...CONTENTI?

sabato 8 febbraio 2014

How to spot a fake perfume. When it's possible... Come riconoscere un profumo falso?

"Però, che bei video che scelgono questi qua"...
Di fronte ad un acquisto di un profumo (ma vale per ogni altro oggetto) del quale dubitiamo l'autenticità, sorgono disperate richieste di risposte, come faccio a sapere se è vero o falso questo profumo?
E prontamente sorgono esperti con la ricetta della serenità, risposte certe.
Purtroppo non ci sono affatto risposte certe e universali a questo tipo di quesito.
Non esiste il falso, ma esistono I FALSI.
Non tutti i profumi contraffatti sono realizzati dalle stesse persone, con gli stessi stampi, etc.
I falsari non sono cretini, a volte lo sono, ma se lo fossero sempre o di natura, non staremmo qui a porci il problema che invece ci poniamo...
Quando un profumo ha successo, i falsari corrono a copiarlo.
Quando si "prevede" che un profumo abbia successo, loro lo hanno già copiato.
Ci sono i falsi pronti prima ancora che gli originali siano nei negozi. Sfruttano l'effetto novità, Coco Noir, Lady Gaga Fame, erano in giro a quanto ci riferiscono i più attenti al triste fenomeno ancor prima che questi profumi arrivassero nei negozi.
I falsari hanno una loro saggezza, non imitano un profumo che nessuno vorrà, la metà dei profumi di nicchia sono davvero vetracci, se i cinesi rifanno un profumo di quelli facile facile che gli riesca persino meglio! Problema, non si vende nemmeno l'originale, che vogliono fare? Vendere l'imitazione di quello? 
Se invece si tratta di Creed, Bond N°9, allora i falsari si mettono all'opera.
Nei paesi arabi Amouage piace, e proprio là abbondano gli Amouage falsi.
I profumi più falsificati sono quelli più venduti o quelli il cui potenziale di vendita si stima molto alto.
E veniamo al problema di noi appassionati, studiosi, o collezionisti di profumi.
I falsi abbondano nel mercato dell'usato, nei siti di annunci, ma anche nei negozi online ed in quelli fisici.
Ci sono molti siti di vendita online che rifilano problemi e patacche.
E' quasi impossibile che un rivenditore ufficiale Chanel rifili dei falsi alla clientela, ma mai dire mai, perché non diciamo dove ma pare sia successo!
Non parliamo poi dei Duty Free, suvvia... loro sanno, che prenderai l'aereo...
Evitate di comprare profumi in quei posti, è successo troppe volte di vedere gente su di giri per aver trovato la rarità a buon mercato!
Ma ti pare che in un luogo di grande traffico, rimanga per anni là per te, un profumo originale di grande valore a due spiccioli?
Alcuni si eccitano quando entrano in quelle vecchie tabaccherie, perché trovano il vintage a poco prezzo...
Problema: il Fahrenheit falso non è una invenzione di oggi!
Il Drakkar Noir falso, lo Chanel falso, non sono aberrazioni moderne!
Dagli anni '80 in qua, è accaduto di tutto. Napoli ha perso il primato solo negli ultimi 10 anni, non per mancanza di abilità ma per pigrizia: ordinare i falsi in Cina costa meno...
Niente assolutismi, a Napoli c'erano e ci sono persone per bene, e commercianti onestissimi, ma in mezzo a loro ci stanno pure tanti mariuoli!
Vedete com'è importante sapere DISTINGUERE, i buoni dai cattivi.
Dare indicazioni nette, non è per niente facile...
Quando uno scrive un manualetto, un post, di indicazioni su come riconoscere il falso, cosa credete, che i falsari ascoltino ancora la radio? Leggono i thread, vedono le foto e intendono bene quello che si dice di loro. Il falsario si corregge. Due anni fa i falsi Chanel erano identificabili dall'assenza di codice stampigliato sul fondo della scatola, oggi i falsi Chanel hanno anche questo dettaglio.
Se ridiamo oggi, di un cellophane tagliato male, loro domani lo realizzeranno certamente in modo migliore e al prossimo giro ci sarà chi cadrà nella trappola del cellophane perfezionato.
Perciò i post su questo argomento sono sempre inaffidabili o molto poco affidabili.
In verità la cosa che difficilmente si può comunicare è l'impatto visivo e tattile che una persona appassionata e attenta ha quando osserva, tocca e annusa un profumo, nella scatola, e fuori dalla scatola.
Recentemente abbiamo osservato uno di noi, a ravanare tra altri profumi in uno scatolone, ipnotizzato da un Poison falso in mano, la luce era bassa ma quella scatola lo scioccava... Perché si sentiva turbato?
Perché non capiva quella scatola (un falso quasi perfetto) tra le altre (scatole di originali).
Il falso a noi crea dolore mentale e fisico, tenere un profumo falso in mano per noi è come tenere in mano una merda di cane al parco, molti di voi avranno imparato a raccoglierle coi guantini no? Ecco, come ci si sente quando si va da lì al cestino? E' uguale...
L'unico modo per riconoscere (ed evitare) con certezza i profumi falsi, è conoscere bene i profumi veri!

