...CONTENTI?

domenica 27 agosto 2017

CALDO schifo che BASTA. Profumi e alte temperature. Loro conservazione. Loro alterazione.

Estate torrida. Quasi come quella 2003, con ondate di calore e punte di fuoco più ostinate, peggiori.
Spaventosa. Orribile. Mortifera. L'unica cosa che ci consola è che statisticamente passeranno anni prima che ne capiti una di altrettanto bestiale. Chi grida al global warming non sa nemmeno cosa sia o se lo fa spiegare da enti corrotti, non scientifici ma politico-economici. Non esiste, è fake science il global warming, e se esistesse non dipenderebbe di certo dalla presenza antropica. Quindi... Lasciamo che quella gran stronza de... LA NATURA, agisca secondo le sue leggi...

Noi non sopportiamo il caldo, fuggiamo spesso in montagna, alcuni tra noi da settimane supplicano correnti polari, pioggia e venti siberiani, perché corrano in nostro soccorso. Il Sole lo prendono le piante che coltiviamo, noi cerchiamo di evitarlo. Non siamo tipi da bagni sole, piuttosto da bagni di neve!



Stiamo spendendo un sacco di soldi in refrigerazione, le materie prime vanno tenute a temperature particolarmente basse. I profumi vintage se sono magari chiusi dalla fabbricazione o pieni e sigillati, possono stare a temperature superiori, noi li teniamo in questo periodo sotto i 18 gradi. Due volte abbiamo avuto condizionatori rotti, pronto intervento, perché anche seminterrati e cantine boccheggiano quando il sole esagera.
In Italia si paga uno sproposito la corrente elettrica, per colpa delle teste di cazzo che hanno votato no al referendum sul nucleare*. Son tanti soldi che volano. Tenere bene una grande collezione, alle nostre latitudini è un lavoro stressante. I profumi storici conservati con ogni attenzione un domani dovranno valere per forza anche le spese di invecchiamento corretto... 
All'Osmo (Osmothèque di Versailles) a temperature fanno i fenomeni, a 12 gradi. Non esistono spiegazioni scientificamente univoche sulla temperatura scelta, quella è. Peccato che i loro frighi siano fighi, ma la roba nei loro frighi sia spesso porcheria... Non hanno molti soldi per comprare i profumi d'epoca e così si riempiono di "ricostruzioni" a volte imbarazzanti. Come andare al Museo e vedere dei poster incorniciati male al posto delle tele originali.

A quale temperatura soffrono i profumi? Dipende da molti fattori, dalla composizione, dalle molecole in gioco. Ma orientativamente abbiamo stabilito per la conservazione domestica un semaforo giallo tra i 20 e i 24 gradi. Semaforo rosso a 25.
Non riusciamo a immaginare le regioni più torride d'Italia e d'Europa come diavolo abbiamo arrostito i loro profumi durante questa estate schifosa. Tra giugno e settembre prossimo, in termini di invecchiamento e ossidazione, per i profumi sul suolo italico, potrebbero essere passati di colpo 10, 20 o 30 anni! Un'accelerazione terrificante in soli 4 mesi!!!
38/40 gradi di giorno e 25/26 di notte per una settimana? Ma va in merda tutto!
Eppure a queste temperature molte profumerie e magazzini, hanno tenuto la merce da rivendere durante i prossimi mesi! E molta di quella non è gente geneticamente orientata all'onestà e all'amore verso il prossimo...
La Spagna, gioia ingannevole (ci dicono) di eBay per i profumi vintage... in verità gran merdaio di roba andata a male, cotta e ricotta...
[...].
Con questo caldo, pensare alla ricotta...da tubare a spruzzo! in un sacchetto il pranzo.
  Sogniamo un mare di ghiaccio... 


* Ci sono 27 centrali nucleari vicinissime ai confini italici settentrionali. Sono la ricchezza dei rispettivi paesi, producono energia che noi compriamo a carissimo prezzo. Se esplodono (e non esplodono), tanto valeva averle in territorio nazionale e goderne i benefici invece di vivere come piccole cenerentole idiote!

Nessun commento:

Posta un commento

Nous sommes ici pour révérer l'affection que nous recevons, avec dévouement et engagement. Nous voulons accompagner les amis sur le chemin de la beauté avec les compétences et la loyauté qui nous différencient, dans un monde de menteurs et incompétents. Tempo da perdere con approfittatori e perditempo ne abbiamo sempre meno: francamente, non ne abbiamo più.

Possono commentare liberamente solo gli amici e sostenitori. I quali hanno accesso all'under-Blog ed ai contenuti più esclusivi, ricevono sempre risposta e hanno precedenza su tutti gli altri.

I messaggi contenenti link pubblicitari, o comunque non autorizzati, vengono eliminati da sistemi automatici.

J!cky 2.0