...CONTENTI?

martedì 27 novembre 2018

INTRO: DJED. JICKIEL®. Haute Parfumerie à Venise.



Djed, la nuova creazione Jickiel® , che andiamo a presentare. trae la sua origine da una collezione privata svizzera, di pregio incalcolabile, molto più interessante di ciò che si può ammirare là dove si entra con il biglietto tra le scolaresche […]. Nello specifico riferiremo solo di ciò che lo stesso proprietario della collezione approverà, per la massima riservatezza che ci ha chiesto. In questo bellissimo piccolo museo privato, cresciuto di generazione in generazione, […] abbiamo ammirato tesori dalle etichette ingiallite, di oltre 160 anni fa, è una famiglia con una passione radicata che non può e non vuole essere intesa dal mondo, perché gode del vantaggio di esistere per pochi, e non per tutti. Di particolare […], ci sono moltissimi Zed (Djed), una vera ossessione, la sua e […]. Una contagiosa ossessione… 
Abbiamo visitato e studiato con metodo presso luoghi e istituzioni prestigiose. Siamo stati al Museo del Cairo, al Museo Egizio di Torino, presso la sezione di archeologia egizia del Louvre e quella del British Museum. Infine al Neues Museum. 
Poi siamo tornati da lui, in Svizzera.


Cos'è lo Zed (Djed)?  Dagli scavi sono emerse moltissime versioni di questo oggetto particolare e misterioso, e le sue rappresentazioni a bassorilievo, dipinto, geroglifico, sono altrettanto numerose. Simbolo di stabilità, spina dorsale di Osiride. Equilibrio tra forze opposte, vittoria del bene sul male. E' spesso associato a Ptah, la cui figura (sacerdotale) spesso si sovrappone a quella dello stesso Osiride. Lo Zed (Djed) spesso unito allo Knot (Tyet) isideo, rappresenta la rinascita e rafforza concetti dualistici (vita/morte) di vita dopo la morte. L'innalzamento dello Zed (Djed) faceva parte di rituali e celebrazioni del trionfo di Osiride su Seth. Era un amuleto per i vivi e per i morti.
Uno di noi, ha avuto inoltre la particolare avventura di conoscere personalmente Mario Pincherle, un uomo brillante, che mescolava poesia ed esoterismo a studi tecnici ed archeologici. Ed avendo il nostro recentemente digitalizzato le sue conversazioni con questi, abbiamo potuto apprezzarne direttamente il contenuto, molto coinvolgente. Muovendo dalle Storie di Erodoto, Pincherle riteneva che lo Zed, fosse una torre in granito, di origine Mesopotamica, e che fosse stato trasferito in Egitto e collocato in origine sulla sommità della piramide di Zoser. Riteneva che il principale scopo della successiva Piramide di Cheope (culla/mangiatoia secondo interpretazione dello stesso) fosse quello di inglobare e proteggere lo Zed all'interno della quale era stato trasferito e collocato. 



Anche dall'esperienza di questo originale ricercatore, abbiamo colto nuove prospettive e curiose suggestioni. Molto studio e molta fatica. 

Il resto è già Storia.




Nessun commento:

Posta un commento

Nous sommes ici pour révérer l'affection que nous recevons, avec dévouement et engagement. Nous voulons accompagner les amis sur le chemin de la beauté avec les compétences et la loyauté qui nous différencient, dans un monde de menteurs et incompétents. Tempo da perdere con approfittatori e perditempo ne abbiamo sempre meno: francamente, non ne abbiamo più.

Possono commentare liberamente solo gli amici e sostenitori. I quali hanno accesso all'under-Blog ed ai contenuti più esclusivi, ricevono sempre risposta e hanno precedenza su tutti gli altri.

I messaggi contenenti link pubblicitari, o comunque non autorizzati, vengono eliminati da sistemi automatici.

J!cky 2.0