13 commenti:

  1. "la metà dei profumi di nicchia sono davvero vetracci, se i cinesi rifanno un profumo di quelli facile facile che gli riesca persino meglio!" hahahha ben detto :)

    RispondiElimina
  2. H@!o fantasticna!
    Ah ah, meglio non fare la lista dei più brutti, fanno gli adesivi con la stampante, li incollano con la colla stick del discount, ci mettono dentro aromachemicals comprati col 3x2, e poi arriva il cinese e dice: "ni hao, fatto mellio di tuo"!
    Effettivamente ti giri per me mani un Galliano N°1 EDP composto da 5 pezzi almeno, dorature, cromature, pulsante spray artistico dal perfetto innnesto sul collo scultura, tutti tagli smussati... Nel 2008 al momento del lancio c'era un'ansia pazzesca, ma vedi che i flaconi complicati non li imitano mica?
    Un parallelepipedo è più facile.
    ;)
    J.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. è quello che dico anch'io, un Guerlain non è mai contraffatto. :)

      Elimina
  3. Ciao amici,
    Gran bel pezzo questo sui falsi, che mi porta ad una serie di riflessioni/conclusioni.
    La realtà secondo me è che se non si hanno i vostri "attributi" tecnici ed autorevoli (non è una sviolinata, sia chiaro), più il possesso di un gascromatografo (si chiama così?) con allegata capacità di uso, beh, senza tutto questo l'unica possibilità che vedo, è quella di un'attenta capacità istintiva di affidarsi al proprio naso.
    Qualche tempo fa, grazie ai vostri consigli ho acquistato un M7 V1 da un nostro (perché nel frattempo c'è stata un'ampia frequentazione) amico comune.
    La confezione era una scatola bianca con un tester.... Se fossi stato maliziosamente in malafede, dopo aver letto questo post, avrei dovuto provare qualche dubbio, non vi pare? Invece no e sapete perché? Perché me l'avete consigliato VOI e, particolare fondamentale, quel succo è meraviglioso! Sia originale (e lo è!) o sia fantascientificamente prodotto in Corea del Nord :-).
    Poi c'è l'esperienza contraria. Mesi fa acquisto in un mio negozio di (ex) fiducia uno Chanel Pour Monsieur... Dopo qualche tempo lo provo. Era di sera. La stessa notte mi sono svegliato di soprassalto in preda ad un odore di vernice nauseante. Era LUI. Riprovo un tester in altro negozio perché non poteva essere, ma come? Chanel? Infatti il tester mi ha dato una risposta completamente diversa. Ottimo, se vero...ma ORA se anche i negozi normali trafficano con i falsi, la vedo molto in salita.
    Però insisto: a parte la vostra essenziale consulenza sul mondo dei profumi, penso che oltre a quelle indicazioni sui falsi, a me (non parlo certo per tutti gli amici ed amiche) non resti altro che il naso e la fortuna!! Ciao!!!

