...CONTENTI?

martedì 4 giugno 2019

Big Tech Is Big Brother. "In un tempo di inganno universale, dire la verità è un atto rivoluzionario". - George Orwell 1984.

Poiché il video "Big Tech Is Big Brother", è a rischio rimozione su YouTube proprio per i motivi che espone e che questo post similmente esporrà, fissiamo una immagine (corredata da link allo stesso video) qui sotto, a futura memoria.

https://www.youtube.com/watch?v=rA6pazfxkxw

Facebook, Amazon, Twitter, Apple, Paypal, etc. Non tratteremo nessuno singolarmente, anche perché se dovessimo ad es. scrivere (tutto il male del mondo) di Apple, finiremmo fra 100 anni e Giacomo solo a vederne il logo merd***... s'infuria. Tutti i giganti della tecnologia digitale agiscono in modo astuto e tirannico, alcuni tra questi delinquono come veri e propri GANGSTER internazionali. In moltissimi casi producono più problemi che soluzioni, e non rendono il futuro affatto migliore ma lo rendono uno schifoso incubo! Altro che il 1984 di George Orwell! Peggio! Per questo, è notizia di oggi, l'FTC (l'antitrust più cazzuto che si possa mettere davanti a questi str****), sta finalmente operando affinché siano al più presto corrette le troppe storture che stanno minando il libero e sano sviluppo dell'Occidente, faro planetario. Questi colossi seguono una precisa agenda liberticida, non servono le persone, ma puntano a schiavizzarle, fanno però di tutto per dissimulare le loro vere intenzioni. Troppo grandi e potenti, troppo arroganti e antidemocratici. Troppo pericolosi per il presente ed il futuro dell'umanità. Inoltre si schierano politicamente (tutti dalla stessa parte supercorrotta) e propagano ideologie che servono ai loro obiettivi, idee scriteriate, e falsità e stronzate da fare invidia ai terrapiattisti. Si trincerano dietro faziosi algoritmi e falsificazioni, o ancora dietro nuovi imperativi come il famoso "lo dice la Scienza" (solitamente su posizioni antiscientifiche, come il ridicolo ed ultrafalso teorema del cambiamento climatico che avrebbe una prevalente causa antropica, etc). La VERA SCIENZA ha la pistola alla tempia, non può azzardarsi di fiatare! Si zittiscono e si minacciano dei Premi Nobel, per esaltare mediaticamente le profezie deliranti di una cretina ignorantissima di 16 anni, gonfia di psicofarmaci (in cura per gravi patologie mentali). Il Pianeta non corre nessun pericolo di "Climate Change" per cause antropiche, è solo uno schifoso Big Business (Green). I giganti del Web ci hanno già investito trilioni di dollari, e non solo loro, ovvio che convenga all'allegra compagine dei deliquenti "salvatori di mondi", di imporre falsità alle masse (che conducano ad altissimi profitti). Oppure (passiamo dall'economia alla politica) al santarellissimo "no all'hate speech"! Non esistono discorsi d'odio che non possano essere espressi, se questi rimangono nell'ambito dell'espressione del pensiero e non costituiscano minaccia concreta per alcuno. Lo sancisce la Corte Supema degli Stati Uniti d'America. Il Paese con la Costituzione più straordinaria del mondo. Vietare l'espressione dell'odio è come obbligare la vita ad un giorno eterno senza che mai venga l'alternarsi alla notte. L'odio è sano. Chi non sa odiare non sa amare, lo stesso Vangelo è pieno zeppo di episodi in cui Gesù odiava (ma di brutto anche): i mercanti nel tempio, i farisei, l'albero di fico, i maiali, etc. Le idee non si censurano! Anche le idee che non ci piacciono di primo acchito, possono piacerci in un secondo momento (e questo è il timore dei tiranni che le vietano), le idee sono formidabili stimoli alla crescita, tutte le idee hanno questo potenziale. Possono diventare argomento di dibattito ma non possono essere censurate, nessuno va censurato! Nemmeno gli imbecilli, anche perché se censurassimo gli imbecilli il giornalismo sarebbe finito.
La nostra grande speranza, come agenti di questi spazi virtuali, è che anche attraverso l'uso dell'autorità conferitagli dalla maggioranza elettorale, l'attuale amministrazione americana possa finalmente rendere giustizia all'intelligenza, che viene ogni giorno insultata nel nome di una presa di posizione planetaria che punta a creare un futuro mediocrista, popolato prevalentemente da automi umanoidi istruiti come macchine all'obbedienza alla nuova tirannia globalista. Che non ammette ribellioni, e agisce per demolire prima chi avrebbe potenzialità di resistergli, poi per azzerare il senso critico della moltitudine, infine per cancellare i popoli e le comunità nel nome di un cretinisimo umanitarista che muove dal concetto pretestuoso dell'uguaglianza tra le razze umane (avere un bicchiere di latte, un bicchiere di aceto ed un bicchiere di ***** e forzarne il mescolamento per dire ecco, ora non esistono più differenze, è un modo capriccioso e bizzarro di intendere il progresso e senza tanti giri di parole è un crimine schifoso). Dopo la U.S. Federal Trade Commission dovrebbe toccare proprio alla Supreme Court of the United States, il ruolo di spaccare le gengive a quel figlio immondo di put**** di Zuckerberg e compagnia autoritaria. Le previsioni sono per lo smembramento e la punizione di questi mostri misti (sedicenti "social" e web_corbellerie affini), che vanno controllati a livello governativo, affinché non sia più consentita l'attuale condizione di violenta repressione della libertà di espressione nel rispetto delle leggi che gli stati democratici si danno, e non delle regole vessatorie e delle assurde "leggi sovranazionali" che arbitrariamente dei corrotti sistemi di potere impongono ai paesi e ai cittadini dell'Occidente e del resto del mondo! Così come regimi di monopolio vari, aventi potenziale se non già intenzione, di strangolare le economie di intere nazioni; ed altre violenze, contro individui o gruppi di individui percepiti come ostili da queste stesse onnipervasive maligne entità, siano categoricamente interdetti dal proseguire la loro pianificazione strategica vile e perniciosa.

1 commento:

  1. Sante,sante,sante parole!!!
    Il massificante progetto di distruzione dell'individualità umana prosegue da decenni. In modo politicamente "scorretto" affermo con certezza che NON siamo tutti uguali! Per anni le nostre bocche sono state imbavagliate da chi ben sapeva ed era consapevole del proprio scarso valore. Ma la storia cambia. Il vento della nuova stagione, quando meno te lo aspetti, comincia a tirare forte: allora i nodi verranno al pettine e vedremo cadere uno a uno i responsabili di questo marciume globale.

    RispondiElimina

Nous sommes ici pour révérer l'affection que nous recevons, avec dévouement et engagement. Nous voulons accompagner les amis sur le chemin de la beauté avec les compétences et la loyauté qui nous différencient, dans un monde de menteurs et incompétents. Tempo da perdere con approfittatori e perditempo ne abbiamo sempre meno: francamente, non ne abbiamo più.

Possono commentare liberamente solo gli amici e sostenitori. I quali hanno accesso all'under-Blog ed ai contenuti più esclusivi, ricevono sempre risposta e hanno precedenza su tutti gli altri.

I messaggi contenenti link pubblicitari, o comunque non autorizzati, vengono eliminati da sistemi automatici.

J!cky 2.0