...CONTENTI?

mercoledì 13 giugno 2018

Questa è una email di risposta a Giulia, che dice "I vostri profumi sono immensi, misteriosi, superano le produzioni migliori, siete come la Maison Goyard, VERO LUSSO. Altro che Louis Vuitton"...


Sono passati parecchi anni da quando gli adetti ai lavori dicevano "Jicky 2.0 è la Primula Rossa della Profumeria". Chi sono questi ragazzi? Ma che vi frega... Non importa. Anzi ormai è importante non saperlo. Importano le cose che questi ragazzi dicono, e soprattutto come le dicono. Importa quello che creano... Creare diventa in Profumeria un vocabolo pieno, solo e soltanto ad una condizione: l'aver scelto di mettersi in gioco a maggior Gloria di Dio, vincendo con Lui. Per Lui. Questo è JICKIEL. Noi poniamo la vita sull'altare. Ci facciamo scortare dagli angeli. Cosa c'entriamo con questo mondo brutto, noioso e pidocchioso? Il resto è profumeria che ha perduto la maiuscola da decenni, tricche tracche un deodorante Malizia indistinguibile sugli Champs Elysees da tutto quello che oggi colà si produce e (a fatica) si s-vende. Ebbene sì. Produciamo a detta della nostra clientela internazionale i profumi più lussuosi ed esclusivi al mondo. Le nostre creazioni staccano dalle cose trite e ritrite del mercato nicchia/non nicchia/accipicchia, sono fuori dal mercato. Abbiamo litigiato con chi voleva inserirci negli orrendi siti onnicomprensivi di profumeria, guai a voi! Abbiamo intimato. Noi non abbiamo negozi online, rivenditori, noi non facciamo profumi in serie, non facciamo profumi. Noi lavoriamo di cesello e il lavoro si definisce a maiuscole o si deve rifare. Noi creiamo gioielli olfattivi. Gli altri vendono vetracci colorati pieni di nulla. Non abbiamo niente a che dividere con gli altri, noi usiamo materie prime che gli altri si sognano, noi prepariamo ogni cosa su misura. E poi, sia detto: v'è forte il desiderio che siano queste mani e non altre a creare il profumo che si indosserà. Perché abbiamo un QI medio misurato scientificamente di 140 punti scala Wais? Boh, ma guardate che è vero, la maggior parte dei profumi fa schifo perché riflette il QI di chi lo crea. Poi siamo fantasiosi eccentrici creativi, ci dicono che sono belli persino i nostri errori, quanto? Le stampe su A4 sono anni che ce le chiedono. Per fare quadretti. Ora abbiamo anche le tele. Abbiamo schivato un mare di interviste, blog del cazzo, siti mezzi seri, ma anche giornali, una radio e una tv. OK, sapere quali? Uno noto tra i tanti? Gruppo L'Espresso, va bene? Di più non si può dire, privacy. Ringraziato tutti, ma interviste negate. Non siamo snob, siamo logici. Non vogliamo pubblicità, non ce ne serve (casomai ci supplicano per farne a chi è meno noto di noi, ma offrono poco o puzzano) non vogliamo foto, non vogliamo niente! Abbiamo troppo! Per prepararvi un flacone fatto bene servono anche 8 ore dopo mesi e mesi di lavoro. Dobbiamo e vogliamo aumentare ancora un poco la già altissima qualità, cioè arrivare ad avere anche l'alcool dei santi, anche la variante eccellentissima della tal molecola e della talatra, anche l'assoluta delle pochissime rose che ancora si coltivano a Grasse (con campionatura regolare annuale)! Anche l'apporto tecnologico alla profumeria che verrà (e solo per voi è già qui)...

Siamo, si sa, si è capito, lo sanno anche i muli, emotivi, timidi (sì, timidi) e malandati [lavorate voi 16 (sedici) ore al giorno per 12 (dodici) mesi... lo sanno tutti che a Natale siamo in laboratorio]... E che abbiamo (avuto?) problemi di salute, anche molto seri, da superlavoro e stress.

Questa è una email di risposta a Giulia, che dice "I vostri profumi sono immensi, misteriosi, superano le produzioni migliori, siete come la Maison Goyard, VERO LUSSO. Altro che Louis Vuitton"...