    RispondiElimina
  4. Ciao Mr. Noise!
    Ben tornato.
    il negozio dove hai comprato Chanel Pour Monsiuer ha l'intera offerta dei profumi Chanel uomo/donna? Cioè è un rivenditore autorizzato? di solito il rivenditore autorizzato è obbligato ad avere tutto a scaffale, comprese ciprie, deodoranti, creme corpo, per i femminili.
    Se ha tutto è grave, se invece ha qualche pezzo, allora può averli comprati da fornitori "altri", e allora potrebbe essere roba falsa o avariata, quando i ladri fanno le spaccate nei negozi a volte vengono presi, ma ammesso che la merce possa tornare ai proprietari, prima ci sono i fermi ai furgoni, etc. Come saranno i profumi rimasti in un camion sotto sequestro al sole per un paio di anni? Non viene voglia a nessuno di buttarli...
    Ci sono tante cose tristi in profumeria oggi, ad es. un bollino tipo quello della SIAE, perché non l'hanno mai pensato? Una filigrana in una parte delle scatole, insomma i modi per rendere impossibile la falsificazione ci sarebbero. Ma pare poco importante per i produttori.
    Scopriamo cose nuove ogni giorno, sarebbe bello scoprire solo cose belle, invece le brutte prevalgono...
    I profumi falsi in fotografia fanno anche ridere a volte, ma dal vivo... pagati o non pagati, sono qualcosa di angosciante, implicano la volontà di qualcuno di truffare qualcun altro, la volontà di alcuni di comprare un bene pagandolo molto meno. Quanto alla distorsione della forma e del contenuto... non è facile da spiegare, il profumo falso è sempre un pugno allo stomaco.
    Jicky 2.0

    RispondiElimina
  5. notizie orrende dal mondo di ebay
    sto tipo qua sotto (indiano) che pare vivere a londra, ha frodato credo decine di persone vendendo kouros e YSL M7 come se piovesse. i feedback degli anni 2010 e 2011 sono in chiaro e ci si puo rendere conto. vende profumi vintage e lampadine cristo santo.
    la profumeria vintage è diventata una giungla assurda ...

    http://feedback.ebay.co.uk/ws/eBayISAPI.dll?ViewFeedback2&userid=sumo20102010&ftab=FeedbackAsSeller

    RispondiElimina
  6. Grazie del link,
    noi siamo 4+1+1+1, tra tutti noi uno solo continua a comprare su eBay.
    ma in Italia vanno male anche gli altri siti simili e i negozi online di "vintage" e non solo, come si vede dal post, che ha per soggetto principale i falsi dei profumi attualmente in vendita, un mare.
    Sono tutti quasi credibili, è un fenomeno tristissimo, perché c'è gente che non si accorge... di aver comprato i falsi!
    J.

    RispondiElimina
  7. Ho comprato dal parrucchiere due million di pacco rabanne,adesso che sono arrivata a casa guardandoli vedo che il numero che c'è sotto e stampato sulla bottiglia dei due profumi sono uguali,possibile che siano falsi??poi non ho pagato neanche poco 40e per 50ml aiutatemi caso mai domani vado li e riprendo i miei 8o euro. :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il parrucchiere non è il posto ideale per comprare profumi, soprattutto di marche che di norma vendono tramite canali di vendita precisi, ma nel tuo caso il numero identico potrebbe semplicemente essere il numero di lotto, al quale possono appartenere più flaconi, servirebbe vedere le foto, ma facile che sia questo il caso. Ciao!

      Elimina
  8. Ciao Jicky!grazie mille per aver risposto :) come faccio ad inviarti le foto?(lo so sono una frana).

    RispondiElimina
  9. Risposte
    1. OK, qualche giorno, perché siamo presi da molti contatti e impegni. Entro pochi giorni rispondiamo. Ciao! J.

      Elimina

Nous sommes ici pour révérer l'affection que nous recevons, avec dévouement et engagement. Nous voulons accompagner les amis sur le chemin de la beauté avec les compétences et la loyauté qui nous différencient, dans un monde de menteurs et incompétents. Tempo da perdere con approfittatori e perditempo ne abbiamo sempre meno: francamente, non ne abbiamo più.

Possono commentare liberamente solo gli amici e sostenitori. I quali hanno accesso all'under-Blog ed ai contenuti più esclusivi, ricevono sempre risposta e hanno precedenza su tutti gli altri.

I messaggi contenenti link pubblicitari, o comunque non autorizzati, vengono eliminati da sistemi automatici.

J!cky 2.0