...CONTENTI?

sabato 6 agosto 2016

Focus. Come sta il mercato dei profumi? Il tempo è galantuomo, alla fine (al solito), tutti diranno quello che noi avevamo detto.


Le nostre previsioni continuano a trovare conferme schiaccianti. Anche grossi esperti in produzione e commercio di profumi di nicchia si sono finalmente lasciati andare a commenti pubblici del tenore dei nostri primitivi commenti: "la nicchia non ha idee" e ancora "non ha creatività ma imitatività, ed è una produzione noiosa che ha esecuzione e mentalità seriali". 
La profumeria sedicente "di nicchia" appare a chi ne produce per i committenti: "senza prospettive di ripresa e commercialmente nel pantano", che è dove è giusto che stia.

Presso La Rinascente l'espositore gigante con i profumi di minchia in saldo è affollatissimo, Atelier Coglione, Bond N° 9, etc, etc... praticamente tutti (ma chi li vuole? nemmeno gratis)! Roba senza senso, vetri bizzarri che costano poco ma, sempre più (ma tanto eh) del contenuto, profumetti da ridere... e nomi sfigati, robetta da spolvero che non esce dai forum corrotti, se non per andare in differenziata. 

Tra le previsioni a segno abbiamo anche la débâcle commerciale di Guerlain Parfums, con tutti i suoi profumi e storie vere e storie inventatissime là, immobili come il grigio depressivo suolo lunare, che diventa romantico solo quando ci si allontana di molto, ed il filtro atmosferico terrestre ed il sole ne mutano l'aspetto (ma non la sostanza). Jean-Jacques Guinoy (Chief Financial Officier di LVMH) ha parlato abbastanza chiaro durante l'analisi dei dati societari relativi al primo semestre 2016. Guerlain va bene a smalti e rossetti, benino a creme viso, ma a profumi sembra arrancare: solo La Petite Robe Noire brilla in termini di vendite (si attendono altri flanker dello stesso proprio perché altrove non si sa su che prodotto G. di profumeria puntare). Ma l'investimento in termini di promozione per LPRN è stato enorme. Nessuno nomina altri profumi, ad es. l'Homme Ideal, ah ah ah... chissà come mai! A Noi sono serviti 3 secondi per capire che nemmeno a spintoni potevano mandare avanti quello come altri prodotti, ma si sa che gli esperti di marketing qualche disgraziato li laurea, prima di mandarli a far perdere soldi a chi li consulta... Teste di ca***. 

Dato che stiamo sulla semestrale di LVMH, annunci di novità interessanti ce ne sono: a settembre si presenterà un teatrale allestimento presso Grasse per i profumi Louis Vuitton, allestimento (con attori) che mirerà a rinforzare il mito di Grasseland, la cittadina di cemento dove le rose appaiono come teletrasportate da non si sa bene quale angolo di mondo. I profumi Louis Vuitton saranno distribuiti in modo selettivo-non-troppo-selettivo: 400 punti vendita. Che rimarranno meno dei 50 volte tanti (400 X 50) punti vendita per gli altri profumi del gruppo mainstream. 
Si è detto anche dei prezzi, che non saranno alti come ci si potrebbe aspettare dal costosissimo brand. Anche qui potremmo dirne per 70 righe anche molto dettagliate, ma a che pro? 

Ci mettiamo del nostro? Li fabbricheranno negli stessi centri di produzione dei profumi Dior, inutile menare tanto il torrone... Chi ha già visto gli "esclusivi" di Dior, ci metta un briciolo di fantasia, suvvia... Beninteso, sempre meglio perdere tempo con questi che con quei profumi che a La Rinascente finiscono sul trespolo Sconti 50%, e poi via, verso i paesi dell'est a 20 euro forfettari al pezzo.

Cmq Guerlain Parfums non sta bene, ma il gruppo LVMH è in buona salute. Il migliore dei settori semestre del gruppo è quello vino e liquori, che registra un +17% . Dior tiene bene. Moda e pelletteria sono piatti, immobili. Guerlain Parfums non va bene nonostante i loro enormi sforzi di rilancio, promozioni, ENORMI sforzi. Per vendere? Un profumo creato da una modesta ditta di quattro lettere (tre consonanti e una vocale).
Suggerimenti per evitare l'esonero da futuri allestimenti Sephora (sempre proprietà LVMH)? Noi sappiamo come si dovrebbe rivoluzionare quel ramo aziendale, che oggi non è (ma dovrebbe essere) il principale in Guerlain, ma non ci paga nessuno. Hanno i loro espertoni in progettazione, strategie commerciali e marketing. Vadano pure a fondo strapagando quelli...



Nessun commento:

Posta un commento

Nous sommes ici pour révérer l'affection que nous recevons, avec dévouement et engagement. Nous voulons accompagner les amis sur le chemin de la beauté avec les compétences et la loyauté qui nous différencient, dans un monde de menteurs et incompétents. Tempo da perdere con approfittatori e perditempo ne abbiamo sempre meno: francamente, non ne abbiamo più.

Possono commentare liberamente solo gli amici e sostenitori. I quali hanno accesso all'under-Blog ed ai contenuti più esclusivi, ricevono sempre risposta e hanno precedenza su tutti gli altri.

I messaggi contenenti link pubblicitari, o comunque non autorizzati, vengono eliminati da sistemi automatici.

J!cky 2.0