hanno precedenza su tutti gli altri.

I messaggi contenenti link pubblicitari, o comunque non autorizzati, vengono eliminati da sistemi automatici.

J!cky 2.0