...CONTENTI?

mercoledì 21 ottobre 2015

Bvlgari Goldea for women. Zuccheroso, ambranato, muschifettoso, flowerato.

2015, Ignoto/Morillas.
Così noioso e senza né capo né coda... che nemmeno Bvlgari si è accorto di averlo tra i propri profumi.

Zuccheroso, ambranato, muschifettoso, flowerato.


Incrocio tedioso tra Olympéa e Flowerbomb.


Occhietto strizzato a La vie est belle di Lancôme. 


Ma l'occhietto è strabico.


Rating:

Quello solito per i profumi senza presente né futuro.




11 commenti:

  1. Aggiungo che lo spot e' del tutto insulso, che fra l altro confondo con Olimpea o come cavolo si scrive.

    Siete veneziani giusto? Che ne pensate di "merchant of venice"?

    RispondiElimina
  2. Vero.

    Quanto a "merchant of venice" è un flop della Mavive 2013 (anche se hanno riprovato nel 2015 con altra robetta). Non contano niente, è una banalizzazione totale alle poche righe di Wikipedia, bla bla bla e... le spezie? Ma vadano al diavolo! Che spezie d'Egitto? Un progetto senza cultura. Noi ne pensiamo quello che ne pensano tutti, vetracci, pieni di alcool denaturato pasticciato male. Hanno il nome in inglese! Ma che veneziani sono? Nemmeno italiani!
    E' un capriccio della Vidal-Mavive. I gà sempre fato profumeti da supermercato, e roba da 30 euro pa' Police, Replay... Sono un insulto per noi, non sono veneziani, non ragionano con la cultura ma, con le cavolate dei manager e del marketing. Poi hanno anche messo su quel ***** di museo del piffero, con la Drom, che è un'altra realtà per carità di dio... Nemmeno quotata in borsa, di palle ne dicono tante... La Drom ne spande in giro con la catapulta.
    Venezia ha solo il nostro brand, Jickiel. Speriamo sapremo consolare l'Anima della Città.

    Jicky 2.0

    RispondiElimina
  3. Io li ho trovati da thaler a Belluno e ho visto un punto vendita a Venezia in quella farmacia di cannaregio in stile inizio novecento. Ho in mano un campione di tale Byzsntium Saffron, che effettivamente sa di affumicato innestato su un qualcosa che mi ricorda il pino silvestre (marchio mavive). Bel pack, nomi suggestivi e "by appointment to palazzo Mocenigo the perfume department" che non so cosa sia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A memoria dello scrivente il Pino Silvestre come marchio non è più loro. Profumo orrendo, ma mai come la roba che si sono inventati dopo ;) Veneti che vendono col "by appointment" (attorno a casa)... Non si sa più se disperasi o ridere come matti. Hanno soldi, il tempo di capire che il loro nuovo business non ha futuro e investiranno in modo altro i loro capitali. J.

      Elimina
  4. Sul sito mavive c'è ancora il pino ... Anzi , i pini visto che sono tre. Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Visto. Qui è il sito angosciante della Weruska etc: http://www.weruska.com/?page_id=853 Con i loro Pino Silvestre. La grafica dei Mavive è diversa. Una società è torinese e ha vari marchi del passato che storpia in modo assurdo e disperante. L'altra società è veneta, ma va da sempre con lo zoppo. Per questo zoppica.
      Che cose tremebonde :(
      J.

      Elimina
    2. ... No, il sito cui faccio riferimento io e', banalmente, www.mavive.com. Sede a Venezia. E li menzionano il pino e tanti altri marchi storici. Non so se sia tarocco, a me pare genuino.

      Elimina
    3. Si, lo avevamo già visto. E appunto i due siti mostrano due prodotti con grafica difforme. Ma sono società che collaborano, nella vendita di robetta, infatti Pino Silvestre spande il suo tanfo tra supermercati e quando va bene catene come "Acqua e Sapone". E' uno ****** originale, anche troppo... Che la mavive è a Marcon con i capannoni, sono più vicini a Quarto d'Altino che a Venezia.
      Via dagli occhi, via dal cuore. Sono produzioni industriali che non perdono il sapore della catena di montaggio nemmeno quando tentano il salto di qualità, (qualità che non sanno dove stia di casa). Pensare a quest'ora tarda ai pini della vidal... ma chi ca*** si può mettere il "pino silvestre"? Abbiamo i vintage in qualche ripostiglio, è sempre stato orrendo e tremebondo. Che vergogna...
      Ma tutta la profumeria italiana è un rattoppare continuo eh? Tutta. Quando usciva roba buona era perché c'era dietro il solito produttore svizzero. Pensa alla Atkinsons... I suoi successi, sono (erano) tutti firmati dalla sassone (tedesca) Symrise. Discorso interminabile ;)
      J.

      Elimina
  5. Ciao!!!! Mi sapete dire che ne pensate del Shiseido Ever Bloom? Grassieeeeee

    RispondiElimina
  6. Ciao, pubblicata già il 21 scorso qui: http://blog.libero.it/guerlinade/13296556.html
    Anche se ci siamo ripromessi di risentirlo, perché sembra impossibile che un grosso investimento, produca un risultato tanto insignificante ;)
    Jicky 2.0

    RispondiElimina

Nous sommes ici pour révérer l'affection que nous recevons, avec dévouement et engagement. Nous voulons accompagner les amis sur le chemin de la beauté avec les compétences et la loyauté qui nous différencient, dans un monde de menteurs et incompétents. Tempo da perdere con approfittatori e perditempo ne abbiamo sempre meno: francamente, non ne abbiamo più.

Possono commentare liberamente solo gli amici e sostenitori. I quali hanno accesso all'under-Blog ed ai contenuti più esclusivi, ricevono sempre risposta e hanno precedenza su tutti gli altri.

I messaggi contenenti link pubblicitari, o comunque non autorizzati, vengono eliminati da sistemi automatici.

J!cky 2.0