Risposta? Maison Goyard abbiamo dovuto cercare con Google per capire cosa fosse... E informaci per qualche settimana. E' un brand di pelletteria vip, nato un paio di secoli fa (per davvero) un anno prima di Louis Vuitton, molto èlitario, uno status symbol per le persone più ricche del mondo. E' vero ha punti in comune col nostro modo di intendere il lusso, ma ha un difetto che noi non abbiamo, fa più o meno quello che fa Louis Vuitton. Non è altrettanto "POP" per non dire "volgare" [dal lat. vulgaris, der. di vulgus «volgo»], è più "esclusivo", vero... Ma qualitativamente siamo lì.
Mentre noi facciamo cose preziose che non hanno rivali. E' come se un coccodrillo estinto lo avessimo solo noi, abbinato a fibbie d'oro e chiusura tempestata di zaffiri, smeraldi e diamanti. E se ogni borsa fosse forgiata, cucita, lucidata per quella persona nel momento in cui la desidera, non prima e alè nello scatolone, ad aspettare il cucco... o il saldo. Noi non abbiamo saldi. Non avanza niente!

Noi non facciamo bauli di cartone. Sacchi. Borsoni. Non copriamo la puzza della gente con il "muschio" (o l'ambra) del detersivo. Portiamo all'olfatto le più grandi sfide estetiche ed intellettuali, i momenti esperienziali più esaltanti ed esclusivi, irripetibili. Non riusciamo a seguirvi tutti, e siamo "al costo" (preparatevi a qualche aumento prossimo, perché stiamo pervicacemente riassortendo l'intera linea del meglio, riformulando la collezione di parecchie tacche più in alto e non diremo di più perché ci siamo intesi). E stiamo spendendo decine di migliaia di euro solo in laboratorio e tutto lì, rinunciando a vivere normalmente per arrivare al traguardo. Vogliamo che i profumi Jickiel siano desiderati fervidamente per la loro intrinseca ed insuperabile bellezza. Che non uno su due, ma tutti, ci scriviate per dirci che lo scaffale di vetreria di nicchia e vintage scompare, davanti ad un nostro piccolo flacone, o ad una fiala di Ame de Parfum. Il giorno in cui tutti voi ci supplicherete per avere una nostra creazione, saremo arrivati alla massima qualità desiderabile. Ci siamo vicinissimi eh? Si è colto il sorrisetto compiaciuto dello scrivente? Sì, siamo già supplicati da molti di voi, quanto belli siete, stelle radiose, che Dio vi benedica... quindi, manca poco allo stadio di eccellenza universale.
Perché si coltivano fiori, perché si donano o si comprano fiori? In una goccia di Sol (Iris Veneziana), quanti fiori ci sono e per quante ore dall'applicazione ne continuano a sbocciare? Che paesaggio si apre alla mente? Quanto esteso e luminoso? Il fiore sta alla miscela odorosa che chiamiamo profumo come la ruota sta all'automobile. Per le Ferrari e Lamborghini... prego, da questa parte. La qualità delle nostre auto si riconosce dall'esecuzione impeccabile, dall'assemblaggio perfettissimo, dall'entusiasmo dei nostri clienti, dalle occhiaie dei nostri tecnici e meccanici. 16 ore al giorno!

Controllare e correggere, ho sonno. Baciamo le mani, Mon Chéri. 

Grazie.




NOUVEAU: l'Ô J20 (JIVAN). Eau admirable. Triple Supérieure. JICKIEL®. Haute Parfumerie à Venise.



NOUVEAU: Le Parfum "CHÂTEAU SALAMANDRE", JICKIEL®. Haute Parfumerie à Venise. PRESENTAZIONE UFFICIALE.








Nessun commento:

Posta un commento

Nous sommes ici pour révérer l'affection que nous recevons, avec dévouement et engagement. Nous voulons accompagner les amis sur le chemin de la beauté avec les compétences et la loyauté qui nous différencient, dans un monde de menteurs et incompétents. Tempo da perdere con approfittatori e perditempo ne abbiamo sempre meno: francamente, non ne abbiamo più.

Possono commentare liberamente solo gli amici e sostenitori. I quali hanno accesso all'under-Blog ed ai contenuti più esclusivi, ricevono sempre risposta e hanno precedenza su tutti gli altri.

I messaggi contenenti link pubblicitari, o comunque non autorizzati, vengono eliminati da sistemi automatici.

J!cky 2.0