...CONTENTI?

lunedì 1 ottobre 2018

L'aromaterapia impossibile.


Esistono migliaia di molecole di sintesi, alcune sono presenti in natura, moltissime altre no. Che cosa è noto delle componenti aromatiche? Il profilo olfattivo, quello allergologico, quello tossico...
Cosa dicono i patiti di aromaterapia? La lavanda rilassa. La rosa pure. La menta scuote, tonifica. Etc. La tradizione nell'utilizzo di questi ed altri materiali aromatici naturali ha trovato spesso riscontro nella sperimentazione in laboratorio, su cavie animali e/o umane. Tutto molto simpatico e interessante. 
Ma qual è l'effetto del globalide, del paradisamide (non fatevi ingannare dai nomi, perché li decide gente del marketing), o della somma degli isomeri dell'undecatriene? 


Non ci risulta che la IFF abbia attenzione specifica per l'argomento. Ma le due principali aziende del settore invece ce l'hanno eccome. Bedoukian (che non fa profumi, ma si limita a produrre molecole di buona qualità, non solo per la profumeria) è un gruppo introverso, sì e no che abbiano una buona mensa aziendale. A Cesare il suo, il loro undecatriene è il migliore.

Esistono laboratori di studio sulle molecole, e loro effetti, nel breve e lungo periodo. Sia sul piano psichico (neurologico) che sul piano fisico. 

Togliamo un soggetto preciso. Ripartiamo con un soggetto astratto. Senza un nome. Senza una sede. Saremo più liberi di dire quello che possiamo dire. 

Il patrimonio scientifico e tecnologico di un'azienda non è la ricerca di quattro segaioli universitari, che pubblicano una marea di dati statistici insulsi tanto per pavoneggiarsi con i colleghi o il venditore di patate del mercato rionale; al quale, saggezza della terra, non gliene frega un beneamato cazzo. La ricerca seria è concreta ed utile, e di solito la si fa con la frusta. La carota va bene solo c'è anche il bastone. Se si usa solo la carota, allora è una ricerca universitaria e vale quel che vale. Poco o niente. La ricerca non ha bisogno dei vostri soldi. Se qualcuno vi chiedesse soldi per la ricerca, mandatelo a chiedere il reddito di cittadinanza dei grullini. E basta. 

Quello che il privato scopre oggi non è da pubblicare sui giornaletti domattina. E' un valore, ha un valore e non si scambia con quattro fagioli. Non si pubblica, è un affare interno. Spesso è un potere, che è tanto più intenso quanto meno è condiviso. Questo vi deve essere chiaro, gli scienziati veri e quelli fasulli, non sono dei benefattori dell'umanità, sono dei lavoratori. Ci sono una marea di scoperte scientifico-tecnologiche che sono la forza di un'azienda, la premessa indispensabile al loro successo presente e futuro. Il post finisce qui. Solita aritmetica. 

JICKIEL®

Nessun commento:

Posta un commento

Nous sommes ici pour révérer l'affection que nous recevons, avec dévouement et engagement. Nous voulons accompagner les amis sur le chemin de la beauté avec les compétences et la loyauté qui nous différencient, dans un monde de menteurs et incompétents. Tempo da perdere con approfittatori e perditempo ne abbiamo sempre meno: francamente, non ne abbiamo più.

Possono commentare liberamente solo gli amici e sostenitori. I quali hanno accesso all'under-Blog ed ai contenuti più esclusivi, ricevono sempre risposta e hanno precedenza su tutti gli altri.

I messaggi contenenti link pubblicitari, o comunque non autorizzati, vengono eliminati da sistemi automatici.

J!cky 2.0