...CONTENTI?

lunedì 12 novembre 2012

Eclat d'Arpège, dov'è l'errore.



2002.
Eclat d'Arpege è un profumo rotante attorno alla ricostruzione del fior di lillà, il tè e la pesca qui non c'entravano niente con il resto della composizione, e ne rendono la fruizione alterata verso un fruttato non necessario e guastatore.
Osmanthus, gardenia, fiori ricostruiti perfettamente, su una bella base di ambra e muschio.
Una specie di Guerlain o di Chanel a la Coco rovinato da una strac**** di foglia di tè alla Bvlgari, e da una pesca o fiore di pesco come l'han definita, davvero imbarazzante.
Il profumo si sfoglia tra senso e non senso.
Bello e difettoso, a fasi alterne. Un progetto magnifico rovinato dalla inadeguatezza del naso di Karine Dubreuil, che evidentemente nei giorni in cui lo ha realizzato aveva una grave alterazione del ciclo ovarico.
Un vero peccato, è una tovaglia di pizzi con una macchia di pomodoro indelebile nel mezzo, chi vuoi che se la pigli?
Voto: 2/5.

Eccezionale Dossier di Jicky sul Muschio di Cervo qui:
L'atomica di Jicky. Moschus Moschiferus, chiusura del cerchio.

Nessun commento:

Posta un commento

Nous sommes ici pour révérer l'affection que nous recevons, avec dévouement et engagement. Nous voulons accompagner les amis sur le chemin de la beauté avec les compétences et la loyauté qui nous différencient, dans un monde de menteurs et incompétents. Tempo da perdere con approfittatori e perditempo ne abbiamo sempre meno: francamente, non ne abbiamo più.

Possono commentare liberamente solo gli amici e sostenitori. I quali hanno accesso all'under-Blog ed ai contenuti più esclusivi, ricevono sempre risposta e hanno precedenza su tutti gli altri.

I messaggi contenenti link pubblicitari, o comunque non autorizzati, vengono eliminati da sistemi automatici.

J!cky 2.0